Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione massa carrara 0585 027167
PUBBLICITA'
pubblicità massa carrara Richiedi contatto
Ultimo aggiornamento ore 15.11 del 19 Novembre 2018

Facebook La Voce Apuana Twitter La Voce Apuana RSS La Voce Apuana

Orti urbani alla Padula, lavori completati a fine mese (meteo permettendo)

Saranno 50 i giardini ricavati nell'area alla destra del ponte d'ingresso del parco di Carrara

sopralluogo della commissione
Orti urbani alla Padula, lavori completati a fine mese (meteo permettendo)
Carrara - Gli orti urbani in Padula dovrebbero essere pronti a fine mese, dopodiché sarà il turno del bando. Nel pomeriggio si è svolto il sopralluogo delle commissioni consiliari IV - “Politiche e Servizi Sociali” e VI - “Urbanistica” in seduta congiunta. I lavori, appaltati alla Di.Gi. Costruzioni con sede in Aversa con determina del 13 settembre, sono già cominciati ma hanno subìto una brusca battuta di arresto dovuta al maltempo: lo ha spiegato il geometra Maurizio De Pietri dell’ufficio opere pubbliche.

Meteo permettendo, a fine novembre dovrebbero essere ultimati. Gli orti sono costati 132 mila euro, 90mila dei quali finanziati dalla Regione tramite l’iniziativa “Centomila orti in Toscana” partita nell'estate 2016. L’area è stata individuata sulla sponda orografica destra del torrente Gragnana; la precedente amministrazione aveva previsto che gli orti sorgessero alla destra del ponte d’ingresso e fossero una ventina, la nuova invece ha preferito spostarsi alla sinistra del ponte dove ne realizzerà 50 su un’area di 3825 mq e di un frutteto su un’area di 1325.

L’area più ampia, già naturalmente provvista di una struttura adatta al livellamento, sarà dunque terrazzata e divisa in circa 50 appezzamenti; quella di minore estensione ospiterà gli alberi da frutto, essendo troppo scoscesa per essere lavorata in orizzontale. Le vie d’accesso sono state cementate per ragioni di accessibilità e saranno ricoperte da inerte. La gestione degli orti urbani, regolamentata dal bando regionale, prevede un primo bando per la partecipazione delle associazioni e un secondo bando, gestito dall’associazione vincitrice ma già impostato dalla Regione, per l’assegnazione degli orti a favore della cittadinanza. Il frutteto dovrebbe invece divenire un “community garden” la cui gestione sarà affidata all'associazione che si aggiudicherà il primo bando, che regolamenterà anche l’accesso dei cittadini.

Un capitolo a parte è costituito dal ponte della Padula, inaccessibile per via delle assi pericolanti: “E’ oggetto di un incarico di monitoraggio che non riusciamo a espletare – spiega l’ingegner Giuseppe Marrani – Amia non riesce nemmeno a pulire l’ingresso. Bisognerebbe accedere al ponte con un mezzo in alveo che però comporterebbe una spesa di 4mila euro. Il consorzio di bonifica sta però appaltando dei lavori nella zona sottostante e realizzerà una pista che consentirà di accedere al cantiere dal parcheggio di Grazzano.”
Giovedì 8 novembre 2018 alle 23:04:38
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Massa Carrara




-

























Testata giornalistica registrata presso il tribunale di Massa n° 4/2017
Direttore responsabile: Matteo Bernabè

Contatta la Redazione

Privacy e Cookie Policy

Liguria News