Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione massa carrara 0585 027167
PUBBLICITA'
pubblicità massa carrara Richiedi contatto
Ultimo aggiornamento ore 23.19 del 13 Dicembre 2018

Facebook La Voce Apuana Twitter La Voce Apuana RSS La Voce Apuana

«Con Nausicaa si rafforza il servizio pubblico. Tutelati 400 lavoratori»

Soddisfatti amministratori e sindacati. Il presidente di Apuafarma Luca Cimino, dopo la firma dell'accordo quadro: «Risultato importantissimo di un lavoro intenso e proficuo»

verso la fusione
«Con Nausicaa si rafforza il servizio pubblico. Tutelati 400 lavoratori»
Carrara - La nascita di Nausicaa, la nuova multi servizi del Comune di Carrara è un po’ più vicina. Lunedì il vicesindaco Matteo Martinelli, titolare della delega alle società partecipate, ha coordinato il tavolo tra sindacati, Amia e Apuafarma per la firma dell’accordo quadro per la fusione tra le due aziende controllate dal municipio. Il documento riguarda 400 dipendenti – tra Amia, Apuafarma e quelli che arrivano da Progetto Carrara – che a seguito della fusione manterranno parità di trattamento e di diritti: non a caso l’accordo è stato sottoscritto sia dalle segreterie provinciali di Cgil, Cisl e Uil sia da tutti i sindacati di categoria.

La fusione tra Amia e Apuafarma era stata decisa dal consiglio comunale il 31 maggio 2015 con voto unanime e confermato con una successiva delibera consiliare il 27 settembre 2017. Il progetto di fusione è stato depositato presso il registro delle Imprese lo scorso 29 giugno e affida a Nausicaa servizi quali la gestione di farmacie comunali, mense e trasporti scolastici, piano della sosta e parcheggi comunali a pagamento, igiene ambientale e arredi urbani; la manutenzione di impianti elettrici comunali, impianti termici, fogne bianche, spiagge; l’affidamento di servizi sociali (Osa e Ose) e cimiteriali; funzioni strategiche su energy manager, bonifiche stradali, musei e teatri.

La firma dell’accordo quadro è arrivata al termine di un lungo percorso che si è intensificato negli ultimi tre mesi, con una fitta serie di incontri tra il vicesindaco Martinelli, i dirigenti delle due municipalizzate e i sindacati. «Ringrazio i vertici di Apuafarma e Amia e in particolare il dottor Luca Cimino e il dottor Pascal Arrighi per la grande professionalità dimostrata in tutto questo percorso. Ringrazio le organizzazioni sindacali per l’atteggiamento propositivo e costruttivo. La sottoscrizione di questo accordo è un passaggio fondamentale per la fusione tra Amia e Apuafarma. Quando nascerà, probabilmente nei primi mesi del 2019, Nausicaa sarà una multi servizi da 400 dipendenti, la seconda azienda della nostra città in termini di personale dopo Asl. Questa fusione dunque è un’occasione importante che ci permetterà di avviare una riorganizzazione strategica, anche e soprattutto dal punto di vista amministrativo e di dare servizi di miglior qualità ai nostri cittadini» ha dichiarato soddisfatto Matteo Martinelli.

«La soddisfazione per aver raggiunto questo accordo è massima. Siamo riusciti a firmare con le organizzazioni sindacali al termine di un lavoro intenso e proficuo di contrattazione, a testimonianza che le parti in causa si sono trovate d'accordo sulla bontà della proposta che prevede tecnicamente non solo un art. 2112 c.c. pieno, per tutti i lavoratori della società incorporata, ma anche l’assenza di licenziamenti per esuberi. Il percorso intrapreso non si concluderà con la nascita di Nausicaa, ma si spingerà fino alla revisione di tutti gli accordi sindacali di II livello delle due aziende con un unico accordo strutturale che permetterà di rendere più moderna, efficace ed efficiente la nuova azienda e armonizzare, ove possibile, anche le condizioni giuridico-sociali dei lavoratori. I miei ringraziamenti vanno quindi all'amministrazione comunale e a chi ha lavorato alacremente con me per riuscire a raggiungere un importantissimo risultato che evidenzia quanto impegno stiamo mettendo per tutelare il futuro dei servizi nella nostra città» ha commentato il presidente di Apuafarma Luca Cimino.

«Si è chiuso un importante passaggio che a questo punto dà il via libero alla fusione che porterà alla nascita di Nausicaa, una importante realtà per la città di Carrara visto che gestirà quasi tutti i servizi erogati dal comune. Auspichiamo questo percorso possa chiudersi in tempi rapidi perché la fusione consentirà di migliorare efficienza e capacità organizzativa con ricadute positive per i lavoratori ma anche per la qualità dei servizi ai cittadini» ha aggiunto l’amministratore unico di Amia Pascal Arrighi.

Una soddisfazione quella dell’amministrazione e delle due aziende coinvolte, condivisa anche dalle organizzazioni sindacali: «Come Cisl siamo molto soddisfatti dell'accordo raggiunto che condivide i principi dell'Amministrazione Comunale di Carrara e delle Organizzazioni Sindacali firmatarie, finalizzato alla continuità e al potenziamento dei servizi attualmente erogati ai cittadini nonché all'efficienza della gestione. Un accordo che garantirà ai lavoratori occupazione, stabilità economica e in alcuni casi anche miglioramento contrattuale. In un'epoca in cui quasi tutte le amministrazioni comunali cercano di esternalizzare i servizi qua si è deciso, con una scelta coraggiosa e aggiungiamo noi saggia, di puntare sulla formula “in house" ad intero controllo pubblico» hanno aggiunto il segretario di Cisl Toscana Nord Andrea Figaia e i rappresentanti delle sigle di categoria di Cisl, Mannini Luca, Nani Manuela, Desolati Paolo.

«Siamo soddisfatti e abbiamo apprezzato il valore di questa fusione. I lavoratori passano nella nuova multi servizi portandosi dietro tutte le tutele e diritti di cui già godevano. Abbiamo apprezzato il fatto che questa fusione va nella direzione di rafforzare il servizio pubblico, con una maggiore qualità e una migliore risposta ai cittadini» ha dichiarato il segretario di Cgil Massa-Carrara Paolo Gozzani, insieme ai rappresentanti delle sigle di categoria Alessio Menconi, Sebastiano Salaro e Nicola Del Vecchio.
Mercoledì 28 novembre 2018 alle 18:19:41
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Massa Carrara




-


Sondaggio

A Massa tutte le sedute di Consiglio comunale si apriranno con l'inno nazionale. Sei favorevole o contrario?

























Testata giornalistica registrata presso il tribunale di Massa n° 4/2017
Direttore responsabile: Matteo Bernabè

Contatta la Redazione

Privacy e Cookie Policy

Liguria News