Genova Post La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione massa carrara 0585 027167
PUBBLICITA'
Contattaci
Edizione del weekend

Facebook La Voce Apuana Twitter La Voce Apuana RSS La Voce Apuana

Censurata la "Festa della Fica". «Ma l'orco gira indisturbato»

Ha sollevato un polverone il manifesto diffuso sui social ma non solo. Il sindaco Giannetti ha deciso di stopparne la diffusione. Ma la polemica non finisce, il coordinatore di Fi Giovani Gorlandi: «Condannato a 14 anni per abusi su minori»

condannato a 14 anni
Censurata la `Festa della Fica`. «Ma l´orco gira indisturbato»
Lunigiana e Apuane - Ha sollevato un polverone e una miriade di condivisioni social, per ovvi motivi, il manifesto della sagra sexy, denominata "Festa della Fica", che si svolgerà sabato 14 settembre al campo sportivo di Gragnola (frazione di Fivizzano, Massa-Carrara). Sicuramente un'idea goliardica che però non è stata presa benissimo tanto che negli ultimi giorni il manifesto è stato censurato, tramutandolo in "Festa del Fico". Determinante in questa decisione il sindaco di Fivizzano Gianluigi Giannetti, che ha fatto sapere che «non ci possiamo permettere» di diffondere un'immagine così esplicita.

Ad accendere la polemica su quanto accaduto il coordinatore regionale di Forza Italia Giovani è l'aullese Juri Gorlandi, che in un post sulla sua pagina Fb ha pubblicato due foto che ritraggono Rodolfo Fiesoli, altrimenti conosciuto "l'orco del Forteto" che vive ad Aulla ospite di una struttura in attesa che la Cassazione si pronunci su un ricorso presentato dal suo avvocato, dopo essere stato condannato per abusi su minori a 14 anni e 10 mesi dalla Corte d'Appello.

«Censuriamo le sagre sexy ma lasciamo l'orco del Forteto, condannato a più di 14 anni a spasso tra i nostri ragazzi» ha scritto Gorlandi, indignato. «Quando le istituzioni faranno qualcosa? Davanti al prossimo stupro? Il Forteto non ha insegnato nulla?». Segnalando la cosa poi alla deputata di Fi Mara Carfagna, e al coordinatore regionale Stefano Mugnai che aveva guidato la prima commissione d'inchiesta del Consiglio regionale della Toscana sul Forteto.
Martedì 10 settembre 2019 alle 07:01:33
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Massa Carrara





-


























Testata giornalistica registrata presso il tribunale di Massa n° 4/2017
Direttore responsabile: Matteo Bernabè

Contatta la Redazione

Privacy e Cookie Policy

Liguria News