Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione massa carrara 0585 027167
PUBBLICITA'
Contattaci
Ultimo aggiornamento ore 15.40 del 14 Luglio 2020

Facebook La Voce Apuana Twitter La Voce Apuana RSS La Voce Apuana

Giorno della Memoria, Consiglio comunale solenne a Carrara

lunedì 27 ore 10.00
Giorno della Memoria, Consiglio comunale solenne a Carrara
Carrara - Il Comune di Carrara celebra il Giorno della Memoria: lunedì 27 gennaio in programma il Consiglio comunale straordinario e solenne, aperto anche agli interventi degli studenti. Presso la Sala Consiliare del Comune, la cerimonia sarà introdotta alle ore 10.00 dai saluti del Presidente del Consiglio Michele Palma e del Sindaco di Carrara Francesco De Pasquale.
E’ previsto, quindi, l’intervento di Evandro Dell’Amico autore del libro “In mio nome, mai più”. Dall'epistolario dello zio omonimo, socio dell’Azione Cattolica di Carrara e internato militare italiano nello Stammlager 598 F di Hartmannsdorf in Sassonia, giungono nuove riflessioni sul nazifascismo. L’opera conclude la trilogia di memorie familiari recuperate dagli epistolari del padre Bruno e dello zio Evandro, soldati e prigionieri nella Seconda Guerra Mondiale, il primo, in un campo di prigionia degli Inglesi in Australia e il secondo in Germania. Per la ricerca storica e l'impegno civile, lo scrittore ha ottenuto vari riconoscimenti e premi, tra cui quello da parte del Consiglio Regionale della Toscana. Il libro, oltre alla corrispondenza con i familiari, colma della fede professata, di nostalgia, di fame e stenti patiti, si chiude con una toccante, tragica lettera della crocerossina Serri Donnini Gemma di Linara, indirizzata ai parenti di Evandro (1921-1945). Liberato dal campo di prigionia, il 14 marzo 1945 venne ricoverato in gravi condizioni di salute all’Ospedale Maggiore di Verona, assistito dalle cure dell’infermiera sua concittadina che si curerà anche del funerale, il 13 aprile 1945.
I lavori del Consiglio proseguiranno con le letture ad alta voce degli studenti della Scuola Media “Giuseppe Taliercio” di Marina di Carrara, con estratti da “In mio nome mai più” e dal libro della Senatrice Liliana Segre “Fino a quando la mia stella brillerà”. Le letture sono state coordinate dai volontari del Circolo LaAV Carrara Letture ad Alta Voce.
Il Consiglio per il Gorno della Memoria vuole essere un’occasione per riflettere su un passato segnato da eventi tragici che è fondamentale non vengano mai dimenticati, dichiara il Presidente del Consiglio Michele Palma, che ricorda come anche il Comune di Carrara abbia approvato un Ordine del Giorno in cui si impegna a conferire alla Senatrice Liliana Segre la cittadinanza onoraria di Carrara Decorata di Medaglia d’Oro al Merito Civile.
Come è noto, il Giorno della Memoria è stato istituito dal Parlamento Italiano con la legge 211 del 20 luglio 2000, riconoscendo il 27 gennaio come data simbolica per ricordare la Shoah, le leggi razziali, la persecuzione italiana dei cittadini ebrei, gli italiani che hanno subìto la deportazione, la prigionia, la morte e anche quanti, anche in campi e schieramenti diversi, si opposero al progetto di sterminio, salvando a rischio della propria, altre vite e proteggendo i perseguitati. Il 27 gennaio 1945 i soldati dell’Armata Rossa, dopo aver abbattuto i cancelli di Auschwitz, liberarono i prigionieri sopravvissuti allo sterminio del campo nazista.
Giovedì 23 gennaio 2020 alle 16:07:23
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Massa Carrara




-


















Testata giornalistica registrata presso il tribunale di Massa n° 4/2017
Direttore responsabile: Matteo Bernabè

Contatta la Redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Liguria News