LA REDAZIONE
telefono redazione massa carrara 0585 027167
PUBBLICITA'
pubblicità massa carrara Richiedi contatto
Ultimo aggiornamento ore 21.55 del 21 Settembre 2017

Facebook La Voce Apuana Twitter La Voce Apuana RSS La Voce Apuana

Indennità ex-consiglieri comunali, l'amministrazione ci riprova con una delibera

Il Comune sta cercando di recuperare i 400.000 euro degli inadempienti. Ma non è storia nuova

Indennità ex-consiglieri comunali, l´amministrazione ci riprova con una delibera
Carrara - L’amministrazione ha indetto una conferenza stampa per annunciare i provvedimenti presi contro 41 consiglieri comunali che sono stati in carica nei periodi 2004/2007 e 2007/2008, incassando indebitamente tra i 900 euro e i 26mila euro in più rispetto alla loro effettiva attività in Consiglio comunale. Con la deliberazione consiliare n. 56 del 9 giugno 2003, infatti, era stata disposta l'equiparazione del gettone di presenza all’indennità di funzione.

Per recuperare la somma, che ammonterebbe a 407.082.47 euro, la giunta ha approvato ieri una delibera con cui si dà mandato all’avvocatura del Comune di “attivare ogni e più opportuna azione giudiziale e/o stragiudiziale volta a ottenere il pagamento delle somme indebitamente percepite a titolo di indennità di funzione”.

“Se riuscissimo ad ottenere queste somme – ha affermato l'assessore Andrea Raggi – ci impegneremmo a versarle interamente per la messa in sicurezza degli edifici scolastici.”

“Parliamo delle annualità che vanno dal 2004 al 2008 – ha commentato il vicesindaco Matteo Martinelli – i dirigenti successivamente sono intervenuti, anche perché la guardia di finanza stava verificando la correttezza di comportamenti tenuti dai comuni limitrofi, e la pratica è cessata. Sia nel 2009 che nel 2011 e nel 2016 sono state spedite delle lettere a seguito delle quali solo alcuni consiglieri hanno provveduto a saldare quanto richiesto. Solo 4 hanno pagato, altri hanno chiesto il rateizzo”.

Infatti il caso dell'indennità di funzione e dei gettoni di presenza è già stato sollevato più volte in passato. Gli ex consiglieri si erano già visti recapitare il conto, anche se solo per il periodo luglio-dicembre 2007. E anche nella legislatura precedente vi era chi dovesse restituire diverse decine di migliaia di euro (da 20mila a 30mila). Fu allora che vennero recapitate loro le lettere. I consiglieri eletti nel 2007, e altri precedenti che avevano optato per l'indennità si dissero pronti a reagire, affermando che quel denaro non avrebbero dovuto restituirlo e che gli uffici comunali avrebbero interpretato in maniera troppo rigida la questione.

Nulla di nuovo sotto il sole, insomma. Come si comporterà, dunque, il Comune da adesso in poi? Rispedirà nuovamente le lettere? Procederà per vie legali?
Francesco De Pasquale: “Nella delibera si dà mandato all’avvocatura di avviare ogni azione giudiziale ed extragiudiziale”.

Quindi, anche in sede penale. L’ideale sarebbe concludere la questione senza andare in tribunale, ma se ciò non dovesse accadere che farebbe l’amministrazione? Inoltre, come si è visto, tra gli ex consiglieri c’è chi sostiene di non dovere questi soldi al comune.
Martinelli: “Secondo loro non sono dovuti.”

Qualcuno dei consiglieri ha addirittura minacciato di fare denuncia al Comune per la lettera ricevuta nel 2011. Insomma, è uno scenario ipotizzabile.
De Pasquale: “Visti i contenziosi in campo credo che il Comune non si farà problemi”.

Vi siete posti un termine?
De Pasquale: “No, sono procedure che partono oggi. Visto che la delibera è odierna, la prossima settimana dovrebbe attivarsi l’avvocatura per procedere al recupero”.

Non si può ottenere una lista degli inadempienti?
Martinelli: “Temo che dovrete fare un accesso agli atti, in quanto, per motivi di privacy, ci è stato consigliato di fare nomi”.
Venerdì 8 settembre 2017 alle 17:04:50
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Massa Carrara





FOTOGALLERY


VIDEOGALLERY
























Testata giornalistica registrata presso il tribunale di Massa n° 4/2017
Via Fratelli Rosselli, 33 - 19121 La Spezia
Direttore responsabile: Luca Borghini

Contatta la Redazione

Privacy e Cookie Policy

Liguria News