Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione massa carrara 0585 027167
PUBBLICITA'
pubblicità massa carrara Richiedi contatto
Ultimo aggiornamento ore 21.44 del 15 Novembre 2018

Facebook La Voce Apuana Twitter La Voce Apuana RSS La Voce Apuana

Ultimo giorno per ammirare "L'autre Vivian"

Apertura in orario continuato per concludere la rassegna

Ultimo giorno per ammirare `L´autre Vivian`
Fuori Provincia - Oggi è l'ultimo giorno di apertura, straordinariamente in orario continuato fino alle 19,30, della mostra dedicata a Vivian Maier. L’esposizione si inserisce nel ricco calendario organizzate da Comune di Castelnuovo Magra e dall’assessorato alla Cultura, presso la Torre del Castello dei Vescovi di Luni, che, negli ultimi anni, grazie alle fortunate mostre di Erwitt, McCurry, Tano D’Amico, Mario Dondero e Bruce Chatwin, si è andata affermando come un importante luogo espositivo per la fotografia e non solo.

L’allestimento di quest’anno è dedicato appunto a Vivian Maier e all’incredibile storia di una bambinaia statunitense che per tutta la vita ha segretamente coltivato la passione per la fotografia. Con la scoperta casuale delle sue fotografie e il suo debutto praticamente postumo, la Maier si è imposta come un caso internazionale. L’allestimento è curato da Roberto Carlone, Caterina Cavallari (i quali, in questi ultimi due anni, stanno portando in giro un fortunato spettacolo dedicato alla fotografa) e dall’associazione Archivi della Resistenza di Fosdinovo (MS), che è il gestore del vicino Museo Audiovisivo della Resistenza, anch’esso uno dei partner del progetto. Di fondamentale importanza è poi la collaborazione con l’associazione francese “Vivian Maier et le Champsaur”, che raccoglie testimonianze del rapporto di Vivian con la Francia. Infatti Champsaur è la valle francese nelle Alte Alpi di cui era originaria la madre di Vivian, Maria Jaussaud, che introdusse la figlia al mondo della fotografia, e in questo luogo Vivian tornò più volte nel corso della sua vita: ad esempio ha qui trascorso parte della sua infanzia, dai sei ai dodici anni. La dimensione francese della Maier è un lato ancora più nascosto della sua misteriosa vita: per questo L’autre Vivian ci restituisce una fotografa in parte diversa da quella conosciuta fino ad oggi in Italia.

Vivian Maier nella torre di un castello di 6 piani. Un viaggio verticale verso le altezze in un paesaggio perdifiato a 360 gradi. Entrare per qualche momento nella sua vita, cercare di pensare, di vedere il mondo con i suoi occhi. Gli occhi di una donna dalla sensibilità eccezionale, che ha passato una vita a nascondere le sue opere, che ha voluto testardamente ed affettuosamente tenere sempre con sé la leggerezza degli anni passati in Francia. Quello che sentiva, quello che vedeva, i suoi stimoli, le sue sensazioni, i suoi segreti, le sue paure. La sua formazione europea (l’età scolare e poi le sue prime foto scattate all’età di 25 anni) ha influenzato la sua visione del mondo. Sorrisi, semplicità, rapporto con la natura, attenzione al paesaggio. Vivian Maier volava sopra le cose, scopriva la sua curiosità e la sua attrazione verso le persone attraverso un’empatia straordinaria che portava a scoprirle come solo un rapporto di amore può esplorare.

Alle 18 di oggi, inoltre, si terrà la presentazione del libro illustrato "Lei. Vivian Maier" di Cinzia Ghigliano (Orecchio Acerbo,) insieme a Roberto Carlone, a cui seguirà un aperitivo di chiusura al circolo dell'Arci di Castelnuovo. Alle 15.30 ci sarà un laboratorio creativo (gratuito) “Io ero lì con Vivian Maier “ curato dalla stessa Cinzia Ghigliano dai 7 ai 99 anni, presso Piazza Querciola (durata laboratorio 1h e 30 min; i bambini possono esser accompagnati, il limite massimo per i bambini non accompagnati è 20). Per info e prenotazioni chiamare al 3290099418.
Domenica 14 ottobre 2018 alle 11:42:55
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Massa Carrara




-


Sondaggio

Sei favorevole o contrario all'erogazione del reddito di cittadinanza per i più poveri?

























Testata giornalistica registrata presso il tribunale di Massa n° 4/2017
Direttore responsabile: Matteo Bernabè

Contatta la Redazione

Privacy e Cookie Policy

Liguria News