Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione massa carrara 0585 027167
PUBBLICITA'
pubblicità massa carrara Richiedi contatto
Ultimo aggiornamento ore 20.03 del 15 Agosto 2018

Facebook La Voce Apuana Twitter La Voce Apuana RSS La Voce Apuana

CAP ed ex ospedale san Giacomo, ecco i vincitori dei bandi

Forti: «L'amministrazione ribadisce la volontà di valorizzare il ruolo di Carrara "città d'arte"»

CAP ed ex ospedale san Giacomo, ecco i vincitori dei bandi
Carrara - L'assessora alla cultura Federica Forti ha annunciato stamattina, in conferenza stampa, i vincitori dei bandi promossi dall'amministrazione riguardanti il Centro arti plastiche e l'ex ospedale San Giacomo.

Il primo bando, riguardante il CAP, era rivolto all’organizzazione di attività culturali nel campo delle arti visive attraverso il dialogo tra gli archivi storici locali e l’arte contemporanea tramite due residenze per artisti. Il secondo si riferiva all’organizzazione di attività didattiche e laboratoriali aventi per oggetto gli ambiti testimoniati dal museo, con particolare riferimento all’arte contemporanea.

"È stato un lavoro davvero impegnativo per il settore cultura del Comune, che ringrazio per l’impegno profuso – ha dichiarato l’assessora Forti – la scadenza era, infatti, fissata allo scorso 11 dicembre e sono state davvero tante le domande arrivate al Comune."

Per il CAP sono pervenuti sette progetti: le due residenze d'artista che saranno realizzate sono quelle dell’Associazione Arteco, che partirà dal 1 febbraio, con il progetto del collettivo Parasite 2.0 (composto dagli artisti Stefano Colombo, Eugenio Cosentino, Luca Marullo) sul laboratorio Lazzerini. L’altra residenza è quella di Chiara Camoni, che sarà attivata dalla seconda metà di aprile, con il progetto basato sull'archivio Zaccagna denominato "Del tempo lineare e del tempo ciclico ovvero della Storia e della natura". Le attività didattiche e laboratoriali presso il CAP saranno, invece, curate dall'Associazione Toupie Ludo&cafè.

Per quanto riguarda il san Giacomo, nel bando si chiedeva l’organizzazione di iniziative finalizzate a porre in relazione la contemporaneità con la memoria locale, attraverso l’organizzazione di esposizioni temporanee, o attività performative, con la possibilità di realizzare incontri, convegni, laboratori, con la collaborazione di ERP, il soggetto gestore della struttura.

Questi i soggetti che hanno risposto all’avviso pubblico e che sono stati tutti ammessi: Antonio Bertusi, Semi Cattivi, Policardia, Associazione Germinal, Associazione Arci, Club Fotografico Apuano, Associazione Vostok.

"L’ex ospedale San Giacomo è una struttura pubblica che ha rappresentato negli anni un significativo luogo di creazione e diffusione della cultura artistica – ha spiegato Forti – anche in virtù delle caratteristiche architettoniche e della collocazione strategica sulla via Carriona, nel quartiere storico di Grazzano, nel quale si trovavano in passato numerosi laboratori e studi d’arte. L’amministrazione comunale ribadisce la volontà di valorizzare il ruolo di Carrara “città d’arte”, luogo di maestranze artigianali e artistiche di alto livello, di accoglienza e crescita per artisti di diverse nazionalità nei laboratori del marmo cittadini. Nel nostro programma si prevede, pertanto, di proseguire nella valorizzazione dell’arte e della sperimentazione artistica contemporanea, non soltanto all’interno dei musei civici, ma anche in altri siti e strutture culturali".
Giovedì 18 gennaio 2018 alle 18:15:00
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Massa Carrara




-

























Testata giornalistica registrata presso il tribunale di Massa n° 4/2017
Direttore responsabile: Matteo Bernabè

Contatta la Redazione

Privacy e Cookie Policy

Liguria News