Genova Post La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione massa carrara 0585 027167
PUBBLICITA'
Contattaci
Ultimo aggiornamento ore 22.13 del 16 Ottobre 2019

Facebook La Voce Apuana Twitter La Voce Apuana RSS La Voce Apuana

Stadio dei Marmi, passa la delibera per l’affidamento in concessione

Bottici: «Rischio che vada deserto, la manutenzione straordinaria e ordinaria è a carico del concessionario»

Approvato
Stadio dei Marmi, passa la delibera per l’affidamento in concessione
Carrara - La delibera per l’affidamento in concessione del servizio di gestione dello stadio dei quattro Olimpionici è passata col voto favorevole dei 14 membri della maggioranza. La proposta di Piazza 2 Giugno prevede, lo ricordiamo, 30 anni di gestione dell’impianto di piazza Vittorio Veneto con un contributo annuale di 125 mila euro da parte del Comune. “Noi avremmo preferito l’ipotesi dell’affidamento diretto – ha spiegato il consigliere democratico – com’è avvenuto a Pisa dove l’amministrazione Comunale ha dato in concessione alla squadra l’impianto per sei anni (rinnovabile per altri sei) con un atto di giunta. Se possiamo essere d’accordo sull’idea di un bando, non lo siamo invece sui contenuti della convenzione. Vediamo di buon occhio il fatto che l’amministrazione abbia deciso di accantonare annualmente una cifra per lo stadio, e lo schema del regolamento non è poi così diverso da quello dalle tanto vituperate convenzioni precedenti. Dai 65 mila euro annui previsti in precedenza si passa a 125 mila, e questo ci sembra positivo. Tuttavia, non siamo ad accordo su un progetto che prevede una spesa di circa 2 milioni e mezzo a carico del concessionario per una serie di interventi su un impianto datato. Il dei marmi avrà continuamente bisogno d’interventi di manutenzione straordinaria, anche per via delle normative che cambiano annualmente e sono sempre più rigide. Il concessionario dovrà contribuire alla manutenzione sia ordinaria che straordinaria dell’impianto a fronte di un contributo di 125 mila euro annui.” Difficile che qualcuno partecipi a un bando simile, secondo Bottici. “Avremmo preferito che l’amministrazione si fosse fatta carico delle interventi necessari alla fruibilità dello stadio e della straordinaria amministrazione accendendo un mutuo; poi, che avesse preparato un bando per la gestione ordinaria dell’impianto guardando alla società come soggetto privilegiato. La convenzione parla poi di creazione di spazi commerciali: ma nel nostro stadio oggi non sarebbe possibile inserirne. Bisognerebbe farne uno nuovo, ma un impianto nuovo richiederebbe un investimento di ben altra natura: un progetto era stato anche presentato all’amministrazione tempo fa, ma prevedeva lo spostamento del terreno di gioco, la demolizione della tribuna, la demolizione delle curve, il rinvenimento di spazi da destinare all’uso commerciale, una viabilità diversa, e un investimento complessivo da 15-16 milioni di euro per uno stadio da 7 mila posti. Laddove si è pensato a strutture di questo tipo, tuttavia, la durata del rapporto tra il Comune e il concessionario è stata stimata in 99 anni, il massimo consentito. Il bando prevede parla di legare la società alla Carrarese calcio, consentendole tramite una clausola il diritto di allenarsi al Dei marmi, ma a quali condizioni? Se le venisse richiesto un canone troppo alto sarebbe problematico. C’è una nota di calmiere o il vincitore del bando ha facoltà di decidere la tariffa?” Perplesso anche Andrea Vannucci: "Trovo che il regolamento sia a dir poco aleatorio. La maggioranza vincola il Comune di Carrara a impegnare 4 milioni in 30 anni per fare cosa? Non lo sa: affida a una gara il compito di stabilirlo. Questa è una cambiale in bianco: la linea politica dell'amministrazione è praticamente invisibile. Questo testo potrebbe dar adito a contenziosi infiniti."
Mercoledì 31 luglio 2019 alle 21:24:59
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Massa Carrara





-


























Testata giornalistica registrata presso il tribunale di Massa n° 4/2017
Direttore responsabile: Matteo Bernabè

Contatta la Redazione

Privacy e Cookie Policy

Liguria News