Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione massa carrara 0585 027167
PUBBLICITA'
pubblicità massa carrara Richiedi contatto
Ultimo aggiornamento ore 13.33 del 24 Settembre 2018

Facebook La Voce Apuana Twitter La Voce Apuana RSS La Voce Apuana

Italia Nostra: «La maggioranza rimuova le "macerie" dalla città»

L'associazione: «Come ricostruirete quanto distrutto dalle amministrazioni precedenti?»

Italia Nostra: «La maggioranza rimuova le `macerie` dalla città»
Carrara - La sezione apuano-versiliese di Italia Nostra invita l'attuale maggioranza a rimuovere le “macerie” lasciate in eredità dalle precedenti amministrazioni, soprattutto dal centro storico.

“Non occorre essere degli specialisti in materia per individuare gli interventi necessari a rendere almeno presentabile la città – si legge nella nota – in attesa della prossima stagione turistica che ci auguriamo proficua anche per Carrara. Basta infatti fare un giro per strade e piazze del centro, partendo da piazza “Farini” e percorrendo, in una sorta di pellegrinaggio alla scoperta delle brutture cittadine, la via Roma, la via Verdi, la piazza “Alberica” per arrivare al tribolato Teatro degli Animosi al quale, oltre ai ben noti rilievi dei Vigili del Fuoco, è stata data in dotazione una piazza mai esistita in origine ed una collezione di enormi vasi di plastica che ne ostruiscono l’accesso e la visione.

Chiediamo inoltre all’Amministrazione Comunale di conoscere quali siano i concreti provvedimenti previsti nell’immediato per iniziare a ricostruire l’identità storica di un centro e di un territorio da troppo tempo insipientemente abusato e maltrattato. Noi riteniamo che Carrara abbia bisogno di un serio ed ampio progetto di riqualificazione complessiva culturale ed ambientale; progetto che ad oggi, a nostro avviso, ancora manca.

Ci preoccupa, invece, la pervicace volontà di portare a termine diversi progetti predisposti dalla precedente Amministrazione, sui quali la Sezione Apuo-Lunense di Italia Nostra si è da tempo dichiarata contraria, come,unitamente al Comitato dei Cittadini, l’attivazione del Forno crematorio a Turigliano, in un’area intensamente abitata e molto frequentata anche per la presenza di importanti strutture commerciali e, per quanto riguarda la politica culturale, la costosa realizzazione della mostra virtuale su Michelangelo alla Padula della quale non riusciamo francamente a percepire l’utilità né in funzione cittadina nè turistica.”

E si potrebbe continuare, con le nostre perplessità e contrarietà, in ordine ai progetti regionali di messa in sicurezza idrogeologica del nostro territorio dal monte al mare nonché interregionali-comunali per l’areale portuale carrarese, ma i cui effetti avranno deleterie conseguenze erosive sull’unità fisiografica di costa apuo-versiliese ed oltre. A questo proposito preannunciamo la realizzazione per la metà di aprile a Marina di Carrara di un Convegno di protesta e proposta di Italia Nostra di interesse non solo locale ma regionale e nazionale, visto che anche in altre realtà di costa si vogliono attuare interventi discutibili o inaccettabili come da noi.”

Concludendo, il nostro “Osservatorio permanente sui beni culturali e ambientali della città”, di cui il presente intervento è solo una modesta anticipazione, sarà uno strumento di analisi a disposizione della cittadinanza ed un presidio democratico per contribuire ad una effettiva tutela e valorizzazione dei “beni” della nostra comunità, da troppo tempo - come sopra si diceva - abusati e maltrattati insipientemente.”

Italia Nostra a livello nazionale dal 1955 e, segnatamente, la Sezione Apuo-Lunense dal 1972, come tutti sanno, si battono contro il degrado ambientale e culturale in tutte le sue forme, compresa la tendenza di molti enti pubblici a contrabbandare per “interessi cittadini” ciò che va solo a vantaggio di pochi.”

Giovedì 15 febbraio 2018 alle 21:30:57
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Massa Carrara




-


























Testata giornalistica registrata presso il tribunale di Massa n° 4/2017
Direttore responsabile: Matteo Bernabè

Contatta la Redazione

Privacy e Cookie Policy

Liguria News