Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione massa carrara 0585 027167
PUBBLICITA'
Contattaci
Ultimo aggiornamento ore 20.09 del 7 Luglio 2020

Facebook La Voce Apuana Twitter La Voce Apuana RSS La Voce Apuana

La discussione delle tesi diventa polemica politica, caos in Comune

La Lega ha chiamato la polizia perché non sarebbe stato rispettato il decreto del governo per l'emergenza coronavirus. Il sindaco: «Tutto regolare». L'assessore Raggi: «Vergognatevi»

«Rispettate le norme»
Carrara - Ha chiesto l'intervento della polizia il segretario comunale di Carrara della Lega, Nicola Pieruccini per la discussione di alcune tesi di laurea dell'Accademia di Belle arti avvenute ieri mattina in Comune. Secondo l'esponente leghista, queste sessioni non si sarebbero dovute svolgere per effetto del decreto del governo che ha sospeso attività scolastiche e universitarie per l'emergenza coronavirus. Sul caso è intervenuto anche Lorenzo Baruzzo di Fratelli d'Italia che ha bollato questa situazione come «un fatto gravissimo che va condannato senza se e senza ma».

«Nell’ottica di una proficua collaborazione tra enti – ha fatto poi sapere il Comune –, l’amministrazione ha così dato supporto a Palazzo del Principe che per problemi legati alla didattica e al personale, non aveva la possibilità di organizzare la sessione nella modalità abituale. Per evitare disagi agli studenti, quindi, il Comune di Carrara ha messo a disposizione i suoi spazi, garantendo contestualmente il rispetto delle misure di contrasto alla diffusione del Coronavirus indicati nel DPCM del 4 marzo 2020 e disposizioni successive».

«Da sindaco e anche da insegnante sono stato ben lieto di andare incontro alla richiesta dell’Accademia e dei suoi studenti. Abbiamo dato la possibilità a questi laureandi di portare a compimento il loro percorso nei tempi previsti, un risultato importante per loro e per le loro famiglie. A loro vanno i miei complimenti. La sessione si è tenuta nel rispetto delle norme diramate per contenere la diffusione del coronavirus. Colgo l’occasione per richiamare tutti a non creare falsi allarmismi e a rispettare le norme igienico sanitarie diramate dal governo a tutela della salute propria e degli altri» ha dichiarato il sindaco di Carrara Francesco De Pasquale ricordando il comma i) dell’articolo 1 del  DPCM del 4 marzo 2020.

«Ringrazio per la collaborazione instaurata già da tempo con l’amministrazione comunale, il sindaco, la città di Carrara e tutti quelli che hanno collaborato alla organizzazione degli esami finali di tesi del nostro prestigioso istituto» ha aggiunto il presidente dell’Accademia di Belle Arti di Carrara Antonio Passa.

In serata poi è arrivato il commento social dell'assessore ai Lavori pubblici, Andrea Raggi: «Pur di avere spazio sui giornali seminando odio, bugie, fake news e far perdere tempo e soldi pubblici alle forze dell'ordine e al nostro sistema giudiziario, c'è chi vorrebbe denunciare il sindaco perché nella sala commissioni (dove vengono regolarmente tenute tutti i giorni le commissioni comunali composte da 8 membri) ci sono state 7 (sette) persone con regolare autorizzazione. Rovinare la tesi di laurea di un ragazzo chiamando la polizia... Creare allarme sociale con le foto davanti all'Accademia con la mascherina... Ho solo una cosa da dire: vergognatevi. (E già che ci siete restituite subito i 49 milioni, che servono per la sanità)».
Domenica 8 marzo 2020 alle 07:00:55
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Massa Carrara




-


Sondaggio

Contagi e vittime sono in calo da tempo in Italia e i numeri del Covid sono quelli che si registravano a febbraio nei primissimi giorni della futura pandemia. Voi quali sensazioni avete oggi?


















Testata giornalistica registrata presso il tribunale di Massa n° 4/2017
Direttore responsabile: Matteo Bernabè

Contatta la Redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Liguria News