Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione massa carrara 0585 027167
PUBBLICITA'
pubblicità massa carrara Richiedi contatto
Ultimo aggiornamento ore 19.49 del 21 Gennaio 2019

Facebook La Voce Apuana Twitter La Voce Apuana RSS La Voce Apuana

L'ex Battistini: «La Carrarese lotterà fino in fondo per il primo posto»

«A Massa situazione triste. Ha fatto bene il mister a parlare chiaramente»

l'intervista
L´ex Battistini: «La Carrarese lotterà fino in fondo per il primo posto»
Carrara - Nato a Como ma cresciuto a Massa, ha sviluppato le sue doti da calciatore nel settore giovanile della Carrarese, che ha creduto in lui e lo ha fatto esordire in prima squadra cinque anni fa. Parliamo di Matteo Battistini, difensore centrale classe 1994, figlio di Sergio, ex nazionale e giocatore di Milan, Inter e Fiorentina. Attualmente si trova a Busto Arsizio e veste la maglia della Pro Patria ma il legame con la provincia che l'ha visto crescere è ancora molto forte.

Matteo, sei cresciuto a Massa ma dopo aver percorso tutta la trafila del settore giovanile degli azzurri possiamo dire che la Carrarese ti abbia quasi "allevato". Quanto si è rivelata importante per te questa fase di crescita?
"Direi fondamentale, soprattutto perché quando non vieni da un settore giovanile blasonato e importante è ancora più difficile arrivare a vestire la maglia della prima squadra. Io ce l'ho fatta e ne sono molto orgoglioso".

Questo è il secondo anno di fila in cui la Carrarese rappresenta per te un avversario. Che idea ti sei fatto della squadra di Baldini in queste due stagioni?
"Secondo me quest'anno ha addirittura un paio di marce in più rispetto all'anno scorso, soprattutto nel reparto offensivo ritengo sia in assoluto la squadra più forte del campionato. I numeri lo confermano. Probabilmente fino ad ora ha concesso tanto ma credo che presto acquisiranno la solidità e l'equilibrio necessari per lottare fino in fondo per il titolo".

Una delle stagioni che ti ha visto protagonista con la maglia azzurra è stata quella di tre anni fa, quando la Carrarese, a metà campionato, fu dichiarata fallita. Con mister Remondina in panchina però arrivaste quinti, un risultato incredibile date le circostanze. Che ricordi hai di quei mesi così difficili?
"Una situazione davvero complicata, soprattutto perché non avevamo alle spalle la società solida che c'è adesso. In compenso però avevamo un grande gruppo e un bravissimo allenatore e insieme siamo riusciti ad andare avanti. Forse abbiamo fatto anche più di quello che dovevamo fare, arrivando a sfiorare i playoff, a cui fino a tre anni fa, con la vecchia formula, partecipavano solo le prime quattro".

A Massa sta accadendo qualcosa di simile. Per mister Bonuccelli e i suoi non è un periodo affatto positivo, sia dentro che fuori dal rettangolo di gioco. Avendo avuto un'esperienza simile, cosa consiglieresti in questo momento ai giocatori che vestono la maglia della tua città?
"E' una brutta situazione. E' triste pensare che una società storica come la Massese si trovi ad affrontare problemi di questo genere. Ho ascoltato l'intervista di mister Bonuccelli, parole forti ma lo capisco. Credo abbia fatto bene a parlare chiaramente, immagino quanto sia difficile per i giocatori della Massese andare avanti senza stipendi e senza agevolazioni da parte della società. Spero si risolva tutto presto".

Giovedì 20 dicembre 2018 alle 10:15:30
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Massa Carrara




-


























Testata giornalistica registrata presso il tribunale di Massa n° 4/2017
Direttore responsabile: Matteo Bernabè

Contatta la Redazione

Privacy e Cookie Policy

Liguria News