LA REDAZIONE
telefono redazione massa carrara 0585 027167
PUBBLICITA'
pubblicità massa carrara Richiedi contatto
Edizione del weekend

Facebook La Voce Apuana Twitter La Voce Apuana RSS La Voce Apuana

Francigena, Pontremoli protagonista di un ciclo di incontri

Presentato a Firenze il programma itinerante tra i Comuni Capofila della Regione Toscana

Francigena, Pontremoli protagonista di un ciclo di incontri
Lunigiana e Apuane - Che la Via Francigena sia una realtà in continua crescita è una notizia ormai assodata. In aumento il numero dei pellegrini che ogni giorno percorre il tracciato di Sigerico, si parla del 15 percento, così come le esperienze da questa derivate, come la micro - imprenditorialità.
Per questo la Regione Toscana ha deciso di investire sull’antica Via, facendo rete e promuovendo quelli che sono i valori derivanti da questo tipo di turismo su tutti i territori attraversati da questa grande potenzialità, facendone così un unico prodotto da tutti condiviso. Per questo lunedì mattina a Firenze, all’interno di Palazzo Strozzi, si è riunito il consiglio guidato dall’Assessore Stefano Ciuoffo, a cui hanno presenziato i quattro comuni capofila delle aggregazioni toscane, per presentare un ciclo di incontri da tenersi tra novembre e febbraio, volti a condividere i punti chiave del percorso arrivando ad un brand definito, quello di “Francigena Toscana”. “La nostra Francigena – Territori protagonisti del tempo e delle scelte” è il nome dei cicli di incontri previsti, anche a Pontremoli, per cercare di capire in che modo creare un prodotto turistico omogeneo. Si comincia il prossimo 23 novembre, con Fucecchio, mentre il 4 dicembre sarà la volta di Pontremoli, che riunirà tutti all’interno della splendida cornice dell’Ostello “Convento dei Cappuccini” dalle 8.30 alle 13. Il 12 gennaio sarà la volta di Siena, poi Lucca il 19 dello stesso mese e infine un incontro conclusivo, il 23 febbraio p.v. a Firenze.
La convenzione dei quattro comuni capofila era stata il 25 di luglio u.s.

A rappresentare Pontremoli lunedì, in sostituzione del Sindaco Lucia Baracchini, impossibilitata, c’era l’Assessore Michele Lecchini, che ha condiviso gli intenti, soprattutto quello previsto per il prossimo 1 maggio 2018, quando è in programma la prima mezza maratona sulla Via Francigena, che partirà dall’Ostello della Gioventù di Berceto, per arrivare direttamente in piazza San Francesco a Pontremoli, con il titolo di “Francigena Half - Marathon”. L’idea di suddividere la Toscana in quattro specifiche aree è stata proprio quella di andare oltre i campanilismi dei numerosi comuni che vedono l’attraversamento del tracciato, in tutto trentanove, e cercare quindi di dare uniformità a delle aree specifiche, in modo da fare rete e ottimizzare risorse e possibilità. Da tutti questi incontri poi dovrà emergere una sintesi dei temi principali affrontati: ospitalità, manutenzione e tracciati.

«Abbiamo deciso di creare questa serie di appuntamenti – ha spiegato l’Assessore regionale al turismo Stefano Ciuoffodurante l’incontro a Palazzo Strozzi –, per mettere a fuoco i punti principali da sviluppare per arrivare alla definizione del primo prodotto turistico omogeneo. Il percorso è già avviato, molto lavoro è stato fatto. Adesso dobbiamo entrare nella fase operativa e ci attendiamo una partecipazione attiva dei territori e proposte concrete. Ci sono già tante iniziative avviate dai vari comuni lungo il percorso, adesso è il momento di condividerle e metterle a sistema». «La Francigena – ha aggiunto il direttore di Toscana Promozione Turistica Alberto Peruzzini –, è una delle destinazioni maggiormente riconosciute all'interno della vasta offerta turistica toscana. L'idea è cercare di raccontare questo prodotto con sfumature diverse perché la Francigena in Lunigiana non ha le stesse caratteristiche di quella nei pressi di Siena o di Lucca. Da qui l'esigenza di creare vari momenti di condivisione e confronto, tra e con i territori. Il 2019, come ha annunciato il ministro Franceschini, sarà l'anno del turismo lento e vogliamo farci trovare pronti per questo appuntamento».

«Tutte le questioni legate al futuro di questo cammino – ha concluso il Consigliere delegato per la Via Francigena Francesco Gazzetti –, vogliamo discuterle direttamente con i territori. Dare ascolto a chi tutti gli aspetti della Francigena li vive quotidianamente, è un punto fondamentale per arrivare alla costruzione del prodotto turistico e per capire quali sono, appunto, quelli sui quali concentrare l'attenzione ed il lavoro».

Soddisfatto l’Assessore Michele Lecchini, che da tempo aveva promosso l’idea di una maratona sulla Francigena, in via di realizzazione per il prossimo mese di Maggio. «Sono stato onorato di rappresentare il Comune di Pontremoli a una conferenza stampa così importante – ha commentato l’Assessore Lecchini -. Con soddisfazione ho annunciato ai presenti che il 1 maggio si disputerà la prima Pontremoli Half – Marathon, raccogliendo consenso e entusiasmo per l’iniziativa tra i presenti».

Entusiasta e soddisfatta del percorso intrapreso anche il Sindaco Baracchini. «La costituzione dell'Aggregazione Nord della Via Francigena della Toscana – ha commentato -, e l'individuazione della nostra città quale capofila della stessa oltre ad essere punto di partenza piuttosto che di arrivo dell'importante percorso che dovremo fare, tutti insieme, per valorizzare e rafforzare attraverso anche un forte principio di empowerment, l'identità e lo spessore della Via Francigena, rappresenta una grande occasione per agevolare incontri e mettere insieme idee e innovazione, storia e tradizione. La nostra volontà è quella di sostenere la via del cammino più antica e più significativa del nostro territorio e forse dell'intera Italia attraverso una serie di eventi ed iniziative volte a rafforzare quella autenticità che tanti ci invidiano e che noi, troppo spesso, sottovalutiamo. Continuare a camminare per rimanere sempre più ancorati alla propria identità. Questo è il grande messaggio della Via Francigena e del nostro interesse e lavoro per la sua realtà. Il 4 dicembre sarà una grande occasione per tutti quegli stakeholders che, soli, potranno contribuire a dare vita a questo grande disegno, attività ricettive, di servizi, agenzie di incoming e di marketing del territorio, associazioni di volontari, amanti della nostra cucina, amanti della strada, amanti del paesaggio!».

Insomma, l’attenzione è alta e l’intenzionalità di grande risonanza. Il tavolo che ospiterà Pontremoli darà così spazio per visualizzare quelle che sono le esigenze di un territorio di confine come il nostro in termini di richiesta di omogeneità con il resto della Toscana.
Mercoledì 22 novembre 2017 alle 18:10:00
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Massa Carrara





VIDEOGALLERY


























Testata giornalistica registrata presso il tribunale di Massa n° 4/2017
Via Fratelli Rosselli, 33 - 19121 La Spezia
Direttore responsabile: Luca Borghini

Contatta la Redazione

Privacy e Cookie Policy

Liguria News