Genova Post La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione massa carrara 0585 027167
PUBBLICITA'
Contattaci
Ultimo aggiornamento ore 14.11 del 6 Dicembre 2019

Facebook La Voce Apuana Twitter La Voce Apuana RSS La Voce Apuana

Carrarese, torna la luce. Baldini: «Momenti del genere li ricordi per tutta la vita»

I commenti al termine della vittoria contro la Pro Vercelli (3-2). Valente: «L'abbraccio al mister è l'emblema di questa settimana»

le voci dalla sala stampa
Carrarese, torna la luce. Baldini: «Momenti del genere li ricordi per tutta la vita»
Carrara - Una vittoria all'ultimo respiro per chiudere nel migliore dei modi una settimana difficilissima. La Carrarese batte la Pro Vercelli grazie a un rigore di Ciccio Tavano dopo essersi fatta clamorosamente raggiungere sul 2-2, come accaduto due settimane fa contro l'Arezzo. In gol per gli azzurri Cardoselli, al suo quarto centro stagionale.

Mister Baldini: "Questa è la vittoria di Marco Marchionni, di Mauro Nardini, di tutti i giocatori, Manrico Gemignani e Alberto Franchi. Marco (Marchionni) è stato bravissimo questa settimana a compattare la squadra che oggi ha dato una risposta "con gli attributi", e lo avrei fatto anche se la partita fosse finita 2-2. Abbiamo subito due gol e un palo per delle situazioni in cui ci siamo andati ad "affogare" da soli ma, allo stesso tempo, abbiamo creato molto realizzando tre reti che potevano essere anche quattro o cinque. Rinnovo i miei complimenti a tutte le persone che ho citato. Oggi abbiamo avuto la dimostrazione che quando ci metti veramente l'anima vieni premiato. E questo deve essere un importante punto di partenza. Confesso che nel momento del rigore volevo andare via, ma Marchionni ed altri giocatori mi hanno chiesto esplicitamente di restare e guardare. Bravo anche Ciccio (Tavano), ci vuole coraggio a tirare un rigore al 95esimo. E' stata una settimana in cui tutti abbiamo sofferto molto, ma al termine di una vittoria così abbiamo la conferma che, più grande è la delusione, più grande è la soddisfazione. Momenti del genere ti regalano emozioni incredibili. Per me sono quelle cose di cui ti devi ricordare per tutta la vita. Un giorno ripenserò a questo rigore di Tavano al 95esimo e proverò le stesse emozioni di oggi".

Valente: "Quel gol dopo 8 minuti è stata una liberazione. Era quello che ci voleva dopo una settimana come quella appena trascorsa. Una settimana che ci ha messo davvero alla prova. Dopo il vantaggio si è visto chiaramente che la squadra voleva il risultato pieno. E lo abbiamo meritato. Il momento dell'abbraccio al mister in occasione del primo gol è l'emblema di ciò che è successo negli ultimi giorni, la dimostrazione che siamo uniti e coesi e che Baldini è il perno fondamentale di questo gruppo. I gol che subiamo, e soprattutto il modo in cui li subiamo, sono sicuramente un nostro limite fin dall'inizio del campionato. Oggi però voglio solo soffermarmi sulla grande reazione che abbiamo avuto dopo il 2-2. Mancavano 5 minuti ma ci abbiamo creduto fino alla fine. Il mio gol? Non sono abituato a segnare in quel modo, devo ringraziare Mignanelli che ha messo dentro un cross incredibile".

Cardoselli:"Oggi abbiamo messo un punto esclamativo su determinate questioni discusse ed affrontate in settimana. Abbiamo lanciato un segnale, ovvero che vogliamo remare tutti nella stessa direzione e con il mister insieme a noi. Perché lui è troppo importante per il gruppo. Dopo il gol sono corso verso la panchina appunto per dimostrare questo. La partita? Penso che abbiamo fatto uno dei migliori primi tempi della stagione, infatti siamo tornati negli spogliatoi con un po' di rammarico per come abbiamo subito il 2-1. Questi errori che, riconosco, commettiamo da inizio anno, non ci devono però condizionare più di tanto perché siamo una squadra forte. Oggi quella temporanea rimonta, a parer mio, è stata frutto della paura, la paura che le cose non andassero per il verso giusto. Alla fine però ci siamo tolti questa grande soddisfazione. Sul piano personale mi sento sicuramente più maturo, due anni in questa categoria mi hanno insegnato molto. Cerco di assumermi più responsabilità, giocando un buon numero di palloni e agendo da punto di riferimento tra le linee".

Calderini: "Abbiamo fatto un primo tempo da applausi, segnando due gol e sfiorandone un terzo. Il guardalinee lo ha annullato, ma per me era regolare. Per un nostro errore abbiamo subito il 2-1 ma siamo stati bravi a non disunirci e a continuare a giocare. Nel secondo tempo la Pro Vercelli ha attaccato molto e noi ci siamo difesi bene. Per un'altra nostra ingenuità negli ultimi minuti ci siamo fatti rimontare ma non lo meritavamo di certo. Questa vittoria conquistata all'ultimo è il giusto premio per noi e per tutto l'ambiente. Da adesso in poi dobbiamo raccogliere il più possibile, a cominciare da domenica contro la Juventus, in una partita dura contro un'ottima squadra. Riguardo al mister? Penso che con il suo gesto abbia voluto dare una scossa e, vedendo la prestazione di oggi, direi che ci è riuscito. Lui sa come tirare fuori il meglio di tutti noi, ha grande esperienza. Anche noi però siamo stati molto bravi a compattarci, perciò un applauso a tutti quanti. La mia prestazione? Sono contento, mi sento in crescita. Oggi ho giocato a sinistra come ho quasi sempre fatto nella mia carriera. E' la posizione in cui mi trovo più a mio agio e che mi permette di esprimermi al meglio, anche se sono sempre pronto ad adattarmi".
Domenica 1 dicembre 2019 alle 21:04:20
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Massa Carrara





-


























Testata giornalistica registrata presso il tribunale di Massa n° 4/2017
Direttore responsabile: Matteo Bernabè

Contatta la Redazione

Privacy e Cookie Policy

Liguria News