Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione massa carrara 0585 027167
PUBBLICITA'
pubblicità massa carrara Richiedi contatto
Ultimo aggiornamento ore 19.17 del 16 Ottobre 2018

Facebook La Voce Apuana Twitter La Voce Apuana RSS La Voce Apuana

Il Psi: «Nessun progetto per il centro». Il M5s: «Pensino ai loro deturpamenti»

I socialisti di Carrara intervengono per evidenziare cosa secondo loro non va nell'amministrazione. Sbrigativa replica via social dei grillini

«OLTRE CON-VIVERE NULLA»
Il Psi: «Nessun progetto per il centro». Il M5s: «Pensino ai loro deturpamenti»
Carrara - «I Socialisti della sezione di Carrara centro ritengono che il modo in cui l'amministrazione comunale ha condotto il dibattito sul rilancio del centro storico di Carrara, sia a dir poco surreale. Focalizzando l'attenzione su dettagli e su proposte minimali, l'amministrazione ha omesso di dire alla città che cosa intenda fare di concreto per rilanciare il centro». Così Davide Zubbani del Psi.

«Per riportare presenze in centro – prosegue Zubbani – occorre un'idea di sviluppo da concretizzare e in questo primo anno di governo della città da parte dei grillini non s'è visto nulla che vada in questa direzione. Al di là di iniziative estemporanee e isolate e al di là di quanto, (vedi Convivere), hanno ereditato dal centrosinistra, i grillini non hanno realizzato le politiche culturali sbandierate in campagna elettorale che dovevano fare la differenza nel rilancio di Carrara. Più in generale l'amministrazione grillina non è stata capace di dare un sostegno concreto alle attività e ai cittadini che vivono in centro; men che meno è stata capace di dare vita a un progetto che potesse portare in città investimenti ed energie tali da attivare il rilancio di cui il centro storico ha bisogno. Per questo il bilancio dell'azione politica dei grillini sul centro di Carrara (ma il discorso vale per tutta la città) è doppiamente preoccupante non solo per i pochi fatti realizzati ma soprattutto per la scarsa progettualità che l'amministrazione ha messo in campo. Se dopo un anno di governo, i grillini sono ancora a questo punto, è improbabile che riescano a produrre una strategia capace di cambiare in meglio la situazione. Sembrano lontani anni luce i tempi della campagna elettorale quando i grillini promettevano di risolvere tutto e subito. La città, però, non ha dimenticato gli impegni sottoscritti dai grillini un anno fa; sono ancora tutti sulla carta, basta andare a rileggersi il programma che hanno presentato. Dunque poiché governano la città, proprio sulla base delle promesse fatte, sarebbe il momento che i grillini iniziassero a far vedere qualcosa di più del poco che s'è visto finora».

Sempre per quanto riguarda il centro storico, i socialisti, insieme agli ex-componenti dell'ex-Consiglio dei cittadini di Carrara centro, erano intervenuti sulla ripulitura dei monumenti operata dall'amministrazione: «Se la nuova amministrazione ha potuto eseguire la pulizia delle statue del Gigante e di Mazzini, dandone un'enfatica presentazione alla città, lo deve a due fattori, che è doveroso citare. Il primo è che l'amministrazione di centrosinistra ha lasciato a disposizione i finanziamenti necessari all'esecuzione dei lavori; l'altro è il lavoro dei componenti del Consiglio dei cittadini di Carrara che, non solo durante il mandato ma anche dopo, da semplici cittadini, hanno chiesto e insistito affinché la pulizia avvenisse. Questo rimette in ballo la questione di quanto sia indispensabile che i cittadini partecipino in maniera diretta all'amministrazione cittadina, portando all'attenzione di chi governa la città le proposte, le istanze, i problemi direttamente dalle strade, dalle piazze, dai quartieri dove l'attenzione della giunta grillina, in quest'ultimo anno, è stata scarsa o del tutto assente. I grillini nel programma elettorale ebbero buon gioco a promettere che avrebbero introdotto (citiamo testualmente dal programma grillino) “strumenti di democrazia diretta che riportino nelle mani dei cittadini il potere di prendere direttamente alcune decisioni e di avere strumenti di controllo sull'operato degli amministratori”. Peccato che delle tante idee buttate là in campagna elettorale, come i referendum deliberativi, abrogativi o finanziari, oppure i concorsi di idee e progettazione o ancora come le assemblee pubbliche per condividere l'azione di governo con i cittadini, da parte dell'amministrazione grillina non si sia visto nulla. E ciò che è peggio è che a palazzo civico di tutte queste belle cose non ne parlano neppure più. Alla luce del lavoro che consigli cittadini hanno eseguito, in maniera assolutamente volontaria, vogliamo ribadire che sopprimere i consigli è stato un errore clamoroso. Soprattutto però vogliamo chiedere all'amministrazione di dare finalmente corpo alle tante promesse fatte in tema di partecipazione. Occorrono nuovi organismi ad hoc, che dovranno funzionare su base volontaria, ovvero senza costare un soldo ai carraresi, dove i cittadini potranno mettere le proprie idee e il proprio tempo al servizio della città. Su questo auspichiamo che i grillini battano finalmente un colpo».

Sbrigativa la risposta arrivata via social dal Movimento 5 Stelle che ha scritto: «Non accettiamo lezioni da chi ci ha lasciato la città in queste condizioni e ricordiamo che, nonostante le difficoltà, ce la stiamo mettendo tutta per risollevarla dal torpore e dal degrado in cui è stata lasciata. Avete impiegato oltre 15 anni per deturpare Carrara e abbandonarla a sé stessa: non accettiamo soluzioni da chi governava fino a ieri e aveva tutto il tempo per metterle in atto».
Lunedì 17 settembre 2018 alle 14:53:30
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Massa Carrara




VIDEOGALLERY

-


























Testata giornalistica registrata presso il tribunale di Massa n° 4/2017
Direttore responsabile: Matteo Bernabè

Contatta la Redazione

Privacy e Cookie Policy

Liguria News