Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione massa carrara 0585 027167
PUBBLICITA'
pubblicità massa carrara Richiedi contatto
Edizione del weekend

Facebook La Voce Apuana Twitter La Voce Apuana RSS La Voce Apuana

Cave, una normativa transitoria eviterà la decadenza della concessione

Trivelli: «Abbiamo collaborato con cooperative, sindacati e industriali per trovare soluzione»

Sinergia con la regione
Cave, una normativa transitoria eviterà la decadenza della concessione
Carrara - Oggi l’assessore al marmo Alessandro Trivelli ha illustrato nella commissione dedicata la norma transitoria 58 bis, una modifica alla legge n. 35 del 2015 in materia di cave approvata mercoledì 26 in consiglio regionale. “La legge determina le sanzioni per cave che abbiano realizzato difformità volumetriche sopra i mille metri cubi al di fuori del progetto di coltivazione autorizzato – ha spiegato Trivelli – con la conseguenza della sospensione dell’attività e della decadenza di autorizzazione e concessioni. Siamo andati incontro a problemi nell’applicazione della norma: nel caso delle sei cave bloccate in particolare vi sarebbero gravi risvolti occupazionali, con centinaia di dipendenti coinvolti.” Per risolvere il problema il Comune si è rivolto alla Regione: “ Abbiamo collaborato con le cooperative, i sindacati e gli industriali per trovare una soluzione che salvaguardasse sia l’ambiente che l’occupazione. La normativa introdotta evita che le cave vadano incontro alla procedura di decadenza della concessione. Qualora venga rilevata una difformità oltre i mille metri cubi rispetto a quanto previsto dal progetto di coltivazione esse verranno in primo luogo sanzionate; poi saranno tenute a presentare un progetto di messa in sicurezza e risistemazione ambientale. Nei 60 giorni che saranno necessari al Comune ad approvare il progetto e a rilasciare l’autorizzazione la cava sarà interdetta. Una volta portato a compimento il progetto potrà richiedere una variante del piano coltivativo. La 58 bis resterà in vigore fino al 5 giugno 2019 o comunque all’approvazione dei piani attuativi.”
Lunedì 1 ottobre 2018 alle 19:04:03
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Massa Carrara




-


























Testata giornalistica registrata presso il tribunale di Massa n° 4/2017
Direttore responsabile: Matteo Bernabè

Contatta la Redazione

Privacy e Cookie Policy

Liguria News