Genova Post La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione massa carrara 0585 027167
PUBBLICITA'
Contattaci
Ultimo aggiornamento ore 11.44 del 15 Ottobre 2019

Facebook La Voce Apuana Twitter La Voce Apuana RSS La Voce Apuana

Donazioni e social network: ecco la nuova frontiera della beneficenza

social network
Donazioni e social network: ecco la nuova frontiera della beneficenza
- Il web come nuovo motore per le donazioni
Il web ha letteralmente ribaltato parecchie abitudini quotidiane degli italiani, e questa rivoluzione ha raggiunto anche il mondo della beneficenza. Al momento, infatti, Onlus come la Lega del Filo d’Oro ricevono sempre più spesso le donazioni via Internet, anche grazie alle relative agevolazioni fiscali, attraverso il loro sito web. Il che testimonia una crescente attenzione, da parte di associazioni e benefattori, nei confronti del digitale, visto oramai come canale perfetto per fare del bene.

I dati del report prodotto da Doxa non fanno altro che confermare questo trend: secondo le rilevazioni, circa 8 italiani su 10 hanno confermato di aver donato una certa cifra almeno una volta nell’arco di un anno, attraverso i canali digitali. Restando in tema di donazioni online, sempre secondo questa ricerca, è emerso un altro dato molto interessante: la beneficenza via web rappresenta il 18% del totale, con un incremento del +3% rispetto al 2016 (i dati sono del 2017). E poi abbiamo i social network, oggi strumenti non solo di comunicazione, ma anche di beneficenza: si parla di piattaforme note come Facebook, Instagram e Twitter, ma anche Pinterest e LinkedIn. E questo soprattutto se si considera l’ultimo social media citato, che spicca in cima alla classifica delle donazioni più sostanziose: stando ai dati di Survey Monkey, infatti, il 70,5% degli utenti di LinkedIn ha donato più di 100 dollari.

Ancora social e donazioni, tra compleanni e stories
Li abbiamo chiamati in causa poco sopra: Facebook e Instagram mettono a disposizione degli utenti iscritti una serie di strumenti utili per fare del bene e per donare una certa quota di denaro. Uno dei tools in assoluto più diffusi è la possibilità di organizzare una raccolta fondi su Facebook, in occasione del proprio compleanno. In pratica fa tutto Facebook: è lui a comunicarci questa possibilità, 14 giorni prima dello spegnimento delle candeline, ed è lui a proporci un’ampia lista di associazioni riconosciute. In secondo luogo, l’organizzazione della campagna è immediata e alla portata di tutti gli utenti, anche di chi mastica poca tecnologia.

Per quanto riguarda le stories, si parla di una delle opzioni più gettonate dagli utenti di Instagram. E oggi, proprio tramite le stories, abbiamo la possibilità di lanciare una raccolta fondi, aggiungendo degli stickers che gli utenti potranno usare per contribuire alla causa. Instagram, in sostanza, mette a nostra disposizione un tool prezioso per fare del bene, tecnologico e allo stesso tempo semplice da utilizzare.

Si parla quindi di un settore in continua espansione perché, quando si tratta di fare del bene, gli strumenti utili non sono mai troppi. Facebook stessa ha lanciato una serie di nuovi tool progettati per espandere le possibilità a disposizione degli utenti, come il Personal Fundraiser. E questo ultimo esempio dimostra ancora una volta quanto, al giorno d’oggi, i social network possano essere importanti per la beneficenza.
Venerdì 13 settembre 2019 alle 10:13:40
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Contenuto sponsorizzato


Notizie Massa Carrara





-


























Testata giornalistica registrata presso il tribunale di Massa n° 4/2017
Direttore responsabile: Matteo Bernabè

Contatta la Redazione

Privacy e Cookie Policy

Liguria News