LA REDAZIONE
telefono redazione massa carrara 0585 027167
PUBBLICITA'
pubblicità massa carrara Richiedi contatto
Ultimo aggiornamento ore 22.11 del 18 Giugno 2018

Facebook La Voce Apuana Twitter La Voce Apuana RSS La Voce Apuana

Addio Amia e Apuafarma: arriva Nausicaa

Le due società si fonderanno insieme. Gestiranno l'80% dei servizi del Comune di Carrara. Concorso di idee per il logo

GRANDI MANOVRE
Addio Amia e Apuafarma: arriva Nausicaa
Carrara - Amia e Apuafarma si fonderanno venendo a costituire un nuovo macroente multiservizi: si chiamerà Nausicaa, come la figlia del re Alcinoo innamorata di Odisseo. Per il nuovo logo ci sarà un concorso di idee. Il passaggio è stato illustrato dal vicesindaco di Carrara con delega alle società partecipate Matteo Martinelli in commissione bilancio: “L’atto va a completare il piano di razionalizzazione approvato dal Consiglio Comunale lo scorso settembre.”

Per il momento è stato lasciato da parte lo scorporamento di Amia del ramo di igiene ambientale che sarebbe confluito in Rete Ambiente Spa. La legge regionale 69 del 2011 ha istituito l’autorità per il servizio di gestione integrata dei rifiuti urbani per l’area “Toscana Costa”, che riunisce i comuni compresi nelle province di Livorno, Lucca, Massa Carrara e Pisa. La società di ambito Reti Ambiente Spa avrebbe dovuto occuparsi dello svolgimento servizio integrato di gestione dei rifiuti urbani. Poi sarebbe privatizzata tramite una gara. Un progetto ad oggi fermo.

“Stiamo prendendo tempo – ha spiegato Martinelli – pare che ci sia la volontà politica di rivedere punti cardine di quel progetto. Tra due anni poi si voterà in Regione.” Per il momento l’amministrazione ha una priorità: andare avanti sul processo di fusione. “A nostro avviso è necessario – ha aggiunto Martinelli – perché le due aziende gestiscono servizi molto diversi, sono soggetti a normativa di settore ad elevata complessità e ad adempimenti di carattere amministrativo e tributario che ci obbligano a strutturarle nel modo migliore possibile. L’obiettivo è creare un’azienda più strutturata, moderna, che sappia stare sul mercato non solo per quanto riguarda le farmacie ma anche per altri servizi, come l’assistenza e l’igiene urbana. In passato sono emerse criticità che riguardavano la parte amministrativa delle due aziende. Intervenire sull’assunzione del personale permetterà di ottenere risparmi notevoli. L’operazione dovrebbe permettere inoltre di inserire ulteriore personale amministrativo in azienda unica, assorbendo anche i rami della Progetto Carrara.”
Martedì 5 giugno 2018 alle 20:33:21
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Massa Carrara




-
























Testata giornalistica registrata presso il tribunale di Massa n° 4/2017
Direttore responsabile: Matteo Bernabè

Contatta la Redazione

Privacy e Cookie Policy

Liguria News