Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione massa carrara 0585 027167
PUBBLICITA'
Contattaci
Ultimo aggiornamento ore 10.11 del 20 Maggio 2019

Facebook La Voce Apuana Twitter La Voce Apuana RSS La Voce Apuana

"Oltre il Ponte", la rassegna teatrale all'ex-San Giacomo

`Oltre il Ponte`, la rassegna teatrale all´ex-San Giacomo
Carrara - La rassegna, ideata e prodotta dalle Officine San Giacomo, sostenuta da Fondazione Cassa di Risparmio di Carrara, Comune di Carrara, E.R.P. Massa Carrara, Regione Toscana, MIBACT, Collettivo San Giacomo, si svolgerà all’interno degli spazi del ex Ospedale San Giacomo a Carrara e rappresenta una finestra sul panorama del teatro di ricerca nazionale.
Officine San Giacomo è un collettivo creato nel 2018 dalle quattro realtà teatrali attive all’interno del ex Ospedale San Giacomo a Carrara: il gruppo Semi Cattivi, la compagnia Stradevarie, Policardia Teatro e Antonio Bertusi teatrante errante. Quattro compagnie con una lunga esperienza nell’ambito teatrale e con una particolare attenzione al territorio e al tempo stesso uno sguardo al mondo, alle tematiche sociali e all'utilizzo di tecniche artistiche differenti.
Le associazioni hanno già collaborato con il Comune di Carrara nell’organizzazione di iniziative finalizzate a porre in relazione la contemporaneità con la memoria locale, attraverso l’organizzazione di esposizioni temporanee e attività performative, con la possibilità di realizzare incontri, convegni, laboratori. Si tratta di un programma eterogeneo che rispecchia le specificità di linguaggi e tecniche di ciascuna compagnia, ma che allo stesso tempo sottolinea la volontà di collaborazione, sia nella gestione dello spazio, che nella creazione dei contenuti, nell’ambito di un dialogo con tutte quelle realtà artistiche che arricchiscono il panorama culturale cittadino, grazie alle quali lo spazio del San Giacomo è diventato un luogo di ritrovo e scambio.

OFFICINE SAN GIACOMO è una rete di realtà teatrali e artistiche del territorio, un progetto multidisciplinare che interessa tutti i linguaggi del contemporaneo, dal visivo, al performativo, sino al teatro di ricerca, un osservatorio unico nella Provincia di Massa e Carrara. Uno spazio interamente dedicato ai linguaggi del teatro di ricerca e dell’arte contemporanea. In grado di dialogare, attraverso performance, installazioni visive, spettacoli teatrali, sonorizzazioni ambientali, workshop e formazione rivolta ai cittadini con il territorio e la sua storia e con alcune tra le più importanti realtà artistiche nazionali.

OLTRE IL PONTE Oltre il ponte perché lo spazio in cui lavoriamo è fisicamente diviso dal resto della città da un corso d'acqua: pochi metri che dividono un quartiere apparentemente centrale ma con alcune problematiche sociali precise, con cui interagiamo, da un anno. Oltre il ponte prende in prestito le parole e lo spirito di Italo Calvino nella poesia scritta pochi anni dopo la fine della resistenza, con l'intento di aprire un dialogo con le giovani generazioni. Oltre il ponte della paura, dei pregiudizi, dell'isolamento, delle frontiere.


Romeo e Giulietta: L'Amore in un istante
POLICARDIA TEATRO
22 – 23 Marzo Workshop aperto
24 Marzo ore 18.00 spettacolo
Esplorazione del testo shakespeariano basata sulla contemporaneità e sulla messa in scena sincronica di alcuni momenti chiave dell'opera. Gli spettatori saranno chiamati ad assistere a una narrazione che non segue una linea cronologica ma emotiva: un quadro composito dove più Giuliette, più Romei, più balie, rappresenteranno Amore, Amicizia, Comicità, Odio, Passione, Paura, Morte. Tutto nello stesso eterno momento. In scena, gli attori della Compagnia, saranno affiancati dai partecipanti al laboratorio organizzato da Alfea Cinematografica in collaborazione con il Dipartimento di Civiltà e Forme del Sapere dell'Università di Pisa nell'ambito del Progetto Europeo Image.in, volto alla riduzione dell'isolamento sociale dei migranti attraverso laboratori creativi ed espressivi. Lo spettacolo è frutto del lavoro svolto da Policardia Teatro nel corso del triennio di residenza del Consorzio Coreografi Danza d’Autore (CON.COR.D.A.) all'interno del progetto ARTISTI NEI TERRITORI sostenuto da Regione Toscana e MiBACT.

Chi ha paura non sa nulla /
GRUPPO SEMI CATTIVI
INSTALLAZIONE AUDIO VISIVA CON AZIONE TEATRALE
6 aprile inaugurazione e performance Ore 19:00
6 – 14 aprile apertura installazione.
In occasione della presentazione del video “San Lorenzo, un’Odissea di quartiere”, sostenuto dalla Regione Toscana, avevamo chiesto ad alcuni artisti (performer, attori, artisti visivi, musicisti) un contributo personale (video, audio, scritto) con l’intento di arricchire il momento della restituzione dell’opera ai cittadini. Si trattava della loro personale lettura della frase: “Chi ha paura non sa nulla” estratta dal film “Le armonie di Werckmeister” del regista ungherese Béla Tarr. Vista la qualità artistica dell’opera e l’effetto positivo che ha avuto sul pubblico, abbiamo deciso di proseguire il progetto. Davvero non immaginavamo una risposta così numerosa e una così grande attenzione sulla possibilità di una riflessione corale da parte degli artisti, e questo è stato il dato davvero più significativo del progetto, il dato che ci ha spinto a riaprire la chiamata e ci ha portato a immaginare un video costantemente aperto, in continua mutazione, un video da mostrare nel tempo. Ogni singolo contributo sarà fruibile su un proprio monitor dando alla riflessione corale anche un senso fisico, una polifonia di immagini e voci in cui immergersi.

Il piccolo diario dei malanni più D./ Installazione con video danza GIACOMO VERDE/PRODUZIONE ALDES
COREOGRAFIA ROBERTO CASTELLO
28 aprile ore 21:00

Buda
COMPAGNIA STRADEVARIE/CAMPSIRAGO RESIDENZA
PRIMO STUDIO
24 maggio ore 19 e ore 21,30
In Etiopia dicono che i Buda alla notte diventano iene e mangiano la gente. Per questo a scuola le sue compagne avevano smesso di sedersi a fianco a lei. Ma un giorno suo padre le ha detto: mi hai mai visto mangiare qualcuno? La storia di Alem Teklu, scultrice etiope. La guerra e l'esilio, l'emigrazione clandestina nei paesi arabi, la rocambolesca fuga e la decisione di voler fare l'artista contro il volere della sua famiglia.
Una storia come un amuleto.

Luogo Comune / Anteprima
ANTONIO BERTUSI TEATRANTE ERRANTE
14 giugno ore 21:00
Percorso teatrale musicale di incontro culturale tra umani di provenienze diverse. Spettacolo Prodotto con i partecipanti del laboratorio misto del progetto regionale Tracce
Venerdì 22 marzo 2019 alle 19:33:54
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Massa Carrara





-


























Testata giornalistica registrata presso il tribunale di Massa n° 4/2017
Direttore responsabile: Matteo Bernabè

Contatta la Redazione

Privacy e Cookie Policy

Liguria News