Edizione del weekend

Facebook La Voce Apuana Twitter La Voce Apuana RSS La Voce Apuana

"Dickens, art and landscape", parla Dati: "Il convegno è stato un successo"

La presidente: "I delegati si sono innamorati di Carrara. Peccato che in città si parli ancora poco inglese"

`Dickens, art and landscape`, parla Dati: `Il convegno è stato un successo`
Carrara - Si è chiuso il 24 luglio il convegno annuale “Dickens, art and landscape”, dedicato al celebre scrittore inglese. Per l’occasione sono giunte in città delegazioni provenienti da Stati Uniti, Regno Unito, Australia e Nuova Zelanda.

“Il bilancio di quest’edizione è eccellente – ha dichiarato Marzia Dati, presidente del ramo carrarese della Dickens fellowship – tutti i delegati hanno giudicato la nostra la miglior conferenza della società dickensiana dal 1902”. Insomma un riconoscimento netto e importante. “È andato tutto a puntino, senza alcun ritardo o imprevisto. In conclusione dell’evento abbiamo curato un’apprezzatissima gita a Pisa. Il presidente della Repubblica Sergio Mattarella ci ha persino insigniti della medaglia d’oro per l’alto livello culturale”.

Oltre ad un’altissima caratura culturale, l’evento ha avuto il merito di mostrare le bellezze di Carrara a visitatori provenienti da tutto il mondo. “La città è piaciuta tantissimo – ha spiegato Dati – i delegati l’hanno definita un angolo nascosto: non immaginavano che fosse così bella. Alcuni di loro hanno addirittura espresso il desiderio venire qua in vacanza. Queste sono occasioni per valorizzare le risorse locali e rilanciare il turismo. Colgo l’occasione per dire che Carrara sarà presente a Sidney il prossimo anno: rappresenteremo l’Italia in occasione dell’annuale convento dickensiano che si terrà nella capitale australiana dal 25 al 30 ottobre”.

“Ieri sera lo spettacolo di Gerald Charles Dickens (il nipote dello scrittore, ndr) è stato eccezionale. Era la sua prima in Italia; l’attore è giunto nel nostro paese da Minneapolis dove stava portando il suo spettacolo in tournée. Ecco, se devo esprimere una nota di rammarico, mi dispiace che i cararresi abbiano partecipato poco agli eventi, spettacolo incluso. Probabilmente perché era in lingua inglese! I delegati sono rimasti colpiti dalla scarsa padronanza dell’inglese mostrata dai nostri concittadini. Questo non ci scoraggia, anzi ci motiva ancor più ad organizzare i nostri corsi: ne offriamo uno gratuito di lingua inglese, tenuto da me e da insegnanti madrelingua, e micro-corsi di storia della letteratura con incluse attività seminariali. In linea con lo spirito di Dickens: un grande filantropo, attento ai problemi sociali del suo tempo”.

“Gerald Dickens è rimasto molto male
– ha aggiunto la presidente – perché immaginava di poter eseguire la sua performance nel luogo in cui era stato il suo trisavolo: il teatro Animosi. Ha promesso di tornare quando il teatro sarà di nuovo aperto”.

“C’è stata una grandissima partecipazione da parte dei giovani delle scuole
– ha affermato Dati – desidero ringraziare il liceo artistico-musicale “Felice Palma” di Massa, il professor Paolo Biancalana, La scuola del marmo Ipsam di Carrara, il liceo scientifico “Enrico Fermi” di Massa, l’istituto tecnico A. Meucci, l’isituto comprensivo di Carrara e paesi a monte è il liceo classico E. Repetti di Carrara, tra le cui file abbiamo selezionato il vincitore del concorso letterario. L’elaborato dell’allievo vincitore è stato letto dalla viva voce di Gerald Dickens. I ragazzi della scuola del marmo hanno realizzato dei pregiati gadget in marmo per i delegati che sono stati molto apprezzati.
Lunedì 24 luglio 2017 alle 22:26:17
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Massa Carrara






VIDEOGALLERY
























Testata giornalistica registrata presso il tribunale di Massa n° 4/2017
Direttore: Luca Borghini

Privacy e Cookie Policy