Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione massa carrara 0585 027167
PUBBLICITA'
Contattaci
Edizione del weekend

Facebook La Voce Apuana Twitter La Voce Apuana RSS La Voce Apuana

Confartigianato porta la cultura della sicurezza a scuola, studenti entusiasti

Mascardi: «Ora ampliamo agli altri istituti e ai disoccupati tramite i Centri per l'impiego»

al montessori-repetti
Confartigianato porta la cultura della sicurezza a scuola, studenti entusiasti
Carrara - La cultura della sicurezza è arrivata a scuola grazie al progetto lanciato da Confartigianato Massa Carrara e che in questa prima uscita ha coinvolto l’istituto Montessori-Repetti di Carrara. Un ciclo di incontri tenuti da un esperto del settore, l’ingegner Alessandro Badiale, che si è sviluppato in più giornate, per 4 ore di lezioni suddivise in due sessioni per ciascuna classe coinvolta fra i tre indirizzi di studio dell’istituto scolastico. In tutto 184 studenti e ieri mattina si è svolta l’ultima sessione con la consegna degli attestati formativi obbligatori in materia di salute e sicurezza sul lavoro consegnati da Confartigianato che entreranno a far parte del curriculum dei ragazzi che hanno partecipato. Un primo passo, essenziale, per affacciarsi al mondo del lavoro tramite i progetti di alternanza, stage o tirocini. A spiegare il significato dell’iniziativa il direttore di Confartigianato, Gabriele Mascardi: “Nell’ambito delle iniziative destinate al sociale abbiamo realizzato questo progetto che vuole portare un ciclo di formazione gratuita agli studenti degli istituti superiori della nostra provincia. Si tratta dei corsi obbligatori in materia di salute e sicurezza sul lavoro richiesti da tutte le aziende, essenziali per chi si affaccia al mondo del lavoro. Al nostro invito ha subito risposto l’istituto Montessori-Repetti, tramite il preside Luigi Corsi, supportato dagli insegnanti e referenti di plesso, e grazi all’ingegner Badiale siamo riusciti a portare a termine un progetto di formazione per 184 ragazzi. Giovani che quando si confronteranno con le aziende saranno già giuridicamente formati, come prevede la legge. Inoltre le lezioni sono servite a diffondere in questi ragazzi la cultura della sicurezza nei luoghi di lavoro”. “Abbiamo presentato ai ragazzi contenuti chiari sugli obblighi formativi – ha ribadito Badiale – passando poi a fare degli esempi pratici sui rischi possibili negli ambienti lavorativi ma che si trovano anche a scuola o in ambito domestico, come elementi di antincendio, sicurezza elettrica o rischio da rumore”. Corsi che rientrano perfettamente nell’ottica formativa dell’istituto, come spiega il referente per i progetti di alternanza scuola lavoro, Andrea Paltrinieri: “I nostri percorsi di orientamento si articolano nell’arco di tutto il triennio e si compongono di tre parti: formazione su sicurezza presupposto fondamentale, poi formazione giuridico economica e stage strettamente attinenti ai nostri percorsi di studio. Per il linguistico stage all’estero o nelle scuole primarie per l’insegnamento dell’inglese; gli studenti del classico preparano la notte nazionale dei licei classici o, per la curvatura biomedica, nelle strutture sanitarie; per quanto riguarda l’indirizzo di scienze umane, gli sbocchi sono gli stage nelle scuole primarie o nelle strutture socio sanitarie”. Grande interesse e partecipazione da parte dei ragazzi, come hanno testimoniato alcuni dei protagonisti, Anna Biglioli, Emma Lavinia Silicani, Elettra Mariani, Giulia Fanchiotti, Mattia Rabasco, Francesco Valsega e Luca Vignoli. “Un corso esauriente e utile che ci ha insegnato cose che ci serviranno in futuro e ci ha aiutato a comprendere meglio i rischi che potremmo incontrare in futuro nel mondo del lavoro”. E’ solo il primo passo di un più ampio progetto che Confartigianato vuole continuare a portare avanti: “I corsi gratuiti in materia di salute e sicurezza sui luoghi di lavoro proseguiranno con tutti gli altri istituti che ne faranno richiesta – conclude Mascardi – e non solo. E’ intenzione dell’associazione ampliarli il prima possibile ai Centri per l’impiego, per aiutare inoccupati e disoccupati a reinserirsi nel mondo del lavoro. Infine, come annunciato, nell’ambito del piano ‘Carrara Si-Cura’ per il rilancio del commercio confermiamo la disponibilità della nostra struttura a offrire gratuitamente tutte quelle prestazioni di sportello necessarie nella lunga trafila burocratica e tutti i servizi per ottemperare alle normative in materia di igiene alimentare,  salute e sicurezza sul lavoro”.
Lunedì 10 febbraio 2020 alle 19:48:22
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Massa Carrara




-


Sondaggio

Chi è il miglior giocatore della Pontremolese?






















Chi è il miglior giocatore della San Marco Avenza?








































Testata giornalistica registrata presso il tribunale di Massa n° 4/2017
Direttore responsabile: Matteo Bernabè

Contatta la Redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Liguria News