Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione massa carrara 0585 027167
PUBBLICITA'
pubblicità massa carrara Richiedi contatto
Ultimo aggiornamento ore 21.33 del 18 Febbraio 2019

Facebook La Voce Apuana Twitter La Voce Apuana RSS La Voce Apuana

Contro il Ddl Pillon: anche a Carrara nasce il Comitato

diritti civili
Contro il Ddl Pillon: anche a Carrara nasce il Comitato
Carrara - Il "Coordinamento 7 Luglio" di Carrara si schiera decisamente contro il disegno di legge: “Norme in materia di affido condiviso, mantenimento diretto e garanzia di bi-genitorialità”, noto come ddl Pillon. Ne auspica il ritiro ritenendolo «lesivo dei diritti civili fondamentali della persona, profondamente dannoso per la qualità della vita e della crescita emozionale dei minori e rischioso per le donne che vogliono uscire da relazioni violente. Ritiene, inoltre, il suddetto Decreto passibile di incremento del conflitto e dei tempi di separazione dei coniugi». Riportiamo di seguito l'intervento integrale del Coordinamento.

Come componenti del Coordinamento 7 Luglio, inoltre, riteniamo che chi lo sostiene sembra ignorare completamente, come se provenisse da un altro pianeta, che ad oggi le disparità economiche tra i generi in Italia sono pesantissime. Ci sconcerta notare, fra l'altro a questo proposito, che fra le firmatarie vi siano ben quattro donne!
In questo decreto,infatti, con il pretesto di salvaguardare i minori e consentire una bi-genitorialità, non si considerano i dati di realtà della società italiana, dati per i quali:
il 50,7% delle donne italiane non lavora fuori casa, occupandosi esclusivamente della famiglia (fonte Istat), il 40% delle donne che si dimettono dal lavoro fuori casa lo fa dopo la nascita dei figli (fonte: Ispettorato del lavoro), l’82,5% delle separazioni è consensuale (fonte Istat), e il 90% degli affidi è condiviso (fonte Istat), senza obbligo di mediazione familiare e di piano genitoriale che secondo il ddl Pillon dovrà essere, invece, previamente redatto con un mediatore privato e poi approvato dal giudice. Inoltre sono proprio i minori ad essere i più penalizzati.
Costretti a subire inesistenti ed fantascientifiche attribuzioni di sindromi, come la Pas, senza nessun fondamento scientifico, con l’unico risultato di fare ai più deboli ulteriore violenza in una situazione, quale una separazione, che altra attenzione e altra sensibilità dovrebbe avere.
Considerata l’alta percentuale di separazioni consensuali e di affidi condivisi già garantiti dalla legge vigente, è semplice affermare che il ddl Pillon non è pensato per rispondere alle esigenze delle famiglie e che ha invece l’obiettivo di avviare esclusivamente una visione di mondo anacronistica, medievale e lesiva dei diritti umani fondamentali ad uso di quanto di più retrivo sta cercando di nuovo spazio nella nostra società.
Scoraggiando separazioni e divorzi, che diventano in questa ottica possibilità solo di pochi chi “se li possono permettere”, di fatto eliminando l’assegno di mantenimento per i figli e incrementando le possibilità di contenzioso tra i coniugi.
Il Coordinamento 7 luglio e' decisamente contrario alla visione di società che il senatore Pillon vorrebbe restaurare ed avvierà prossimamente incontri ed iniziative sul territorio per approfondirne e divulgare la pericolosità di questo decreto, sostenendo che la battaglia per la sua totale eliminazione deve e dovrà essere durissima.
In questa occasione il Coordinamento 7 Luglio intende promuovere anche a Carrara l’idea della nascita di un Comitato No Pillon, invitando chiunque si batta per i diritti civili, la tutela dei minori, delle donne, e comunque dei soggetti più deboli, ad un percorso condiviso di cui parlare in un incontro mercoledi 20 febbraio alle h 18 presso il “Circolo dei Baccanali “ a Carrara, in via San Piero 3.


(foto: repertorio)
Venerdì 8 febbraio 2019 alle 10:16:36
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Massa Carrara




-


























Testata giornalistica registrata presso il tribunale di Massa n° 4/2017
Direttore responsabile: Matteo Bernabè

Contatta la Redazione

Privacy e Cookie Policy

Liguria News