Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione massa carrara 0585 027167
PUBBLICITA'
pubblicità massa carrara Richiedi contatto
Ultimo aggiornamento ore 22.19 del 16 Agosto 2018

Facebook La Voce Apuana Twitter La Voce Apuana RSS La Voce Apuana

Una cittadina in Consiglio: «Diteci cos'avete fatto in un anno»

Bocciata la mozione di Lapucci per installare una centralina presso il crematorio e Bernardi chiede le dimissioni dell'assessore Forti

IL RESOCONTO DELL'ASSEMBLEA CARRARESE
Una cittadina in Consiglio: «Diteci cos´avete fatto in un anno»
Carrara - Una cittadina in Consiglio comunale a Carrara: alla seduta di lunedì 30 interviene Angela Del Sarto. Preoccupata per lo stato in cui versa la città, chiede un bilancio delle cose fatte in un anno di nuova amministrazione. “A un anno dall’insediamento, vorrei capire cos’è stato fatto – afferma Del Sarto – capisco i problemi, ma a dar la colpa a chi è venuto prima si risale ai tempi dei romani. Ho letto che sono arrivati dei fondi per le periferie: sarebbe ora di bonificare le zone contenenti amianto. Il centro storico è sempre più deserto, invaso dalle deiezioni canine, dalle cicche di sigaretta, dall’erba alta. In piazza d’Armi, dove giocano i bimbi, i cestini sono pieni fino all’orlo. Ho letto anche dell’assunzione di cinque ragazzi che controllino i fiumi, ma ad oggi non ho visto nessuno. Le acque trasportano ancora i detriti delle cave. In località la Piana, dove c’è stata la frana, c’è una galleria in piena attività. La frana dei mesi scorsi non sarà che la prima di una lunga serie.”

Il tema del rischio idraulico è al centro anche di un’interrogazione del consigliere di minoranza Gianenrico Spediacci, che chiede: “A che punto sono i lavori per la fognatura di viale XX Settembre, l’impianto per il sollevamento delle acque in via Caboto, gli interventi sui fossi dei due canali in località Prada, ad Avenza?” Spediacci sollecita risolutezza e la rapidità. La prima non manca, assicura l’assessore ai lavori pubblici Andrea Raggi, ma la velocità è un problema: “Per quanto riguarda gli interventi sul Parmignola, il Comune ha grosse difficoltà – spiega l’assessore – non avendo al suo interno le competenze necessarie alla realizzazione dell’opera. Una volta incassato il parere favorevole dall’autorità di bacino del fiume Magra, faremo una revisione del progetto già esistente, poi cercheremo l’accordo con la Regione.” C’è poi un ulteriore problema relativo all’acquisizione dei terreni dove andrebbe realizzato l’impianto di via Caboto. Quanto al “fognone” di viale XX Settembre: “C’è una discussione in corso, l’Autorità portuale ha le sue obiezioni e altri soggetti stanno facendo resistenza,” afferma Raggi.

Sugli eventi culturali scontro: Massimiliano Bernardi in una mozione arriva a chiedere le dimissioni dell’assessora alla cultura Federica Forti: “Dal primo agosto il prezzo del biglietto per Carmi e Cap raddoppierà – motiva Bernardi – Il restauro del palco della musica è in ritardo, il Summer sport festival è stato un flop, l’osservazione troppo rigida della circolare Gabrielli ha creato un clima da medioevo, con l’annullamento degli eventi proposti dalle pro loco.” Pronta la replica di Forti: “È variato solo il prezzo cumulativo, passando da 5 a 10; oggi abbiamo una terza sede museale, il Carmi, dunque l’aumento è solo del 30%. In 6 mesi abbiamo avuto 3550 visitatori al museo del marmo, al Cap 2470 presenze in due mesi. Il Summer sport festival afferisce all’organizzazione a quattro mani dell’ufficio sport e di Imm e ha reso piazza Menconi molto frequentata.” Segue una vivace discussione sulla gestione degli eventi estivi, con un’opposizione molto critica e la maggioranza consiliare che difende l’interpretazione della giunta della circolare Gabrielli.

Bocciata la mozione del consigliere forzista Lorenzo Lapucci, che chiede alla giunta di installare una centralina nei pressi del forno crematorio per consentire l’immediata verifica della concentrazione nell'aria di inquinanti, soprattutto polveri sottili. “Non risulta ci siano state effettuate assunzioni di personale qualificato da utilizzare per gestione dell'Impianto – osserva Lapucci – a scapito di un rigoroso e puntuale iter procedurale tecnico da osservare obbligatoriamente durante le operazioni di cremazione. Detta situazione che perdura da mesi di per sé non tutela né i lavoratori né i cittadini.”
Mercoledì 1 agosto 2018 alle 09:31:23
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Massa Carrara




-

























Testata giornalistica registrata presso il tribunale di Massa n° 4/2017
Direttore responsabile: Matteo Bernabè

Contatta la Redazione

Privacy e Cookie Policy

Liguria News