Ultimo aggiornamento ore 19.23 del 23 Agosto 2017

Facebook La Voce Apuana Twitter La Voce Apuana RSS La Voce Apuana

Nominati i nuovi assessori: Sarah Scaletti all'ambiente e Maurizio Bruschi all'urbanistica | Video

Completata la giunta De Pasquale

Nominati i nuovi assessori: Sarah Scaletti all´ambiente e Maurizio Bruschi all´urbanistica <span class=´linkFotoA1Articolo´> | <a href=´/videogallery/Annuncio-2-nuovi-assessori-a-Carrara-52.aspx´ class=´FotoVideoA1´>Video</a></span>
Carrara - "Da oggi la giunta e completa, quindi il lavoro dell'amministrazione potrà procedere spedito con
due nuove figure professionali e competenti'. E questo il messaggio dei sindaco Francesco De Pasquale relativo alla nomina di nuovi assessore.
L'ingegnere Sarah Scaletti è stata assegnata la delega alle politiche per la tutela dell'ambiente e l'architetto Maurizio Bruschi che assumerà la delega alla pianificazione territoriale e all'urbanistica.

"La scelta dei membri della giunta è avvenuta guardando alle capacità tecniche e al curriculum dei candidati," ha dichiarato l'assessore al bilancio Matteo Martinelli.

“L’incarico che ho accettato sarà sicuramente impegnativo e gravoso – ha dichiarato la neo-assessora Sarah Scaletti – ma anche una bella occasione per affrontare tematiche a cui sono legata personalmente. In passato le questioni ambientali sono state marginalizzate rispetto a quelle economiche e industriali, e questo ha portato a una serie squilibri sul territorio. Oggi le viviamo con una sensibilità che purtroppo ci deriva dall’aver toccato con mano le conseguenze delle scelte passate”

“La bellezza del territorio, stretto tra i monti e il mare, è legato anche alla sua fragilità – ha proseguito Scaletti – sinora troppa poca attenzione è stata prestata a questa caratteristica. Le scelte che si operano in un fazzoletto di territorio come questo si riversano a cascata su tutte le sue parti, e inevitabilmente anche sull’occupazione. Ne siamo consapevoli perché abbiamo subito la drammatica ultima alluvione e le due precedenti, frutto di scelte ondivaghe. Inoltre, subiamo ancor oggi le conseguenze in termini di salute dell’insediamento delle industrie chimiche”.

“Ci sono altre criticità che vanno affrontate con grande attenzione – ha spiegato l’assessora – benché in secondo piano: l’inquinamento ambientale, i rifiuti, il problema delle risorse idriche. Dobbiamo assumere duplice impegno: da un lato ponendo rimedio a quanto fatto nel passato, dall’altro guardando al futuro con un cambio d’approccio rispetto alle problematiche del Carrione e dell’inquinamento delle falde e dei terreni. Il Comune su questo non è strettamente competente, ma l’amministrazione non intende rimanere silente”.

“Dal punto di vista ambientale abbiamo un quadro normativo molto ampio – ha precisato Scaletti – ma spesso le leggi vengono applicate in maniera estremamente settoriale e, soprattutto, vissute come un onere. Va trovato un equilibrio tra componente economica, sociale e ambientale. Relativamente allo sviluppo ambientale, sarebbe opportuno attuare politiche di tipo locale calate nel contesto sul quale si agisce. I temi delle risorse idriche, dell’inquinamento e dello smaltimento dei rifiuti vanno insomma declinati in senso locale”.

DI seguito ha preso la parola il neo-assessore all’urbanistica Maurizio Bruschi: “È importante promuovere un percorso ricognitivo sullo stato delle attività in corso e sulla qualità dei servizi erogati, finalizzato al riconoscimento dei fabbisogni dei vari portatori di interessi. Dobbiamo il territorio al centro del dibattito: Carrara aveva una tradizione formidabile relativa all’urbanistica. C’è stato per lungo tempo in questa città un dibattito vivo che si è assopito fino a sparire”.

“La mia prerogativa sarà il riconoscimento delle fragilità ambientali e del patrimonio territoriale – ha affermato l’assessore – Il primo è necessario alla messa in sicurezza del territorio, intesa come un’opportunità per contrastare la mancata valutazione dei rischi passata, con tutti i danni sociali, economici e ambientali che ne sono conseguiti. A tal proposito rileviamo la necessità di un’inversione di tendenza dell’azione politica: è d’obbligo passare da una gestione monosettoriale, concentrata sul sistema idraulico-ingegneristico, alla salvaguardia del sistema delle risorse e alla produzione di opportunità attraverso un disegno di restauro del paesaggio”.

“Attueremo una strategia virtuosa in termini di occupazione e ricerca, per favorire la presenza di giovani e la buona salute di piccole e medie imprese chiamate alla manutenzione continua. Del territorio Il patrimonio territoriale rappresenta il codice genetico dell’identità carrarese,” ha concluso Bruschi.

Queste le biografie dei due nuovi membri della squadra di governo:

Maurizio Bruschi nasce a Carrara nel 1962. Laureato in architettura all’Università di Firenze, nel 1992 inizia la sua attività professionale collaborando con lo studio dell’architetto Ezio Bienaimè di Carrara. Dal 1995 inizia a lavorare principalmente all’interno di alcuni Comuni della Versilia (Camaiore, Massarosa, Viareggio) dove segue questioni legate alla progettazione urbanistica generale (piani regolatori comunali, piani strutturali, regolamenti urbanistici previsti dalla legislazione regionale toscana) e attuativa (piani particolareggiati di iniziativa pubblica/privata, piani integrati di intervento e piani di settore). Dal 2000 a oggi è prima funzionario tecnico del settore urbanistica del Comune di Camaiore e poi, nello stesso ente, dal 2013 responsabile del servizio opere pubbliche strategiche. Conoscitore del territorio apuano, è autore di pubblicazioni sul comune e sulla provincia. Durante l’amministrazione del sindaco di Carrara Emilia Fazzi-Contigli è stato presidente dell’allora circoscrizione 3. A luglio 2017 entra a far parte della giunta del sindaco di Carrara, Francesco De Pasquale, in qualità di assessore all’urbanistica.

Sarah Scaletti nasce a Carrara nel 1972. Laureata in ingegneria civile all’Università di Pisa col massimo dei voti, nel 2002 inizia la libera professione nel campo dell’ingegneria civile. La sua attività riguarda i settori dell’edilizia civile, industriale e agricola. Nel 2008 a Marina di Carrara fonda lo studio “I+A Studio Associato di Ingegneria e Architettura”. Dal 2005 al 2017 è stata membro del consiglio dell’Ordine degli ingegneri di Massa-Carrara. Negli ultimi anni l’attività professionale è stata caratterizzata, tra le altre cose, dalla redazione di piani attuativi e programmi aziendali di miglioramento agricolo ambientale con valutazione di assoggettabilità a valutazione ambientale strategica in zone a elevata qualità ambientale, anche con vincolo paesaggistico e rischio archeologico. A luglio 2017 entra a far parte della giunta del sindaco di Carrara, Francesco De Pasquale, in qualità di assessore all’ambiente.
Venerdì 28 luglio 2017 alle 14:41:17
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Video

28/07/2017 - Annuncio 2 nuovi assessori a Carrara



Notizie Massa Carrara






VIDEOGALLERY
























Testata giornalistica registrata presso il tribunale di Massa n° 4/2017
Direttore: Luca Borghini

Privacy e Cookie Policy