Genova Post La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione massa carrara 0585 027167
PUBBLICITA'
Contattaci
Ultimo aggiornamento ore 08.32 del 20 Novembre 2019

Facebook La Voce Apuana Twitter La Voce Apuana RSS La Voce Apuana

Un inverno senza gas e luce: otto cittadini di Carrara a rischio

Mazzoni (San Vincenzo): «Non abbiamo notizia di una soluzione abitativa alternativa». La risposta dell'assessore al sociale Galleni

emergenza casa
Un inverno senza gas e luce: otto cittadini di Carrara a rischio
Carrara - Otto cittadini di Carrara (Massa-Carrara) rischiano di affrontare l’inverno senza gas e luce. Forse addirittura senza un tetto. Succede in via delle Pinete, dove nove carraresi (e la compagna di uno di essi) seguiti dall’associazione San Vincenzo sono alloggiati in altrettante roulotte. “Circa tre mesi fa il Comune ci ha intimato di smantellarle – racconta il presidente della San Vincenzo Fernando Mazzoni – tramite i vigili. Naturalmente noi non siamo stati gli organizzatori dell’accampamento, ma semplici intermediari; abbiamo ricevuto in dono da campeggi e privati queste roulotte e le abbiamo sistemate, d’accordo con piazza 2 Giugno, in via delle Pinete, su un territorio che appartiene parte al demanio, parte alle ferrovie. Naturalmente l’abbiamo concepita come sistemazione provvisoria.” Mazzoni prosegue: “Quest’estate il Comune ha pubblicato un bando rivolto alle associazioni per il reinserimento sociale dei soggetti in difficoltà mediante interventi come l’Housing First, l'inserimento in alloggi. Una filosofia che noi condividiamo. Ad oggi, tuttavia, non abbiamo notizia di una soluzione abitativa alternativa per queste persone, che sono nostri concittadini.”

A questo punto i 400 euro che la San Vincenzo aveva già deliberato di stanziare per rimettere in funzione elettricità e gas in via delle Pinete non potranno più essere impegnati: “Alcune delle roulotte sono dotate di wc chimici, ma non più di luce e gas da quando vi sono stati gli incendi dell’autunno 2017. Ma come posso pensare d’investire dove sarò obbligato a smantellare? La nostra associazione spende circa 12mila euro l’anno. Nel frattempo non potrò più ospitare altre persone. Solo un mese ho accolto una coppia bisognosa e sono stato rimproverato.”

Mazzoni si riferisce a Gabriele Bernardi, 43 anni, nato a Carrara, e della sua compagna e coetanea Sabina Tessier. Vivono in via delle Pinete insieme alla loro cagnolina Shiva. Ci accompagnano all’interno del campo, dove la cabina dove dovrebbero lavarsi ha il pavimento coperto da vetri rotti. Non possono mangiare cibi cotti, solo scaldarli con un fornello ad alcol. Sabina, originaria di Roma, ha una grave malattia; nel timore che potesse perdere la roulotte, ha smesso di assumere i farmaci salvavita in segno di protesta. “Ero incinta, ho perso mia figlia lo scorso Luglio per lo stress della vita di strada,” racconta. Bernardi è nato e cresciuto a Carrara: “Ho provato a fare richiesta per il reddito di cittadinanza: quel che ricevo sono appena sei euro al mese.” Il presidente della San Vincenzo conclude: “Siamo preoccupati. Come affronteremo l’inverno insieme a loro? Mi appello al Comune per risolvere l’emergenza.”

L’assessora al sociale Anna Lucia Galleni spiega: “Si tratta di un progetto a cui tengo molto di housing first per cui il Comune ha stanziato circa 80mila euro l’anno per tre anni. I soggetti beneficiari saranno indicati secondo precisi criteri dai servizi, quindi non è detto né posso sapere se saranno gli inquilini delle roulotte quelli che ne beneficeranno. Circa il bando, mi pare che il settore stia definendo mi auguro quindi che il progetto si realizzi.” Galleni aggiunge: “Non sapevo nulla della coppia ma non è così comunque che si risolvono i problemi e le roulotte disabitate vanno prontamente smantellate. I percorsi ci sono, dalla presa in carico all'emergenza abitativa. Faccio comunque notare che il terreno su cui sono collocati è demaniale.” Nel frattempo, gli inquilini di via delle Pinete rischiano di rimanere senza un tetto sopra la testa? “Mi piacerebbe poter dare sempre risposte positive ma farlo non sarebbe serio. Come ho già detto ci sono percorsi da intraprendere che danno risultati compatibilmente con le risorse che abbiamo.”

IRENE RUBINO

Venerdì 8 novembre 2019 alle 17:25:50
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Massa Carrara





-


























Testata giornalistica registrata presso il tribunale di Massa n° 4/2017
Direttore responsabile: Matteo Bernabè

Contatta la Redazione

Privacy e Cookie Policy

Liguria News