Genova Post La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione massa carrara 0585 027167
PUBBLICITA'
Contattaci
Ultimo aggiornamento ore 14.43 del 18 Ottobre 2019

Facebook La Voce Apuana Twitter La Voce Apuana RSS La Voce Apuana

«Riportiamo a Fivizzano il prezioso paramento di Niccolò V»

Il sindaco della cittadina lunigianese attiverà l'iter per riportare le vesti di papa Parentucelli nella città natale della madre

«percorso complesso»
«Riportiamo a Fivizzano il prezioso paramento di Niccolò V»
Lunigiana e Apuane - Il prezioso parato di Papà Niccolò V "deve" tornare a Fivizzano. Questo il desiderio espresso dal sindaco Gianluigi Giannetti che ieri era a Trento, in occasione della mostra ‘Fili d'Oro e Dipinti di Seta. Velluti e ricami tra Gotico e Rinascimento", assieme a una delegazione composta dall'ex sindaco Paolo Grassi e dal senatore Massimo Caleo.

Le vesti papali sono temporaneamente esposte a Trento e, come detto, sono appartenute a Papa Niccolò V al secolo Tomaso Parentucelli nato a Sarzana, la madre fu Andreola Bosi della Verrucola di Fivizzano (Massa-Carrara). Il parato fino al 1937 fu di proprietà del Comune di Fivizzano, che poi lo dovette cedere allo Stato per poter costruire le scuole distrutte dal terremoto del 1920.

"Il parato - si legge sulla pagina del Comune di Fivizzano - è conservato presso il Museo del Bargello, il sindaco Giannetti ha deciso di intraprendere un percorso difficile e complesso per poterlo riportare a Casa, chiedendo allo Stato Italiano un comodato per l’utilizzo, con l’intento di allestire una mostra permanente per ammirare quotidianamente nella città di Fivizzano quest’opera unica ed inestimabile".
Mercoledì 11 settembre 2019 alle 15:25:57
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Massa Carrara





-

FOTOGALLERY



























Testata giornalistica registrata presso il tribunale di Massa n° 4/2017
Direttore responsabile: Matteo Bernabè

Contatta la Redazione

Privacy e Cookie Policy

Liguria News