Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione massa carrara 0585 027167
PUBBLICITA'
pubblicità massa carrara Richiedi contatto
Edizione del weekend

Facebook La Voce Apuana Twitter La Voce Apuana RSS La Voce Apuana

«Aumentano le tasse, grillini Robin Hood all'inverso». Pd all'attacco

Il Partito Democratico di Carrara contro la decisione sull'addizionale Irpef: «Depa si dimentica dei più facoltosi»

«ceto medio come gli industriali?»
«Aumentano le tasse, grillini Robin Hood all´inverso». Pd all´attacco
Carrara - «Depa aumenta le tasse, ma dimentica i più facoltosi». Lo afferma il Partito Democratico di Carrara che punta il dito contro l'amministrazione pentastellata carrarese che ha annunciato un aumento dell'addizionale Irpef per le mancate entrate che ammontano a circa 3 milioni tra tagli governativi e il mancato gettito dal settore lapideo per la questione delle cave chiuse. (Qui maggiori dettagli).

«I Cinque stelle di Carrara – attaccano dal Pd – aumentano le tasse e mettono le mani nelle tasche dei cittadini: un capolavoro d’incapacità, dilettantismo e incompetenza. La storia è presto detta: freschi d’insediamento, i pentastellati dapprima si rifiutano di adeguare le tariffe del marmo, violando esplicitamente il Regolamento sugli agri marmiferi. L’opposizione minaccia allora di ricorrere alla Corte dei Conti e alla Procura. A quel punto, e solo a quel punto, la maggioranza trema e decide di correre ai ripari. Come? Aumentando le tariffe del marmo del 5% in modo indiscriminato, dopo un procedimento lampo durato appena dieci giorni (stando a quanto dichiarato dallo stesso assessore al marmo Alessandro Trivelli a mezzo stampa). Il risultato? Una pioggia di ricorsi».

«Arriviamo così a dicembre 2018 – proseguono i dem – quando in vista del clima natalizio la Giunta decide di fare un nuovo regalo agli industriali e modifica il Regolamento introducendo l’adeguamento delle tariffe ogni quattro anni. Non essendo in grado di riscuotere nemmeno il dovuto da aziende che, come si può leggere facilmente dalle pagine dei giornali, godono di ottima salute e presumendo una diminuzione di gettito causato dalla temporanea inattività di alcune cave, preferiscono invece aumentare le tasse al 90% dei cittadini, preferiscono invece aumentare le tasse al 90% dei cittadini. Fanno salire l’Irpef fino allo 0,8% con una metodologia uguale per tutti, esclusa la fascia più povera (fino a 10mila euro di reddito). Cinque stelle Robin Hood all’inverso. Il ceto medio carrarino si ritroverà così a pagare l’Irpef esattamente come i ricchi industriali del marmo. Incapaci di assumersi qualsivoglia responsabilità, naturalmente i pentastellati adesso cercano di far ricadere la colpa altrove: sulla Regione Toscana, sul 58 bis (che loro stessi hanno votato), sul meteo. Forse si sono resi conto di non poter dare la colpa a quelli di prima in eterno. Qualsiasi cosa, insomma, pur di non prendersi le loro responsabilità».
Giovedì 17 gennaio 2019 alle 11:27:41
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Massa Carrara




-


























Testata giornalistica registrata presso il tribunale di Massa n° 4/2017
Direttore responsabile: Matteo Bernabè

Contatta la Redazione

Privacy e Cookie Policy

Liguria News