Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione massa carrara 0585 027167
PUBBLICITA'
Contattaci
Ultimo aggiornamento ore 12.43 del 20 Agosto 2019

Facebook La Voce Apuana Twitter La Voce Apuana RSS La Voce Apuana

Maxischermo, il Comune si difende: «La spesa per l'affitto: 2.196 euro»

costato 12mila euro
Carrara - «Il maxischermo voleva rispondere alle aspettative dei tifosi senza biglietto». Lo afferma l'amministrazione comunale di Carrara che risponde alle polemiche sorte dopo la pubblicazione della determina dirigenziale che stanziava oltre 12mila euro per l'installazione del maxischermo nel piazzale di Carrarafiere in occasione della partita di andata dei playoff tra Carrarese e Pisa. Di seguito riportiamo l'intervento di Palazzo civico.

L’idea di allestire un maxischermo per la trasmissione della partita Carrarese-Pisa è nata dalla consapevolezza che in occasione di una gara così importante la richiesta di biglietti sarebbe aumentata e che - vista l’impossibilità per motivi di sicurezza di aumentare la capienza dello Stadio - molti tifosi non avrebbero potuto accedere all’impianto. Nella speranza di dare comunque una risposta a questa aspettativa, l’amministrazione si è dunque attivata in accordo con Prefettura e Questura per installare il maxischermo per la giornata di domenica: la decisione è stata presa a ridosso della partita, nell’intento di stemperare le tensioni e di consentire una visione di gruppo in una collocazione dove fosse possibile un tifo “da stadio”. La scelta della collocazione, il piazzale di Imm, è stata fatta su indicazione specifica delle forze dell’ordine e dopo aver valutato con loro i profili di rischio. La soluzione di installare il maxischermo in prossimità dello Stadio, così come richiesto anche da alcuni tifosi, è stata scartata proprio per ragioni di sicurezza.

L’amministrazione ha dunque affidato a Imm il servizio di progettazione, realizzazione e gestione dell’evento cosa che ha comportato oltre al noleggio dello schermo, la predisposizione di un piano della sicurezza da parte di una ditta esterna e la presenza di personale dedicato all’interno dell’area. Il costo dell’iniziativa dunque è stato dettato soprattutto dagli oneri legati alla sicurezza, innescati anche da una serie di richieste specifiche da parte delle forze dell’ordine: l’affitto del maxischermo, infatti, ha comportato una spesa di 2.196 euro.
Mercoledì 22 maggio 2019 alle 20:01:44
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Massa Carrara





-


























Testata giornalistica registrata presso il tribunale di Massa n° 4/2017
Direttore responsabile: Matteo Bernabè

Contatta la Redazione

Privacy e Cookie Policy

Liguria News