Genova Post La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione massa carrara 0585 027167
PUBBLICITA'
Contattaci
Ultimo aggiornamento ore 13.33 del 6 Dicembre 2019

Facebook La Voce Apuana Twitter La Voce Apuana RSS La Voce Apuana

Carrarese-Pro Vercelli (3-2): le pagelle

Difesa in evidente difficoltà. Tavano da vero capitano regala la vittoria ai suoi. Baldini fa "all in" e vince.

i voti agli azzurri
Carrarese-Pro Vercelli (3-2): le pagelle
Carrara - FORTE 5,5: incolpevole sul primo gol avversario ma responsabile insieme a Murolo del pareggio firmato Comi che, approfittando di un fraintendimento tra i due, può realizzare a porta sguarnita.

CIANCIO 6: corretto in fase difensiva, dove difficilmente sbaglia nell'anticipo e nelle chiusure. Meno incisivo in fase di spinta, ma porta a casa comunque la sufficienza.

TEDESCHI 5,5: più in difficoltà rispetto al solito. Soffre spesso la fisicità di Comi, che lo sovrasta nel gioco aereo.

MUROLO 5: palesemente nervoso, irruento e disattento per tutto l'incontro. Nel primo tempo azzarda un tackle in piena area di rigore e viene infilato alle spalle dagli attaccanti avversari. L'incomprensione con Forte che porta al 2-2 è l'emblema di una partita "no" per il centrale azzurro.

MIGNANELLI 6,5: un altro giocatore rispetto a quello visto a Gorgonzola. Soprattutto nel primo tempo è grande protagonista con le sue discese sulla fascia sinistra. Suo il cross al bacio che fornisce l'assist a Valente per il momentaneo 2-0.

FORESTA 6,5: dopo un periodo di lieve appannamento è tornato il "forestino", come lo chiama Baldini, che tutti conosciamo. Il numero 17 corre a tutto a campo per cercare di chiudere ogni linea di passaggio, recupera palloni e fornisce palle giocabili ai suoi compagni per far ripartire la manovra.

DAMIANI 5,5: ci ha abituati a vederlo padroneggiare a centrocampo con disinvoltura, ma questa volta l'ex Viterbese appare meno brillante rispetto al solito. Suo il retropassaggio sbagliato che permette a Rosso di battere forte e siglare il gol dell'1-2.

CARDOSELLI 7: con il passare delle giornate il centrocampista scuola Lazio è sempre più a suo agio nel ruolo di trequartista in fase offensiva e di mezzala in fase di ripiegamento. Mette in mostra sia qualità che quantità e corona la bella prestazione con il suo terzo gol stagionale. Grazie al suo pressing asfissiante costringe Masi al fallo di mano che gli costa l'espulsione.

VALENTE 7: vale lo stesso discorso fatto per Foresta. E' tornato il vero Valente: scatti fulminei sulla fascia destra, tanto movimento in area avversaria e diverse iniziative personali per accentrarsi e arrivare al tiro. Realizza la seconda rete azzurra sfruttando il servizio perfetto di Mignanelli.

INFANTINO 6,5: il palo gli nega la gioia del gol ma la prestazione del numero 20 rimane comunque di spessore. Lotta su tutti i palloni per 90 minuti, vince quasi tutti gli scontri aerei, corre su tutto il fronte offensivo e mostra un'ottima intesa con i compagni di reparto.

CALDERINI 7: una vera spina nel fianco per la fascia destra della Pro Vercelli, soprattutto nella prima frazione di gioco. Mostra un'ottima intesa con Infantino, con cui fraseggia bene mettendo spesso in crisi i centrali avversari. Quando arriva sul fondo mette al centro cross pericolosissimi: uno di questi arriva tra i piedi di Cardoselli, che però non lo sfrutta al meglio.

AGYEI: SV

MACCARONE: SV

TAVANO 7: Anche lui, come Maccarone, gioca soltanto gli ultimi 8 minuti della partita, ma lo premiamo per il grande coraggio che ha avuto nel raccogliere, al 95esimo minuto, una palla che pesa una tonnellata per poi portarla sul dischetto. Il numero 10 realizza con freddezza dagli undici metri e regala una vittoria preziosa agli azzurri.

BALDINI 10: dopo la cocente delusione di Gorgonzola decide di giocare il tutto per tutto, di fare "all in", per utilizzare il linguaggio del poker, e ha vinto. Tramite la sua "autosospensione" prova a dare la scossa a tutto l'ambiente. Bastano due giorni ai giocatori per capire che il cammino della Carrarese deve proseguire con Silvio Baldini al timone. E lo dimostrano sul campo, di fronte ai supporters azzurri, non una, ma quattro volte. Perché è vero che sono tre i gol realizzati, ma quell'abbraccio collettivo fra giocatori e staff tecnico dopo la rete del vantaggio vale come una marcatura in più.
Lunedì 2 dicembre 2019 alle 07:13:05
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Massa Carrara





-


























Testata giornalistica registrata presso il tribunale di Massa n° 4/2017
Direttore responsabile: Matteo Bernabè

Contatta la Redazione

Privacy e Cookie Policy

Liguria News