Genova Post La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione massa carrara 0585 027167
PUBBLICITA'
Contattaci
Ultimo aggiornamento ore 14.43 del 18 Ottobre 2019

Facebook La Voce Apuana Twitter La Voce Apuana RSS La Voce Apuana

Mogol, il coro dei monaci tibetani e tanti altri. Con-Vivere in musica

Ecco il programma degli eventi musicali: anche la lezione concerto di Rattalino e Kim e la lirica

il programma
Mogol, il coro dei monaci tibetani e tanti altri. Con-Vivere in musica
Carrara - Il primo appuntamento musicale della quattordicesima edizione di Con-vivere, il Festival organizzato dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Carrara, in programma da giovedi 5 a domenica 8 settembre a Carrara, è quello con la musica intramontabile di Bach, che rivive attraverso le note di due maestri del pianoforte: Danilo Rea e Ramin Bahrami. “Bach in the air” (giovedi 5 ore 22,00 al Sagrato della Chiesa del Suffragio) è un viaggio che parte da Bach per costruire un ponte tra mondi ed epoche diverse ma conciliabili secondo un progetto che si fonda sull'idea di Ramin Bahrami, pianista classico tra i più famosi a livello internazionale e Danilo Rea, pianista jazz di cultura eclettica.

“Educare con la musica e il bel canto” è il titolo del concerto lirico a cura del Circolo Amici della lirica “A. Mercuriali” (venerdi 6 ore 21.30 Duomo S. Andrea ). Un omaggio alla musica, parte integrante del sistema educativo fin dall'antichità, grazie alle voci di Anna Pirozzi (soprano), Walter Fraccaro (tenore),Sergio Bologna (baritono) e gli allievi dell’Accademia lirica “Marmo all’Opera!” di Carrara.

A seguire alla chiesa del Suffragio i monaci tibetani di Thashi Lhunpo, in un coro di voci uniche accompagnate da balli e maschere tipiche della tradizione monastica tibetana daranno vita a una performance che trasmette il sapore della cultura unica del Tibet e la ritualità delle loro danze sacre,. Quello di Thashi Lhunpo è uno dei maggiori centri accademici del Tibet fino all’occupazione cinese, frequentato da oltre 6 mila tra studenti e monaci e sede del Pachen Lama, secondo leader spirituale per importanza dopo il Dalai Lama. Ano. La loro partecipazione a Con-vivere è un messaggio di pace attraverso la musica che per il buddismo tibetano, rappresenta un elemento essenziale della religiosità.

Dall'incontro di uno dei più importanti teorici della musica e una grande pianista prende vita un appuntamento da non perdere: “Artigianato e scienza nella formazione del musicista”, lezione-concerto alla scoperta dei segreti della formazione musicale di Piero Rattalino e Ilia Kim (Sabato 7 ore 21.30 al Cinema Garibaldi), unico evento a pagamento del Festival (le prevendite su viva ticket.it).
Rattalino, ha insegnato in vari conservatori, occupando per più di trent’anni una cattedra di pianoforte principale al Conservatorio “G. Verdi” di Milano. Il Ministero della Pubblica
Istruzione gli ha assegnato la medaglia d’oro dei benemeriti dell’arte, della cultura e della educazione. Ha fatto parte di giurie in vari concorsi internazionali.
Tra il 1968 e il 2006 è stato direttore artistico dell’Istituzione Universitaria dei Concerti di Roma, del Teatro Comunale di Bologna, del Teatro Carlo Felice di Genova, del Teatro Regio di Torino e del Teatro Massimo “Bellini” di Catania, organizzandovi stagioni liriche, sinfoniche e da camera. Come direttore artistico ha curato la produzione di circa duecento opere. Ilia Kim, debutta a soli a undici anni a Seoul, sua città natale, che le conferisce un premio per fanciulli eccezionalmente dotati, assegnandole una borsa di studio per recarsi all’estero. E inizia la sua attività concertistica con tournée in tutto il mondo esibendosi con le Orchestre più prestigiose.

Gli appuntamenti musicali di Con-vivere 2019 si chiudono con “Mogol Racconta Mogol”, (domenica 8 ore 21,30 corso Rosselli), conferenza- concerto del più grande autore italiano di testi di canzoni. Con le oltre millecinquecento canzoni pubblicate dai primissimi anni '60 ad oggi, ha apportato un contributo significativo alla musica pop. .Anche attraverso la “sua” CET, associazione no-profit che Mogol ha fondato nel 1992 con lo scopo di valorizzare e qualificare principalmente nuovi professionisti della musica pop, persone sensibilizzate all'importanza della cultura popolare.
Giovedì 22 agosto 2019 alle 21:35:17
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Massa Carrara





-

FOTOGALLERY



























Testata giornalistica registrata presso il tribunale di Massa n° 4/2017
Direttore responsabile: Matteo Bernabè

Contatta la Redazione

Privacy e Cookie Policy

Liguria News