LA REDAZIONE
telefono redazione massa carrara 0585 027167
PUBBLICITA'
pubblicità massa carrara Richiedi contatto
Ultimo aggiornamento ore 18.12 del 23 Febbraio 2018

Facebook La Voce Apuana Twitter La Voce Apuana RSS La Voce Apuana

Sabato l'inaugurazione della collettiva d'arte contemporanea "No Parking"

Alla Galleria Black Art Lounge di Valeria Lattanzi

Sabato l´inaugurazione della collettiva d´arte contemporanea `No Parking`
Carrara - Sabato 20 gennaio, alla Galleria Black Art Lounge di Valeria Lattanzi, si inaugura una collettiva d'arte contemporanea sulla pittura informale astratta dal titolo "No Parking". Il titolo della mostra è una riflessione sul mondo dell'arte contemporanea che è sempre in movimento, in continua evoluzione. Questa collettiva presenta una selezione di opere che rientrano nelle varie correnti informali astratte nate nello scorso secolo per rompere con la pittura classica figurativa e ancora oggi attuali. Queste tecniche pittoriche si sono sviluppate in tutto il mondo e sono state catalogate con diversi nomi: action painting, espressionismo astratto, cubismo, informale materico, astratto geometrico e tante altre. I nove artisti in mostra espongono opere di varie dimensioni e tecniche occupando le due sale della galleria. Nella prima sala l'artista toscano Giuseppe Linardi espone un quadro di grandi dimensioni della sua ultima produzione artistica, dipinto con colori a olio e con la tecnica del collage. Paolo Maggis, artista milanese da anni residente a Barcellona, espone tre opere di medio formato eseguite con la pittura astratta espressionista.
Massimo Angèi, nato a Sarzana, espone due tele di piccolo e grande formato. La sua è una pittura istintiva che oscilla tra l'astratto e il figurativo, legata al tema della natura.
Roberto Chiabrera, artista genovese, è presente con una tela di grande formato. Chiabrera scarica sulla tela le proprie energie interne creando opere di forte impatto emotivo.
Nella seconda sala gli altri cinque artisti espongono una serie di quadri realizzati con varie tecniche pittoriche, sempre sul tema della pittura informale astratta. L'artista francese Delenseigne si avvicina alla pittura astratta materica applicando alla tela colate di silicone o cera a caldo colorata. Michele Chiossi e Antonello Pelliccia, artisti toscani entrambi di adozione milanese, si avvicinano alla pittura astratta geometrica. Entrambi sviluppano la loro ricerca partendo dal disegno. Chiossi si ferma al disegno a mano libera su cartoncino nero mentre Pelliccia, per realizzare il disegno, si avvale del computer per poi dipingere il quadro finale con la tecnica classica del pennello usando dei colori particolari.
Gli ultimi due artisti CCH e Maurizio Faleni, pur usando tecniche e supporti pittorici completamente diversi tra loro, sono accomunati dalla ricerca del colore e dello spazio. Faleni utilizza come supporto lastre di alluminio industriali, dipingendo con colori naturali e usando la ceralacca per aumentare la lucentezza del colore. Sulla lastra il colore molto fluido scivola e si posiziona in modo casuale quasi incontrollabile per l'artista. Nel caso di CCH il colore è controllato dall'artista che dipinge i bordi della tela, creando una cornice all'interno del quadro, lasciando bianca la parte interna della tela.
Lunedì 15 gennaio 2018 alle 11:56:00
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Massa Carrara



FOTOGALLERY


-
























Testata giornalistica registrata presso il tribunale di Massa n° 4/2017
Direttore responsabile: Luca Borghini

Contatta la Redazione

Privacy e Cookie Policy

Liguria News