Genova Post La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione massa carrara 0585 027167
PUBBLICITA'
Contattaci
Ultimo aggiornamento ore 21.47 del 9 Dicembre 2019

Facebook La Voce Apuana Twitter La Voce Apuana RSS La Voce Apuana

Carrara festeggia la Madonna del Popolo

Festeggiamenti nel Duomo di Sant'Andrea Domenica 17 Novembre con l'Arcivescovo di Lucca

Carrara festeggia la Madonna del Popolo
Carrara - Anche quest'anno Carrara festeggia la Patrona della "città storica", la Madonna del Popolo. Per una serie di eventi storici, nel 1961, i carraresi l'hanno incoronata regina della città della quale una consolidata tradizione celebra da molti anni la festa principale nella terza domenica di Novembre. La festa della sua incoronazione, invece, cade nella seconda domenica di Maggio.

I festeggiamenti, nel Duomo cittadino, sono iniziati ieri pomeriggio, Giovedì 14 Novembre, e dureranno fino a Sabato 16 con il Triduo di preparazione. La recita meditata del Santo Rosario alle 17.20 e alle 18, la celebrazione dell'Eucaristia con le riflessioni mariane di Padre Giovanni Albanese che preparerà Carrara alla festa solenne di Domenica.

Domenica 17, giorno della ricorrenza, la Santa Messa in Duomo delle 10.30 animata dai bambini e dalle famiglie darà inizio a questa giornata solenne. Alle 17.50 la recita del Santo Rosario farà da preludio al Solenne Pontificale in onore della Patrona della Città delle 18.30, che si concluderà con il rinnovo dell'Atto di Consacrazione del popolo carrarese alla materna protezione di Maria. La solenne Liturgia sarà presieduta da Sua Eccellenza reverendissima monsignor Paolo Giulietti, Arcivescovo di Lucca, che per la prima volta giungerà a Carrara. Con lui, concelebreranno i Sacerdoti della città e saranno presenti le Autorità Civili e le Associazioni Volontariato. Sull'altare dedicato alla Madonna, saranno esposte tre grosse chiavi ritenute delle porte dell'antica città, nonché la ritrovata immagine della Vergine col Bambino.

La storia: quando nell'ultimo dopoguerra il Duomo fu sottoposto a lavori di restauro per i danni subiti, in una intercapedine del sottotetto fu rinvenuta una canna che conteneva una immagine sacra, proprio quella della Madonna detta ‘del Popolo' lassù collocata nel 1757, come si legge nella dedica autografa di padre Agostino M. Guidi scritta sul retro di una pergamena. A quella immagine i carraresi avevano affidato la propria salvezza alla fine del 1400, quando in Europa ed in Italia imperversavano grandi epidemie. Il popolo apuano ne rimase preservato (come attesta l'epigrafe scolpita sulla lapide di marmo collocata sotto l'immagine pittorica dell'altare dedicato alla Madonna); così avvenne anche quando le truppe di Carlo VIII misero a ferro e fuoco quanto incontravano nell'attraversare la Lunigiana; e infine nel 1944 quando il comando tedesco di stanza nella nostra città aveva imposto alla popolazione di abbandonare la propria terra per avviarsi in una marcia di morte verso il Passo della Cisa.
Venerdì 15 novembre 2019 alle 21:32:26
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Massa Carrara





-


























Testata giornalistica registrata presso il tribunale di Massa n° 4/2017
Direttore responsabile: Matteo Bernabè

Contatta la Redazione

Privacy e Cookie Policy

Liguria News