Genova Post La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione massa carrara 0585 027167
PUBBLICITA'
Contattaci
Ultimo aggiornamento ore 07.05 del 20 Novembre 2019

Facebook La Voce Apuana Twitter La Voce Apuana RSS La Voce Apuana

«Con Carrara un grande legame. Il gol un'emozione unica»

Saveriano Infantino, il bomber tornato "a casa" dopo 4 anni. «Nel 2015 circolarono voci sbagliate»

L'INTERVISTA
«Con Carrara un grande legame. Il gol un´emozione unica»
Carrara - Ha la semplicità e l’umiltà dell’uomo del sud. Qualità che, una volta portate in campo, diventano spirito di sacrificio e voglia di lottare. Su ogni palla, in ogni contrasto, per arrivare poi al tiro, quello che difficilmente gli capita di sbagliare. Sì, perché Saveriano Infantino il gol ce l’ha nel sangue e la porta la vede da qualunque angolo del rettangolo di gioco. Carrara lo aveva capito dopo appena 10 minuti dall’inizio di quel Carrarese-Pisa di quattro anni fa, quando il bomber lucano depositò in rete la prima palla toccata con la maglia azzurra.

Era la stagione 2015/2016. La Carrarese di mister Remondina iniziò nel migliore dei modi ma dovette confrontarsi dopo soli pochi mesi con la crisi societaria e il fallimento. “Carrara è una di quelle piazze con cui ho legato da subito e in cui mi sono trovato particolarmente bene - confessa il numero 20 azzurro - Poi, riferendosi proprio alla prima esperienza sotto le Apuane, ricorda: “Me ne andai dopo pochi mesi, ma riguardo a questo ho la coscienza a posto. Circolò la voce di una messa in mora da parte mia, ma non era vero. Semplicemente il curatore fallimentare che in quel momento aveva in mano la gestione doveva in qualche modo far quadrare i conti, e i calciatori che avevano delle buone offerte da altre piazze dovettero lasciare". La Carrarese perse quindi a metà anno diverse pedine importanti ma ciò non le impedì di concludere la stagione in maniera assolutamente positiva, nonostante il fallimento dichiarato, con un quinto posto in classifica. “Eravamo un’ottima squadra, così come lo siamo adesso, ma ovviamente ci sono delle differenze. Nel 2015 partivamo con l’obiettivo di fare un buon campionato. In rosa avevamo molti giovani che si sono rivelati davvero forti e questo ci ha portato più in alto di quanto ci aspettassimo. La rosa attuale invece è più esperta e parte con un obiettivo ben preciso, quello della promozione. Se dovessi dire quale delle due squadre è la più forte, non saprei proprio rispondere”.

Le strade di Carrarese e bomber Infantino sono rimaste separate per tre anni e mezzo. Poi, proprio sul gong della sessione estiva di calciomercato, è arrivata l’ufficialità del ritorno. “Cosa mi ha convinto a tornare? Principalmente il progetto e le ambizioni di questa società. Sapendo poi di essere allenato da un mister che ha fatto la Serie A, questo è stato indubbiamente un ulteriore stimolo, perché è qualcosa che non capita tutti i giorni. A Carrara poi era rimasto affezionato, i tifosi mi hanno sempre mostrato affetto e calore”. Sentimenti che vengono costantemente ripagati a suon di prestazioni e di gol, conditi da tutta l’emozione che traspare negli occhi di chi sul rettangolo di gioco trova la sua dimensione ideale. “In campo tiro fuori lati del mio carattere che non si vedono molto nella vita di tutti i giorni. In generale sono piuttosto introverso, ma in partita è come se mi spostassi in un altro mondo. Il gol è un’emozione unica, che ti trasmette sempre qualcosa di speciale”.

E con i suoi 90 gol tra i professionisti, Saveriano di emozione ne deve aver provata tanta. “Sì, in carriera ho avuto tante esperienze positive, ho giocato in diverse piazze e quasi tutte mi hanno segnato positivamente. Lo stesso vale per gli allenatori con cui ho lavorato: ognuno di loro ti insegna e ti lascia qualcosa, è impossibile nel mio caso dire chi mi abbia dato più di tutti gli altri”.

Martedì 5 novembre 2019 alle 13:30:06
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Massa Carrara





-


























Testata giornalistica registrata presso il tribunale di Massa n° 4/2017
Direttore responsabile: Matteo Bernabè

Contatta la Redazione

Privacy e Cookie Policy

Liguria News