Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione massa carrara 0585 027167
PUBBLICITA'
Contattaci
Ultimo aggiornamento ore 21.51 del 27 Febbraio 2020

Facebook La Voce Apuana Twitter La Voce Apuana RSS La Voce Apuana

Carrarese-Giana Erminio (1-4): le pagelle

Clamorosi errori difensivi. Centrocampo in affanno.

i voti agli azzurri
Carrarese-Giana Erminio (1-4): le pagelle
Carrara - Di seguito le pagelle della nostra redazione in seguito alla sconfitta casalinga degli azzurri per 4-1 contro la Giana Erminio.

TOP: Il rientro di Caccavallo: una delle poche note positive in una giornata decisamente storta per gli azzurri che incappano in un clamoroso ko interno. Il numero 18 idolo dei tifosi torna in campo dopo 5 mesi e gioca uno spezzone di partita che può servirgli a recuperare gradualmente la condizione ottimale che lo rende il fuoriclasse noto a tutti. Voto: 6.

FLOP: Tedeschi: 4. Protagonista di due clamorose defaillance che costano agli azzurri 2 dei 4 gol subiti: prima si fa beffare in velocità da Manconi che arriva quindi a servire Greselin per l'1-0, poi si fa rubare palla ingenuamente sempre dal numero 9 lombardo nell'azione che porta al tris biancoceleste. Baldini capisce il momento di difficoltà e lo sostituisce al 70' con Conson.

Forte: 6. Subisce 4 gol ma su nessuno di questi ha responsabilità. Il resto è normale amministrazione.

Ciancio: 6. In occasione del 2-1 firmato Manconi è protagonista di uno sfortunato rimpallo che manda il numero 9 avversario a tu per tu con Forte. In compenso ha il merito di fornire l'assist a Murolo per il momentaneo pareggio.

Murolo: 6. Qualche responsabilità sulla rete del vantaggio ospite in occasione della quale Manconi lo disorienta riuscendo a servire il compagno libero di colpire. Per il resto del match una prestazione con poche sbavature.

Mignanelli: 5.5. Buona la fase difensiva. Nel primo tempo si fa vedere anche con qualche interessante sovrapposizione ma, una volta arrivato sul fondo, i suoi cross sono sempre poco precisi.

Damiani: 5.5. Solita partita di sacrificio da parte del mediano azzurro che tuttavia fatica più di altre volte a costruire gioco. Protagonista nel secondo tempo di un presunto fallo al limite dell'area non fischiato agli azzurri.

Foresta: 5.5. Come il compagno di reparto corre senza sosta cercando di intercettare più palle possibili. Nella ripresa cala come il resto della squadra lasciando più spazi per le incursioni avversarie.

Cardoselli: 6. Buon primo tempo per il centrocampista scuola Lazio che si fa vedere con due buoni inserimenti: prima libera Maccarone per un tiro a giro dalla destra, poi porta a termine un'azione personale colpendo con un sinistro che termina a lato.

Calderini: 6. Protagonista nella prima frazione di gioco sulla fascia sinistra da cui, grazie anche all'intesa con Mignanelli, arrivano i maggiori pericoli.

Valente: 6. Meno brillante rispetto alle ultime uscite, ma comunque pericoloso per tutti i 90 minuti nonostante i continui raddoppi di marcatura. Dubbi su un suo presunto atteggiamento al limite dell'area nel primo tempo.

Maccarone: 5. Titolare al posto dell'influenzato Infantino, ha il merito di procurarsi dopo 3 minuti il calcio di rigore che però fallisce clamorosamente. Sufficiente la fase di rifinitura, poco convincente il lavoro in area di rigore in cui risulta sempre poco incisivo.

Pasciuti: 6. Entra a risultato già deciso e mostra una buona condizione. In costante crescita da alcune partite a questa parte.

Piscopo: 5.5. Prende il posto di Cardoselli sulla trequarti con il compito di contribuire a una possibile rimonta azzurra ma non riesce a impensierire la difesa avversaria. Ha una buona palla sul suo destro da ottima posizione ma la spara alle stelle.

Tavano: 5.5. Inserito in campo come "falso nueve" al posto di Maccarone, non crea particolari grattacapi alla difesa della Giana.

Conson: sv. Sostituisce un Tedeschi non in giornata nell'ultimo quarto d'ora di partita.

Baldini: 5. Difficile comprendere come, dopo le ultime prestazioni non convincenti da parte di Tedeschi, il tecnico azzurro perseveri nel farlo giocare a fianco di Murolo, scelta che anche oggi pregiudica l'andamento del match e il risultato finale. Da segnalare inoltre che per la seconda volta consecutiva, come accaduto anche a Pistoia, la Carrarese nella ripresa entra in campo distratta e poco grintosa, atteggiamento che porta al raddoppio immediato da parte della Giana Erminio.
Domenica 2 febbraio 2020 alle 22:29:47
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Massa Carrara





-


























Testata giornalistica registrata presso il tribunale di Massa n° 4/2017
Direttore responsabile: Matteo Bernabè

Contatta la Redazione

Privacy e Cookie Policy

Liguria News