Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione massa carrara 0585 027167
PUBBLICITA'
pubblicità massa carrara Richiedi contatto
Ultimo aggiornamento ore 14.15 del 22 Gennaio 2019

Facebook La Voce Apuana Twitter La Voce Apuana RSS La Voce Apuana

Cave chiuse, la Cooperativa di Lorano torna al lavoro

Riprenderanno il 3 gennaio le attività in una delle sei stoppate per aver escavato fuori perimetro. Il sindaco: «Siamo di parola, ridotto all'osso del tempo del fermo». Soddisfazione dai soci della coop

l'articolo 58 bis
Cave chiuse, la Cooperativa di Lorano torna al lavoro
Carrara - Via libera dell’ufficio marmo del Comune di Carrara alla ripresa dell’attività nella cava della Cooperativa di Lorano. Il nulla osta è partito ieri, relativamente alla parte di cava autorizzata, al termine della messa in sicurezza del sito. Questa mattina, venerdì, il sindaco Francesco De Pasquale ha fatto visita al sito estrattivo, accompagnato da Carlo Piccioli e Mirco Ferrari, rispettivamente presidente e direttore responsabile della Cooperativa.

Lo stop all’escavazione di questa e altre 5 cave era scattato per effetto della norma transitoria sui fuori piano, l’articolo 58 bis della Legge regionale 35 entrato in vigore il 26 ottobre per sanzionare le difformità dai piani di coltivazione fino all’entrata in vigore dei Piani Attuativi dei Bacini Estrattivi. La Cooperativa di Lorano aveva fermato l’attività il 9 novembre e si era immediatamente attivata per espletare le procedure previste dalla norma: il 19 novembre aveva presentato il progetto all’Ufficio Marmo che in appena 24 ore, il 20 novembre, aveva convocato la Conferenza dei Servizi per il 6 dicembre. Grazie alla tempestività della Cooperativa e degli Uffici comunali, ieri – completate le opere di messa in sicurezza – si è concluso il periodo di fermo: l’attività vera e propria ripartirà il 3 gennaio visto che in questi giorni le cave sono tutte ferme per le festività natalizie e l’indisponibilità del Soccorso Cave.

«Calendario alla mano lo stop per la Cooperativa di Lorano è durato meno di due mesi: si tratta di un risultato conseguito a tempo di record, grazie al lavoro del personale dell’Ufficio Marmo e all’impegno della nostra amministrazione che ha dato massima priorità a queste pratiche» ha commentato il sindaco ricordando che la norma assegna al comune 60 giorni di tempo dal momento della presentazione del progetto per il rilascio delle autorizzazioni necessarie alla ripresa delle attività e che in questo caso ne sono trascorsi appena 40.

«Questa vicenda dimostra che siamo di parola e che avevamo ragione a sollecitare le imprese ad affrettarsi nella presentazione dei progetti: chi lo ha fatto, come la Cooperativa di Lorano, ha ridotto all’osso il tempo del fermo» ha dichiarato il primo cittadino, ringraziando ancora una volta il personale del Settore Marmo e tutti i dipendenti degli Uffici regionali coinvolti.

L’impegno dell’amministrazione e degli uffici è stato apprezzato in primis dagli stessi soci della Cooperativa di Lorano: «Mai vista tanta tempestività: non possiamo non ammettere che la pratica è stata gestita con una tempistica davvero fuori dall’ordinario e per questo ringraziamo tutti» hanno detto Piccioli e Ferrari al sindaco De Pasquale.
Venerdì 28 dicembre 2018 alle 19:50:44
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Massa Carrara




-


























Testata giornalistica registrata presso il tribunale di Massa n° 4/2017
Direttore responsabile: Matteo Bernabè

Contatta la Redazione

Privacy e Cookie Policy

Liguria News