LA REDAZIONE
telefono redazione massa carrara 0585 027167
PUBBLICITA'
pubblicità massa carrara Richiedi contatto
Ultimo aggiornamento ore 21.55 del 21 Settembre 2017

Facebook La Voce Apuana Twitter La Voce Apuana RSS La Voce Apuana

Bandiera RSI sulla Brugiana: GD e Carrara possibile chiedono dimissioni Lorenzoni

Genovesi: "Sua presenza gravissima". La lista: "Gesto incompatibile col ruolo che ricopre"

Bandiera RSI sulla Brugiana: GD e Carrara possibile chiedono dimissioni Lorenzoni
Carrara - I Giovani democratici e la lista Carrara Possibile chiedono a gran voce le dimissioni del consigliere Maurizio Lorenzoni dopo la sua arrampicata alla Brugiana con la bandiera di Salò in compagnia del solito Manfredo Bianchi.

"L'ennesimo gesto del professor Bianchi, questa volta compiuto in gruppo, è, se possibile, ancor più grave del primo – ha scritto Sirio Genovesi dei GD Carrara – r non si può liquidare la vicenda scomodando termini come “goliardata”, “ragazzata” o ricorrendo al classico “benaltrismo” ormai tanto di moda: non si può far finta di nulla di fronte a questo fascismo sempre più radicato nella nostra società e nelle nostre istituzioni".

"E un'istituzione era anche presente in quella triste foto sulla Brugiana nella persona del consigliere comunale Maurizio Lorenzoni – ha proseguito Genovesi – candidato a Sindaco alle ultime elezioni con una coalizione di (centro)destra composta da Fratelli d'Italia, Lega Nord e Forza Italia. A nulla valgano le giustificazioni prontamente addotte dall'interessato, sedicente paladino della libertà di espressione: il fascismo non è un'opinione come un'altra"

"Al di là di ogni valutazione giuridica, quindi, il nostro comune “ripudia” (il verbo è volutamente fortissimo) ogni forma di fascismo. Stavolta non c'è spazio per difendersi dietro la libertà di pensiero: noi crediamo che chi difende ed, anzi, partecipa ad eventi di chiara matrice fascista non possa sedere in quella istituzione anti-fascista che è il nostro Consiglio Comunale".
Per questo i GD Carrara chiedono le dimissioni immediate del consigliere e una netta presa di posizione del consigliere comunale Palma in merito.

Netta condanna anche da parte dalla lista Carrara Possibile, per cui il gesto del professor Bianchi "si pone come arrogante provocazione verso tutte le istituzioni democratiche calpestando la dignità ed il ricordo delle vittime e di tutti coloro che hanno subito violenze e soprusi durante il periodo di azione della Repubblica di Salò".

"Ci rendiamo conto che ad oggi la memoria storica si stia lentamente affievolendo lasciando spazi a queste manifestazioni indegne di un paese civile e democratico – si legge nel comunicato – per identificare i fatti a cui facciamo riferimento è necessario un passo indietro, la RSI fu il regime esistito tra il settembre 1943 e l'aprile 1945 voluto dalla Germania nazista e guidato da Benito Mussolini, al fine di governare parte dei territori italiani controllati militarmente dai tedeschi dopo l'armistizio di Cassabile".

"Detto questo, è fondamentale è necessario affermare che il sostegno a questo regime perpetrato da Bianchi è una grave violazione della legge 645/1952 – prosegue la nota – la quale sanziona chiunque promuova od organizzi sotto qualsiasi forma, la costituzione di un'associazione, di un movimento o di un gruppo avente le caratteristiche e perseguente le finalità di riorganizzazione del disciolto partito fascista, oppure chiunque pubblicamente esalti esponenti, princìpi, fatti o metodi del fascismo, oppure le sue finalità antidemocratiche".

Il comitato di Carrara possibile si domanda "come Bianchi possa continuare ad esercitare la professione di docente, figura fondamentale nella formazione delle menti delle future generazioni. Ancora più grave la posizione del consigliere Maurizio Lorenzoni, che sedendo tra i banchi del consiglio comunale, non solo avrebbe dovuto condannare gli atteggiamenti del Bianchi, ma anzi ne spalleggia l' azione rendendosi complice di un atto non solo illegale ma tragico nella sua natura".

La lista chiede dunque le immediate dimissioni del Consigliere Maurizio Lorenzoni in quanto "il suo ruolo è totalmente incompatibile con il suo gesto e le idee che vi si nascondono dietro".
Lunedì 11 settembre 2017 alle 16:00:00
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Massa Carrara





FOTOGALLERY


VIDEOGALLERY
























Testata giornalistica registrata presso il tribunale di Massa n° 4/2017
Via Fratelli Rosselli, 33 - 19121 La Spezia
Direttore responsabile: Luca Borghini

Contatta la Redazione

Privacy e Cookie Policy

Liguria News