Ultimo aggiornamento ore 08.53 del 23 Agosto 2017

Facebook La Voce Apuana Twitter La Voce Apuana RSS La Voce Apuana

Nel centrosinistra anche Vannucci scarica ufficialmente Zanetti

Il candidato di Carrara Democratica: "Al ballottaggio lasceremo libertà di coscienza ai nostri elettori"

Nel centrosinistra anche Vannucci scarica ufficialmente Zanetti
Carrara - "Non possiamo votare per la continuità della giunta Zubbani rappresentata da Zanetti". Anche Andrea Vannucci si allinea alla presa di posizione del suo "collega" di centrosinistra, Gianenrico Spediacci. Finalmente dopo giorni di attesa, il candidato a sindaco di Carrara Democratica e liste civiche ha rotto gli indugi e ha dichiarato in una nota che per il ballottaggio del 25 giugno lascerà libertà di voto ai propri elettori.

"Un sincero ringraziamento ai nostri elettori. Aver ottenuto più del 15% dei consensi con oltre 4600 voti è un grande risultato" ha scritto Vannucci. "Poche settimane di lavoro contro tutto e contro tutti per spiegare le nostre ragioni, sono state veramente poche. Ci siamo posti come alternativa possibile, rispetto alla protesta grillina — ha proseguito l'ex-vicesindaco di Carrara — e nei confronti dell'amministrazione uscente, declinando la linea politica della discontinuità. Abbiamo voluto affermare che un nuovo centrosinistra è possibile anche a Carrara ed il risultato elettorale ci incoraggia a continuare su questa strada. Il nostro proposito è quello di promuovere una formazione politica associativa sul modello dell'ulivo, che recuperi le ragioni del riformismo dando loro prospettive concrete. La risposta del Pd fiorentino è stata l'imposizione con metodo autoritario, della reiterazione dell'alleanza di governo cittadino uscente, una sorta di partito della nazione che, per arginare la protesta grillina, tenta di mettere assieme tutti coloro che a vario titolo si sentono tutelati dall'esistente in una prospettiva di pura conservazione".

"Il peso della coalizione uscente, in virtù del mantenimento della quale si è sfasciato il partito, precipita dal 65 al 25%. Il Pd paga un prezzo enorme scendendo dal 28 al 13% perdendo 5000 voti. Questa non è la nostra politica — ha attaccato Vannucci — lo abbiamo ripetuto ossessivamente durante tutta la campagna elettorale. Adesso dobbiamo rivolgerci a tutti i nostri concittadini per rifondare un centrosinistra che sia altro rispetto a quello rappresentato sia da questa coalizione sia dalla proposta dei cinque stelle".

"Per il ballottaggio — ha concluso — ribadendo che non possiamo votare per la continuità della giunta Zubbani rappresentata da Zanetti lasciamo libertà di voto ai nostri elettori, i quali in piena libertà di coscienza, individuino quale forma di espressione democratica sia più vicino al loro sentire".
Venerdì 23 giugno 2017 alle 00:28:22
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Massa Carrara






VIDEOGALLERY
























Testata giornalistica registrata presso il tribunale di Massa n° 4/2017
Direttore: Luca Borghini

Privacy e Cookie Policy