Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione massa carrara 0585 027167
PUBBLICITA'
pubblicità massa carrara Richiedi contatto
Ultimo aggiornamento ore 22.34 del 16 Dicembre 2018

Facebook La Voce Apuana Twitter La Voce Apuana RSS La Voce Apuana

FOTOGALLERY


08/11/2018 - Marmettola nel Carrione, il report di Legambiente Carrara

Fig. 1. A: Carrione a Vezzala: confluenza tra il ramo di Torano (Tor) e ramo di Colonnata (Col), entrambi limpidi. (foto Legambiente Carrara)
B: idem, dopo una pioggia: il ramo di Torano è bianco da marmettola; il colore del ramo di Colonnata testimonia il trasporto di marmettola con una significativa quantità di terre. (foto Legambiente Carrara)
C: Lugnola: confluenza tra il Can. di Gragnana (Grag) e il Carrione (Carr), entrambi limpidi (foto Legambiente Carrara)
D: idem dopo una pioggia; il Can. di Gragnana, provenendo da un bacino non marmifero, resta limpido, mentre il Carrione, rac-cogliendo i bacini marmiferi di Torano, Miseglia e Colonnata, è torbido. (foto Legambiente Carrara)
E e F: il Carrione ad Avenza, a valle ponte di via Pucciarelli, limpido in condizioni normali e torbido dopo una pioggia. (foto Legambiente Carrara)
G e H: dopo le piogge, terre e marmettola trasportate intorbidano ampia fascia di mare; il limite tra acque marine torbide e limpide è visibile al largo nella foto G. La F mostra quanto tale limite sia netto. (foto Legambiente Carrara)
A e B: i piazzali di cava sono invasi da spessi strati di marmettola, pronta al dilavamento da parte delle piogge (cava Canalgrande). (foto Legambiente Carrara)
C, D, E: oltre alla marmettola, anche cumuli di terre (frecce) sono lasciati esposti al dilavamento meteorico (cave Ciresuola e Carbonera). (foto Legambiente Carrara)
F e G: anche le vie d’arroccamento sono una rilevante fonte di marmettola e terre (cave di Gioia e La Piana) (foto Legambiente Carrara)
H e I: i ravaneti, un tempo costituiti principalmente da scaglie, sono diventati vere e proprie discariche di terre a cielo aperto (cave Gioia e Polvaccio). (foto Legambiente Carrara)
L e M: le frequenti fratture del marmo (frecce) sono la via di penetrazione delle acque torbide nel sistema carsico che alimenta le sorgenti (cave Betogli e La Piana). (foto Legambiente Carrara)



-


Sondaggio

A Massa tutte le sedute di Consiglio comunale si apriranno con l'inno nazionale. Sei favorevole o contrario?

























Testata giornalistica registrata presso il tribunale di Massa n° 4/2017
Direttore responsabile: Matteo Bernabè

Contatta la Redazione

Privacy e Cookie Policy

Liguria News