Ultimo aggiornamento ore 19.23 del 23 Agosto 2017

Facebook La Voce Apuana Twitter La Voce Apuana RSS La Voce Apuana

"Madre Natura" a Torano Notte e giorno 2017 | Foto

Tutto pronto per la rassegna d'arte e gli eventi della diciannovesima edizione dal 27 giugno al 13 agosto.

`Madre Natura` a Torano Notte e giorno 2017<span class=´linkFotoA1Articolo´> | <a href=´/fotogallery/Torano-Notte-e-Giorno-2017-43_1.aspx´ class=´FotoVideoA1´>Foto</a></span>
Carrara - Tutto pronto per la XIX edizione di “Torano Notte e Giorno 2017”, ormai celebre rassegna d’arte, che si tiene dal 27 luglio al 13 agosto a Torano, il “paese degli artisti”. Il calendario degli eventi è ricchissimo di serate all’insegna di arte, musica jazz, gospel, solo per citarne due, spettacoli teatrali e di magia, incontri, danza, e ovviamente l’esposizione delle opere d’arte in gara, da scoprire camminando per le strade del borgo.

Emma Castè direttore artistico, insieme al comitato Pro Torano, ha lanciato il tema: Madre Natura.
"Il progetto è pensato già da settembre – ha detto la direttrice – e cerco di sviluppare un’idea principale come tema per tutta la manifestazione. Dopo, sia attraverso una mia selezione sia attraverso gli iscritti al bando di partecipazione, scelgo gli artisti che esporranno per le serate della rassegna. Infine comunico e disegno la scenografia del paese, che partecipa attivamente con il Comitato Pro Torano, mettendo a disposizione gli spazi e sposando, ogni anno, il tema prescelto. Alla fine una giuria fatta da diversi esperti, decreterà il vincitore del Premio Franco Borghetti, annunciato il 13 agosto”.

Madre natura si è espansa nel paese, che è diventato un giardino, anche se già incorniciato dal verde delle Apuane. Gli abitanti hanno lavorato per arredarlo, con palme, piante, fiori, anche appesi in piazza e soprattutto per ospitare le opere d’arte che hanno accolto il grido di “un pianeta che urla, che ci chiede aiuto”, come ha detto la direttrice artistica. “Le opere infatti – ha spiegato Castè – sono state scelte perché sia in maniera positiva sia in maniera negativa, rappresentano un urlo, un messaggio di aiuto o di denuncia, che la stessa natura fa a noi tutti”.

Si è “aperto il borgo” quindi, non solo alla scultura, ma anche all’arte contemporanea. Ci sono state cinquantasei richieste, tra cui sono stati selezionati ventotto artisti e due associazioni artistico-culturali, veramente eterogenei, per un totale di cento opere esposte. Ecco i nomi: Piero Scanduna, Maurizio Ruzzi, Silvana Pianadei, Sabina Ferroce, Felice Tagliaferri, Pierangela Massolo, Achille Pardini, Veronica Pollini, Emanuele Giannelli, Lia Battaglia, Ditta Pemart, Silvia Valentini, Arte Nuova Carrara, Ilaria Adrastea Bertagnini, Giovanni Salvaro, Daniela Spaggiari, Consuelo Zatta, Michele Monfroni, Clara Mallegni, Daniela Bertani, Sylvia Loew, Annarosa Lisi, Marco Geloni, Andrea Antonacci, Ilaria Mariotti, San Domenichino, Eleonora Francioni, Kuky, Silvia Valentini, Paolo Ceccon.

Alcuni degli artisti presenti ci hanno esternato la loro idea di "madre natura": chi ha voluto dire basta agli sprechi, all'inquinamento in mare, chi ha voluto esprimere la messa in secondo piano della natura, in un mondo che è preso dai nuovi media e comunica brevemente, senza soffermarsi ad osservare, chi infine ha lanciato il proprio "grido" per gli sbarchi dei migranti.

Per questa edizione vi è stata, inoltre, la volontà di aprirsi ad altre esistenze, con il gemellaggio con il premio letterario San Domenichino, da cui una gara di poesia dialettale e con il Festival Ballet. Non solo, ogni anno la città ha lasciato le tracce della propria lotta al femminicidio e dopo le famose “scarpe rosse”, che hanno fatto il giro del mondo, sono state allestite le "croci rosa", simbolo usato dalle donne messicane e piantato nel deserto, per denunciare le donne che spariscono, ben sei al giorno. A tal proposito da ricordare l’incontro di “2. Donna” con la giornalista Manuela Dviri.

Insomma, Torano ha confermato tutta la sua artisticità, dal suo splendido panorama circostante a quello artistico tra i suoi vicoli. Ha espresso un messaggio forte: salvaguardia dell’uomo e del suo ambiente. L'inaugurazione è prevista per il 27 luglio alle 19:30 e sicuramente non ha deluso anche quest'anno le aspettative per quanto riguarda arte, idee, socialità e impegno.
Giovedì 27 luglio 2017 alle 08:32:11
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Fotogallery


Notizie Massa Carrara






VIDEOGALLERY
























Testata giornalistica registrata presso il tribunale di Massa n° 4/2017
Direttore: Luca Borghini

Privacy e Cookie Policy