LA REDAZIONE
telefono redazione massa carrara 0585 027167
PUBBLICITA'
pubblicità massa carrara Richiedi contatto
Ultimo aggiornamento ore 21.55 del 21 Settembre 2017

Facebook La Voce Apuana Twitter La Voce Apuana RSS La Voce Apuana

Pd Carrara, arrivate le lettere di espulsione

Tra i nomi eccellenti Andrea Vannucci, Dante Benedini, Fiorella Fambrini, Pierpaolo Delia e Patrizia Conti

Pd Carrara, arrivate le lettere di espulsione
Carrara - Il commissario del Partito Democratico di Carrara Gianni Anselmi ha firmato oggi le lettere di "segnalazione" alla Commissione di Garanzia Provinciale dei 16 candidati nelle liste di Vannucci e Spediacci iscritti al partito al momento del voto.

"Ai fini dell'applicazione di quanto disposto dall'art. 11 comma 2 del Regolamento Nazionale delle Commissioni di Garanzia - scrive Anselmi - con la presente inoltro segnalazione dei nominativi iscritti al Pd di Carrara che in occasione delle elezioni amministrative tenutesi l'11 giugno u.s. risultano essere incorsi nella fattispecie di cui all'articolo 2 comma 9 dello Statuto Nazionale".

NOMI NOTI.Ci sono tanti nomi noti della politica carrarese. Non solo quello, ovvio, di Andrea Vannucci che si è candidato a sindaco contro il "suo" partito in aperta polemica con la segreteria regionale. Nell'elenco figurano ex-dirigenti e ex-consiglieri comunali. Da Silvia Dell'Amico a Dante Benedini (ora eletto consigliere comunale con la lista Vannucci) passando per Davide Poletti e Pierpaolo Delia. Compresa l'ex vice-sindaco Fiorella Fambrini.
L'elenco completo dei nomi: Andrea Vannucci, Pierpaolo Delia, Silvia Dell'Amico, Carlo Boni, Riccardo Valdettari, Alessandra Masetti, Dante Benedini, Valerio Menconi, Riccardo Bertoloni, Davide Poletti, Fabrizio Marselli, Thomas Santi Cassani, Fiorella Fambrini, Patrizia Conti, Luca Tedeschi e Nicola Del Nero.

PRONTE LE ESPULSIONI.In base all'articolo 11 del regolamento nazionale delle commissioni di garanzia i 16 iscritti al Pd che hanno partecipato alle elezioni amministrative in altri partiti o liste civiche devono essere espulsi dal partito. La Commissione di Garanzia provinciale dovrà solo prendere atto della partecipazione alle elezioni in altre liste e formalizzare l'espulsione dal partito che ha una durata di due anni.

Questo l'articolo nazionale a cui fa riferimento Anselmi:"Gli iscritti che al termine delle procedure per la selezione delle candidature si sono candidati in liste alternative a quelle del PD, o in ogni modo non autorizzate dall’organo del PD territorialmente competente, a norma dell’ Articolo 2 comma 9 dello Statuto sono esclusi e non più registrabili per l’anno in corso e per quello successivo nell’Anagrafe degli iscritti. Il provvedimento di cancellazione è adottato, con efficacia immediata, dalla Commissione competente su segnalazione dell’organismo dirigente del territorio di cui l’iscritto fa parte. Avverso tale decisione è consentito presentare ricorso, senza che questo sospenda il provvedimento. Il provvedimento può essere revocato con motivata sentenza dalla Commissione competente a giudicare".
Venerdì 14 luglio 2017 alle 17:45:25
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Massa Carrara





FOTOGALLERY


VIDEOGALLERY
























Testata giornalistica registrata presso il tribunale di Massa n° 4/2017
Via Fratelli Rosselli, 33 - 19121 La Spezia
Direttore responsabile: Luca Borghini

Contatta la Redazione

Privacy e Cookie Policy

Liguria News