Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione massa carrara 0585 027167
PUBBLICITA'
pubblicità massa carrara Richiedi contatto
Ultimo aggiornamento ore 21.44 del 15 Novembre 2018

Facebook La Voce Apuana Twitter La Voce Apuana RSS La Voce Apuana

22 milioni per le opere pubbliche: ecco cosa cambierà nel 2019 a Carrara

In commissione consiliare sono stati presentati gli interventi: dal bando periferie all'edilizia scolastica, dall'emergenza abitativa ai sottopassi, dalle strade alle barriere architettoniche

anche indagini sui ponti
22 milioni per le opere pubbliche: ecco cosa cambierà nel 2019 a Carrara
Carrara - Il presidente della commissione lavori pubblici del Comune Gabriele Guadagni ha illustrato il piano delle opere pubbliche per il 2019 messo a punto dall’amministrazione comunale. Sono previsti investimenti per un totale di 22 milioni di cui 14 milioni da contributi di altri enti. Le scelte dell’amministrazione confermano alcune delle linee individuate già nel precedente bilancio e ne tracciano di nuove. Confermati gli interventi sulla sicurezza delle scuole e la sistemazione dei sottopassi per la Saffi e lo Zaccagna; tra le novità, le risorse per l’emergenza abitativa e quelle per i bagni pubblici e un nuovo parco giochi in centro a Carrara. E poi al via le indagini sui ponti e l’adeguamento degli impianti sportivi.

SCUOLE – Per quanto riguarda le scuole è confermato l’impegno sulla sicurezza. Per il 2019 sono previsti 190mila euro per il completamento delle indagini di vulnerabilità. Si tratta di una cifra più contenuta rispetto ai 400mila euro stanziati nel 2018 ma questo semplicemente perché la maggior parte degli edifici è stata monitorata e ne restano da verificare appena 7. Nel corso del 2018 sono stati verificati 13 edifici, altri 6 erano stati controllati nel 2017 a fronte dei 2 monitorati nel 2016, prima dell’insediamento di questa amministrazione. 120mila euro sono stati stanziati per un nuovo capitolo, quello che riguarda la messa a norma degli impianti termici degli edifici scolastici che fino a oggi non sono mai stati adeguati e 200 mila euro saranno investiti per l’adeguamento antincendio e la sicurezza sui luoghi di lavoro negli edifici scolastici (confermando lo stanziamento del 2018).
Inoltre sono stati finanziati due interventi che pur non riguardando direttamente una sede scolastica condizionano la vita e la sicurezza degli studenti. Si tratta del sottopasso della Saffi, da piazza Gramsci, che sarà recuperato con un’opera imponente da 200 mila euro finanziata con un mutuo e del sottopasso in località Fossola, davanti all’Istituto Zaccagna, che sarà sistemato con 150mila euro. Confermato infine lo stanziamento da 1,4 milioni di euro per i lavori alla Giromini. Riguardo a questo plesso è in fase di completamento la progettazione definitiva dell’intervento. Successivamente si passerà alla progettazione esecutiva e poi apriranno i cantieri, indicativamente nella prima metà del 2019. In effetti c’è stata una dilazione dei tempi dovuta alla necessita di adeguare l’intervento alle nuove normative. Nell’annualità 2020/21 sono previsti interventi per la costruzione delle nuove sedi scolastiche di Taliercio e Buonarroti.

EMERGENZA ABITATIVA – Tra le nuove linee di finanziamento attivate con questo bilancio c’è quella per la manutenzione straordinaria di edifici destinati all’emergenza abitativa e altre esigenze di strutture relative ai servizi sociali. Sono previsti 350mila euro in tre anni destinati tra le altre cose alla ristrutturazione di edifici del patrimonio per obiettivi di co-housing rivolto fasce deboli della popolazione.

PONTI – Un altro dei nuovi capitoli di stanziamenti è quello che riguarda le indagini e le verifiche sui ponti. Sono previsti 50mila euro per cominciare il percorso di monitoraggio dei ponti sul territorio che non sono numerosissimi ma vanno verificati. Ad esempio il ponte via Sorgnano e quello ex via dei marmi (via San Martino). I ponti della Padula sono già sotto indagine. Da controllare anche i ponti storici, come quello della ex marmifera che confluisce su via Elisa.

IMPIANTI SPORTIVI – Nel 2019 inizieranno le indagini su altri impianti sportivi, dopo lo Stadio. Il capitolo è stato portato da 50 a 250mila euro per la manutenzione straordinaria e la manutenzione degli impianti. Le opere riguarderanno tra gli altri il palazzetto dello sport e le. In più sono stati stanziati altri 150mila euro per l’adeguamento della piscina di Carrara.

BARRIERE ARCHITETTONICHE – Per il piano di abbattimento delle barriere architettoniche si prosegue con un altro stanziamento da 100mila euro, analogo a quello dello scorso anno.

BAGNI PUBBLICI – A bilancio troviamo inoltre 40mila euro per nuovi bagni pubblici a Carrara centro, 30mila euro per il decoro urbano, 20mila euro per messa a dimora di nuove aree verdi e 30mila euro per la realizzazione di un parco giochi a Carrara.

STRADE – Per quanto riguarda le strade del territorio: sono stati confermati i 50mila euro per la sistemazione degli accessi al Parco della Padula e per l’avvio della progettazione del parcheggio su via Sorgnano. Per l’intervento di consolidamento del parcheggio Grazzano sono stanziati 150mila euro. Le opere partiranno solo dopo che il Consorzio di bonifica avrà provveduto al consolidamento del piede della sponda. Per la viabilità montana sono stati stanziati 140mila euro mentre sono sono stati confermati gli importi per i contratti quadro di manutenzione straordinaria e ordinaria di edifici e strade.

ACQUE – Recentemente trasferita dalla Regione al Comune la competenza per gli interventi sui canali tombati. Sono opere complicate e gravosi come ad esempio quello in corso su canal del Rio che ha comportato l’apertura di un cantiere a San Francesco. A bilancio sono previsti 100mila euro più 150mila euro dedicati solo a canal del Rio nel vecchio tracciato (zona Poste centrali).
L’intervento per la realizzazione della tubatura sotterranea lungo viale XX Settembre per la raccolta delle acque meteoriche, slitta al 2020 perché serve una revisione progetto su input dell’Autorità Portuale che ha espresso riserve sulla parte terminale della condotta. Lo stanziamento previsto è di 1,680 milioni di euro.
L’idrovora alla foce del Carrione/via Caboto è finanziata con contributo al 100% della regione per 600mila euro. Il progetto c’è, ed è in corso l’acquisizione del terreno al patrimonio comunale.

BANDO PERIFERIE – Confermati anche gli interventi previsti dal Bando periferie con la riqualificazione urbana per la sicurezza territoriale, resilienza e decoro urbano nella zona di Marina di Carrara Est; la riqualificazione dell'ex capannone Cat di Avenza; la riqualificazione urbana per la sicurezza territoriale, resilienza e decoro urbano nella zona di Carrara Est; il recupero dell’area esterna alla scuola primaria Gentili a Fossola; il recupero di Palazzo Pisani e palazzo Rosso, e il rifacimento della pavimentazione di Via Verdi. A bilancio anche 125mila euro per l’adeguamento antincendio delle scuole Di Castelpoggio, Bedizzano, Grazzano, Fossone.
Giovedì 25 ottobre 2018 alle 22:14:17
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Massa Carrara




-


Sondaggio

Sei favorevole o contrario all'erogazione del reddito di cittadinanza per i più poveri?

























Testata giornalistica registrata presso il tribunale di Massa n° 4/2017
Direttore responsabile: Matteo Bernabè

Contatta la Redazione

Privacy e Cookie Policy

Liguria News