Genova Post La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione massa carrara 0585 027167
PUBBLICITA'
Contattaci
Edizione del weekend

Facebook La Voce Apuana Twitter La Voce Apuana RSS La Voce Apuana

Carrara e Luni unite in nome della Linea Gotica

Riunione organizzativa questa mattina: i sindaci De Pasquale e Silvestri tracciano le linee guida per una rete di collegamento e interscambio fra le installazioni della linea difensiva costruita dai tedeschi nelle fasi finali della campagna d'Italia

"Non solo muraglione"
Carrara e Luni unite in nome della Linea Gotica
Carrara - Primo incontro questa mattina fra le amministrazioni comunali di Luni e Carrara per mettere sul tavolo le prime idee volte a creare una rete di collegamento e interscambio fra le installazioni della Linea Gotica. La poderosa linea difensiva fortificata costruita dall'esercito tedesco nell'Italia settentrionale nelle fasi finali della campagna d'Italia durante la seconda guerra mondiale, è presente sul territorio di entrambi i Comuni peraltro confinanti. Così stamane Alessandro Silvestri e Francesco De Pasquale, sindaci di Luni e Carrara, città coinvolta nelle linee difensive tedesche del cosiddetto "Catenaccio di Massa" (Massa Riegel, si sono incontrati alla presenza dei loro collaboratori per delineare i punti fondamentali di un progetto certamente ambizioso.

Le difese della Gotica erano concentrate a partire dalla zona del porto fino alla Fossa Maestra, ai bordi della piana di Luni. Ancora oggi, a ridosso dell'argine sinistro del torrente Parmignola, è visibile il cosiddetto "Muraglione" (vedi foto), un lungo muro anticarro di alcune centinaia di metri. La linea difensiva si inerpicava poi sulle alture arrivando ben presto alle Alpi Apuane, salendo da Fossone verso Castelpoggio, dove ancora oggi si possono vedere postazioni tedesche ben conservate. Nella zona collinare di Fontia è possibile visitare l'osservatorio di artiglieria e di individuazione aerei, nascosto dai tedeschi nella cripta della chiesetta di Santa Lucia.

Un progetto di ricostruzione storica al quale sono stati coinvolti anche gli Istituti Tecnici del territorio, cui verranno delegati i rilievi delle infrastrutture esistenti. Così Alessandro Silvestri, al termine della riunione: "Confermiamo il nostro impegno per una valorizzazione a 360° del nostro territorio, anche tramite la creazione di sinergie con i Comuni limitrofi per creare una rete storica culturale e turistica che consenta di valorizzare al massimo le singole potenzialità attraverso un disegno complessivo più ampio e lungimirante".


FABIO LUGARINI
Mercoledì 30 ottobre 2019 alle 16:30:38
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Massa Carrara





-


























Testata giornalistica registrata presso il tribunale di Massa n° 4/2017
Direttore responsabile: Matteo Bernabè

Contatta la Redazione

Privacy e Cookie Policy

Liguria News