Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione massa carrara 0585 027167
PUBBLICITA'
Contattaci
Ultimo aggiornamento ore 20.37 del 20 Febbraio 2020

Facebook La Voce Apuana Twitter La Voce Apuana RSS La Voce Apuana

Apuania Carrara Tennistavolo, pareggio interno contro Messina

Matematico l'accesso per l'ottavo anno consecutivo ai playoff scudetto

Apuania Carrara Tennistavolo, pareggio interno contro Messina
Carrara - L’Apuania Carrara sfiora la vittoria e deve accontentarsi del pareggio per 3-3 col Messina al Palasport di Avenza Carrara. I punti per i carraresi sono stati riportati due da Aleksander Khanin e uno da Bojan Tokic in giornata non positiva. A secco Gabriele Piciulin. La società apuana accede comunque matematicamente ai play off scudetto per l’ottavo anno consecutivo.

La sfida si è aperta appunto con il match fra Tokic e il terribile ex Ismailov, con lo sloveno in vantaggio (5-3) e il russo a operare il sorpasso (6-5). Si è andati avanti fino al 9-9 e con il doppio turno di servizio l'atleta locale ha conquistato il primo set. Nel secondo Ismailov ha preso la testa (3-1) e Tokic è risalito con quattro punti di fila (5-3) e ha allungato (7-4), procurandosi quattro palle set (10-6). Ha mancato le prime tre e si è chiamato timeout. Alla ripresa il russo ha pareggiato e si è poi guadagnato una chance (11-10), sfruttandola. Terza frazione sul filo dell'equilibrio (9-9) e l'alfiere messinese si è preso un set-point (10-9), che l'avversario gli ha annullato, al termine di uno scambio strepitoso, per poi procurarsi un'opportunità(11-10), anch'essa annullata. La seconda di Ismailov (12-11) è stata quella decisiva. Nel quarto parziale Tokic è scattato (3-1) ed è stato raggiunto (3-3) e sopravanzato da Ismailov (9-3). Sei i match-point (10-4) e il primo è bastato. Uno a zero per Messina.

Nella seconda sfida il primo scatto è stato di Khanin da 3-3 a 10-3 e Antonino Amato ha salvato solo il primo set-point. Il bielorusso ha continuato a macinare gioco (4-1) e, sul rientro del rivale (4-3), ha allungato (8-3). Il palermitano ha ridotto le distanze (9-7), prima della chiusura del bielorusso. Khanin ha proseguito la sua corsa (4-0 e poi 8-1) e il terzo parziale è andato in archivio rapidamente. Uno pari.

Gabriele Piciulin e Jordy Piccolin si sono affrontati nella rivincita del singolare che ha assegnato la recente Coppa Italia e nel primo set il torinese del Carrara è salito da 6-6 a 8-6. Il bolzanino della Top Spin con un break di 5-0 ha messo in carnere l'1-0. Nel secondo parziale Piccolin si è confermato battistrada (5-2), dal 7-3 e stato parzialmente recuperato (7-5) ed è poi volato a cinque set-point (10-5), concretizzando il terzo. Il suo avvio di terza frazione è stato in discesa (5-0) e il prosieguo anche (9-2), per una conclusione senza patemi. Due a uno per Messina.

Marco Rech Daldosso ha sostituito Amato e nel primo set ha arginato Tokic solo fino al 3-2, per poi cedere nettamente. Lo sloveno è scappato anche nel secondo parziale (6-3) e ha accelerato (9-4), mettendo in fila cinque chance di chiusura (10-5) e tagliando il traguardo alla terza. Sullo 0-2 nella terza frazione Wang Hong Liang ha chiesto l'interruzione. Tokic lì per lì non ha avuto incertezze (4-1), poi Rech Daldosso è risalito (5-5). Sul 6-6 il pongista dell'Apuania ha riassunto il comando (8-6), issandosi a tre match-point (10-7). Ha fallito i primi due ed è ricorso al minuto d'interruzione. Al rientro è sfumato anche il terzo e allora è stato il bresciano a crearsi una speranza (11-10) e a concretizzarla. Rech Daldosso ha preso coraggio e al ritorno al tavolo ha calato il poker (4-0), che lo sloveno ha ripagato con la stessa moneta (4-4). Sul 5-5 si è avviato senza problemi verso il successo. Due pari.

Ismailov non ha avuto difficoltà nel primo set che lo opponeva a Piciulin. Nel secondo l'azzurro è partito meglio (2-2), ma l'esito è stato identico. Diverso lo sviluppo della terza frazione, con il subalpino al comando (4-2). Sul 7-5 il russo ha reagito (7-7) e sull'8-8 ha piazzato le ultime zampate vincenti. Tre a due per Messina.

Messina al comando, dunque, per 3-2 e l'ultimo singolare ha opposto Khanin a Piccolin. Il bielorusso ha avuto un avvio deciso (4-1) e l'altoatesino si è rifatto sotto (8-7). Due punti a segno hanno fruttato all'atleta di casa tre set-point e al terzo la retina ha strizzato l'occhiolino a Khanin.Secondo set in bilico (6-6) e sul 9-9 il beniamino locale ha raccolto gli ultimi due punti. Piccolin nel terzo parziale ha esordito in modo incoraggiante (5-2), ma è stato ripreso (5-5) e si è rifugiato nel timeout. Il 6-6 è stato per Khanin il trampolino di lancio (9-6). Sul 9-8 gli ultimi due guizzi hanno firmato l'epilogo. Tre pari finale.

“L’incontro ha avuto per noi una tendenza negativa con la sconfitta di Bojan Tokic in giornata non positiva nella prima partita. Poi abbiamo giocato alla pari, siamo convinti che il 3 pari ci sta stretto. Finora abbiamo perso una sola partita, va bene così anche perché disputeremo sicuramente i playoff scudetto per l’ottavo anno consecutivo e mi auguro che sempre più l’amministrazione e gli operatori economici ci siano vicini” - ha detto il presidente Guglielmo Bellotti. “Sono contento dei miei due punti e di come ho giocato, potevamo vincere l’incontro” - è il commento di Aleksander Khanin - “mancano ancora due incontri alla fine della regular season, dobbiamo rimanere concentrati e alla fine faremo le valutazioni necessarie. Matematicamente disputeremo i play off scudetto (riservato alle migliori quattro della regular season, ndr) per l’ottavo anno consecutivo, a testimonianza che noi ci siamo sempre e per questo siamo soddisfatti di portare Carrara ancora una volta nei vertici del tennistavolo nazionale”.

Il dettaglio delle partite:
Bojan Tokic - Sadi Ismailov 1-3 (11-9, 10-12, 11-13, 4-11)
Aleksandr Khanin - Antonino Amato 3-0 (11-4, 11-7, 11-5)
Gabriele Piciulin - Jordy Piccolin 0-3 (8-11, 7-11, 4-11)
Bojan Tokic - Marco Rech Daldosso 3-1 (11-3, 11-7, 10-12, 11-5)
Gabriele Piciulin - Sadi Ismailov 0-3 (4-11, 4-11, 8-11)
Aleksandr Khanin - Jordy Piccolin 3-0 (11-9, 11-9, 11-8)

La classifica dopo la quinta di ritorno:
Messina 18 (una partita in meno); Apuania Carrara 18; Milano 16 (una partita in meno); Verzuolo 15; Genova 8 (due partite in meno); Roma 8 (una partita in meno); Prato 5 (una partita in meno); Vigevano 2.
Martedì 11 febbraio 2020 alle 18:09:52
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Massa Carrara





-


























Testata giornalistica registrata presso il tribunale di Massa n° 4/2017
Direttore responsabile: Matteo Bernabè

Contatta la Redazione

Privacy e Cookie Policy

Liguria News