Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione massa carrara 0585 027167
PUBBLICITA'
Contattaci
Edizione del weekend

Facebook La Voce Apuana Twitter La Voce Apuana RSS La Voce Apuana

Serie C, la Carrarese non ci sta

Il comunicato della società di Piazza Vittorio Veneto dopo l'assemblea di Lega di ieri pomeriggio

dissenso
Serie C, la Carrarese non ci sta
Carrara - Non si è fatta mancare da parte di Piazza Vittorio Veneto la risposta alle decisioni dell'Assemblea di Lega Pro di ieri pomeriggio.

Questo il testo pubblicato sul sito della società azzurra.

"La società Carrarese Calcio 1908 S.r.l. intende con la presente nota esprimere pubblicamente il proprio dissenso oltre ché la propria insoddisfazione rispetto alle decisioni dell’Assemblea delle società di Lega Pro svoltasi in data odierna.
Fin dall’inizio di questa stagione sportiva, Carrarese Calcio 1908 S.r.l. ha apertamente dichiarato di coltivare ambizioni di vertice, avendo programmato ed effettuato rilevanti investimenti nell’allestimento della rosa, anche rinunciando ai contributi federali previsti per l’utilizzo dei giovani calciatori, al fine di poter coltivare con forze e professionalità già pronte ed esperte, il proprio obiettivo dichiarato, che è sempre - e solo - stato quello della promozione in Serie B.

Nel decidere come ovviare al problema della sospensione del campionato per effetto delle misure di contenimento del virus Covid 19, oggi l’Assemblea delle Società di Lega Pro ha viceversa proposto che la quarta società meritevole di promozione sia individuata in base ad un criterio del tutto iniquo, il fantomatico coefficiente tecnico di perequazione basato su una comparazione ponderata dei diversi giorni, che è frutto di una analisi a tavolino disancorata da ogni riferimento sia alle norme federali vigenti sia ai valori sportivi che si decidono sul campo in quanto compie una innaturale commistione tra gli esiti dei tre diversi gironi e quindi di tre diversi campionati della stessa Lega.

Tale decisione priva evidentemente la nostra società di tutte le proprie ambizioni stagionali senza alcun concreto collegamento con i risultati che essa ha maturato e può ancora maturare sul campo di gioco, nel diretto confronto con le proprie avversarie del girone di appartenenza e con le migliori squadre degli altri gironi.
A fronte di ciò, per rispetto della squadra, dei giocatori e di tutti i tifosi, Carrarese Calcio non può che protestare apertamente, dolendosi della illegittima variazione, in corso d’opera, delle regole inizialmente stabilite per tutte le società partecipanti alla stagione sportiva 2019/2020, facendo invece affidamento sul rispetto delle quali, la nostra compagine aveva affrontato ingenti sacrifici economici e grandi investimenti per raggiungere l’ambito obiettivo della Promozione.

Siamo certi che il Consiglio Federale, unico organo effettivamente competente in merito, assumerà decisioni ben differenti e rispetto a quelle dell’odierna Assemblea delle Società di Lega Pro, con l’obiettivo vuoi di salvaguardare sul campo la regolarità sportiva ed etica del campionato in corso vuoi di evitare un evidente danno sportivo, di perdita di credibilità presso i tifosi e di ingiustificato sacrificio economico, che altrimenti imporrebbe un adeguato ristoro, già attraverso una ponderata e riparatoria ripartizione dei contributi federali."
Venerdì 8 maggio 2020 alle 08:00:45
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Massa Carrara




-


















Testata giornalistica registrata presso il tribunale di Massa n° 4/2017
Direttore responsabile: Matteo Bernabè

Contatta la Redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Liguria News