Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione massa carrara 0585 027167
PUBBLICITA'
Contattaci
Ultimo aggiornamento ore 21.40 del 16 Luglio 2019

Facebook La Voce Apuana Twitter La Voce Apuana RSS La Voce Apuana

Danni maltempo in Lunigiana, Mastrini: «Necessario lo stato di emergenza» | Foto

L'assessore alla Protezione civile dell'Unione dei Comuni e sindaco di Tresana sull'evento alluvionale del 4 aprile: «La politica dia risposte concrete e condivise»

«gravi danni e disagi»
Danni maltempo in Lunigiana, Mastrini: «Necessario lo stato di emergenza»<span class=´linkFotoA1Articolo´> | <a href=´/fotogallery/frane-e-allagamenti-il-maltempo-flagella-la-lunigiana-491_1.aspx´ class=´FotoVideoA1´>Foto</a></span>
Lunigiana e Apuane - L'evento alluvionale del 4 aprile, per quanto circoscritto, ha creato gravi disagi al territorio della Lunigiana e in particolare nei Comuni di Tresana, Mulazzo, Podenzana, Bagnone, Aulla e Pontremoli. «Solo nel mio Comune – afferma l'assessore alla Protezione civile dell'Unione dei Comune e sindaco di Tresana Matteo Mastrini – abbiamo quantificati i danni in 800mila euro. Ci siamo noi, ogni giorno, a confrontarci con i cittadini ed a cercare, insieme a loro, di risolvere i problemi. Non è possibile però che i sindaci siano lasciati soli in questa maniera perché i Comuni non hanno le forze per affrontare ogni volta i danni del maltempo».

«Gli eventi calamitosi, ormai – evidenzia Mastrini – hanno caratteristiche ben precise: sono intensi e brevi, mettono in difficoltà le infrastrutture comunali e provinciali, dalle cunette agli attraversamenti che, per mancanza di personale e per l'abbandono dei territori, non hanno la stessa manutenzione di un tempo. È un problema di investimenti, ma anche una scelta culturale».

Se ormai i sindaci sono abituati alla carenza di risorse per la manutenzione ordinaria dovuta al taglio dei trasferimenti e al patto di stabilità, non è accettabile, secondo il primo cittadino, che gli enti sovraordinati non intervengano con risorse importanti sulle emergenze: «C'è stato un sopralluogo del Genio Civile, ma forse non è chiara la portata delle piogge del 4 aprile, soprattutto sui comuni in sponda destra del fiume Magra. Mi sarei aspettato più partecipazione e più presenze, almeno per prendere atto delle enormi criticità che ci siamo trovati a vivere».

Per il momento, dello stato di emergenza richiesto da Mastrini nessuna notizia: «Ormai è chiaro che non verrà riconosciuto, ma se arriveranno risorse, in un'altra forma, che siano almeno proporzionate ai danni che abbiamo subito».

«La conta dei danni per Tresana è impressionante – elenca il sindaco – due edifici allagati in località Ponte e Case Polloni, venti strade danneggiate fra cui Careggia bassa, Careggia alta, Serrapiana, Groppo, Ghiaia e Pisciara, Campoloppio, Vecciale, Tresana Ghiaia, Costadello, Laghi, Chioso, Baltrina Penolo, Sotto Conda, Capanella Casa Goffi, Boceda, Meredo, Bola. Quattro fenomeni di erosione spondale in Loc. Villa Mulino, Borello, Nartonda e Sermezzana».
Martedì 23 aprile 2019 alle 14:04:44
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Fotogallery


Notizie Massa Carrara





-


























Testata giornalistica registrata presso il tribunale di Massa n° 4/2017
Direttore responsabile: Matteo Bernabè

Contatta la Redazione

Privacy e Cookie Policy

Liguria News