Ultimo aggiornamento ore 08.53 del 23 Agosto 2017

Facebook La Voce Apuana Twitter La Voce Apuana RSS La Voce Apuana

Ballottaggio, chi vincerà? Ecco i possibili scenari

Abbiamo valutato le ipotesi sulla base dei risultati del primo turno e delle dichiarazioni dei candidati esclusi dal duello finale

Ballottaggio, chi vincerà? Ecco i possibili scenari
Carrara - Con l’ultima dichiarazione di Andrea Vannucci che ha scritto esplicitamente il suo non-appoggio al candidato ufficiale del Pd, Andrea Zanetti, le cose si mettono bene per il Movimento 5 Stelle e Francesco De Pasquale. Infatti, se Zanetti vuole sperare di vincere, dovrebbe ottenere tutti i voti, o una buona parte, presi al primo turno da Vannucci e Spediacci. Ma, come sappiamo, anche quest’ultimo ha dichiarato senza mezzi termini che non appoggerà Zanetti al ballottaggio. Gli elettori dei due candidati di centrosinistra seguiranno l’indicazione dei loro leader? La risposta a questa domanda è molto probabile che sarà quella che determinerà il nome del prossimo primo cittadino. Abbiamo ipotizzato alcuni scenari.

Scenario n. 1 | Gli elettori di Vannucci e Spediacci non votano Zanetti e votano al 50% per De Pasquale e 50% scheda bianca o annullano; gli elettori di Lorenzoni (candidato del centrodestra) e di Ilaria Paladini, come dichiarato, votano scheda bianca o annullano; gli elettori di Claudia Bienaimé e Alessandra Caffaz votano De Pasquale, come hanno indicato ai propri sostenitori .
In questo caso De Pasquale dal 27,27% di partenza salirebbe al 47,14%, mentre Zanetti resterebbe al suo 25,28%. E, per il fatto che le schede nulle o bianche non concorrono al risultato finale, il candidato pentastellato risulterebbe eletto.

Scenario n. 2 | Gli elettori di Vannucci e Spediacci votano al 50% per Zanetti e al 50% per De Pasquale; gli elettori di Lorenzoni e di Ilaria Paladini, come dichiarato, votano scheda bianca o annullano; gli elettori di Claudia Bienaimé e Alessandra Caffaz votano De Pasquale, come hanno indicato ai propri sostenitori .
In questo caso De Pasquale dal 27,27% di partenza salirebbe al 47,14%, mentre Zanetti dal suo 25,28% arriverebbe al 37,24%. E anche in questa ipotesi il candidato pentastellato risulterebbe eletto.

Scenario n. 3 | Gli elettori di Vannucci e Spediacci votano al 50% per Zanetti e al 50% per De Pasquale; gli elettori di Lorenzoni e di Ilaria Paladini, danno al 50% il voto a De Pasquale e al 50% annullano o votano scheda bianca (riteniamo questo uno scenario probabile perché Lorenzoni e Paladini si sono presentati come molto critici verso il centrosinistra di governo di Carrara, rappresentato oggi da Zanetti, e quindi una parte potrebbe votare De Pasquale); gli elettori di Claudia Bienaimé e Alessandra Caffaz votano De Pasquale, come hanno indicato ai propri sostenitori .
In questo caso De Pasquale dal 27,27% di partenza salirebbe al 54,61%, mentre Zanetti dal suo 25,28% arriverebbe al 37,24%. E anche in questa ipotesi il candidato pentastellato risulterebbe eletto.

Scenario n. 4 | Gli elettori di Vannucci e Spediacci votano al 50% per Zanetti e al 50% votano scheda bianca o annullano; gli elettori di Lorenzoni e di Ilaria Paladini, danno al 50% il voto a De Pasquale e al 50% annullano o votano scheda bianca (riteniamo questo uno scenario probabile perché Lorenzoni e Paladini si sono presentati come molto critici verso il centrosinistra di governo di Carrara, rappresentato oggi da Zanetti, e quindi una parte potrebbe votare De Pasquale); gli elettori di Claudia Bienaimé e Alessandra Caffaz votano De Pasquale, come hanno indicato ai propri sostenitori .
In questo caso De Pasquale dal 27,27% di partenza salirebbe al 42,65%, mentre Zanetti dal suo 25,28% arriverebbe al 37,24%. E anche in questa ipotesi il candidato pentastellato risulterebbe eletto.

Scenario n. 5 | Gli elettori di Vannucci e Spediacci votano al 100% per Zanetti; gli elettori di Lorenzoni e di Ilaria Paladini, come dichiarato, votano scheda bianca o annullano; gli elettori di Claudia Bienaimé e Alessandra Caffaz votano De Pasquale, come hanno indicato ai propri sostenitori .
In questo caso De Pasquale dal 27,27% di partenza salirebbe al 35,18%, mentre Zanetti dal suo 25,28% arriverebbe al 49,18%. In questa ipotesi, poco probabile viste le dichiarazioni di Vannucci e Spediacci, il candidato del Partito Democratico risulterebbe eletto.

Scenario n. 6 | Gli elettori di Vannucci e Spediacci votano al 50% per Zanetti e al 50% per De Pasquale; gli elettori di Lorenzoni e di Ilaria Paladini, votano al 50% per De Pasquale e al 50% per Zanetti; gli elettori di Claudia Bienaimé e Alessandra Caffaz votano De Pasquale, come hanno indicato ai propri sostenitori .
In questo caso De Pasquale dal 27,27% di partenza salirebbe al 54,61%, mentre Zanetti dal suo 25,28% arriverebbe al 44,71%. In questa ipotesi avrebbe la meglio De Pasquale.

Gli scenari potrebbero essere, ovviamente, molti altri. Le sfumature sono infinite. Il cosiddetto “disclaimer” finale è infatti necessario: le ipotesi che abbiamo descritto sono solo frutto di un ragionamento basato su quello che è stato il primo turno e sulle dichiarazioni di voto dei candidati esclusi dal ballottaggio che sono seguite. E poi c’è l’incognita dell’affluenza e delle astensioni.
Venerdì 23 giugno 2017 alle 21:35:36
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Massa Carrara






VIDEOGALLERY
























Testata giornalistica registrata presso il tribunale di Massa n° 4/2017
Direttore: Luca Borghini

Privacy e Cookie Policy