Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione massa carrara 0585 027167
PUBBLICITA'
Contattaci
Ultimo aggiornamento ore 21.40 del 16 Luglio 2019

Facebook La Voce Apuana Twitter La Voce Apuana RSS La Voce Apuana

Prostitute via dal vialone di Marinella e multe fino a 168 euro per i clienti

Prostitute via dal vialone di Marinella e multe fino a 168 euro per i clienti
Fuori Provincia - E' stata firmata stamani dal sindaco di Sarzana Cristina Ponzanelli l'ordinanza n. 143 a tutela della sicurezza urbana che stabilisce una serie di divieti su alcune strade del territorio comunale interessate nello specifico dal fenomeno della prostituzione.

L'atto stabilisce che, a partire da oggi e fino al 31 dicembre 2019, sul territorio comunale e nello specifico sul viale XXV Aprile (il cosiddetto "vialone" di Marinella), via Litoranea, via Variante Aurelia, via Variante Cisa, nonché nelle aree adiacenti alle suddette strade “al fine di prevenire e di eliminare gravi pericoli che minacciano l'incolumità pubblica e la sicurezza urbana sia in vigore il divieto assoluto a chiunque di porre in essere comportamenti diretti in modo non equivoco ad offrire prestazioni sessuali a pagamento, di porre in essere attività di stazionamento e/o adescamento di clienti e intrattenimento con essi, di richiedere informazioni a soggetti che pongano in essere tali comportamenti, di eseguire manovre pericolose alla guida dei veicoli o di intralcio alla circolazione stradale legate a comportamenti sopra descritti” .

Detto in altri termini l'ordinanza, redatta dopo un confronto con la Prefettura, mira a arginare il fenomeno della prostituzione sul territorio sarzanese colpendo sia chi svolge in prima persona l'attività di meretricio sia i potenziali clienti: per questi ultimi sono previste sanzioni fino a 168 euro.

“Il contrasto a situazioni che favoriscono l'insorgere di fenomeni criminosi o di illegalità, quali lo spaccio di stupefacenti e lo sfruttamento della prostituzione e la lotta a taluni comportamenti, messi in atto sia da chi esercita meretricio che dai clienti- spiega l'assessore alla sicurezza Stefano Torri- è preciso dovere di ogni amministrazione in quanto tali comportamenti sono incontestabilmente offensivi di molteplici interessi della collettività e valori e diritti costituzionalmente tutelati” .
Sabato 13 luglio 2019 alle 19:24:35
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Massa Carrara





-


























Testata giornalistica registrata presso il tribunale di Massa n° 4/2017
Direttore responsabile: Matteo Bernabè

Contatta la Redazione

Privacy e Cookie Policy

Liguria News