LA REDAZIONE
telefono redazione massa carrara 0585 027167
PUBBLICITA'
pubblicità massa carrara Richiedi contatto
Edizione del weekend

Facebook La Voce Apuana Twitter La Voce Apuana RSS La Voce Apuana

Terre alle cave, triplicata la quantità rimossa

Asportate oltre 117mila tonnellate nei primi cinque mesi del 2018: un anno fa erano 40mila

TUTTI I NUMERI
Terre alle cave, triplicata la quantità rimossa
Carrara - Sono già oltre 117mila le tonnellate di terre asportate dalle cave nei primi cinque mesi del 2018. Un quantitativo importante, che conferma l'impennata innescata lo scorso settembre a seguito dell'intensificazione dei controlli sugli stoccaggi abusivi al monte ordinati dall'amministrazione comunale ed eseguiti dal personale dell'ufficio marmo e ambiente del Comune di Carrara.

Nel 2017, in totale, erano state asportate 144.117 tonnellate di terre con una media dei conferimenti a valle di circa 6mila tonnellate nei primi sei mesi dell'anno. A a maggio 2017, esattamente un anno fa, il totale dei quantitativi scesi dal monte era di appena 39.150 tonnellate,. Solo a novembre 2017, dopo 11 mesi di attività, il materiale rimosso dalle cave ha raggiunto quota 112mila tonnellate un quantitativo superato in soli 5 mesi nell'anno in corso, grazie proprio al giro di vite sui controlli dell'Ufficio Marmo e Ambiente. Con l'input da parte dell'amministrazione, infatti, la media mensile di terre transitate dalle pese, e dunque rimossa dal monte, è più che triplicata, passando dalle 6mila tonnellate del 2017 alle oltre 20mila tonnellate del 2018.

"Si tratta di un risultato importante, a conferma che la nostra attenzione e il nostro impegno su questo tema si stanno rivelando efficaci. Certo possiamo e dobbiamo fare meglio, e la nostra volontà è quella di tenere alta l'attenzione e incrementare ancora i numeri. Assicurare il corretto conferimento a valle delle terre significa infatti garantire il rispetto della legalità, salvaguardare il gettito nelle casse del municipio ma soprattutto contenere l'impatto ambientale dell'attività estrattiva e il rischio idrogeologico" ha dichiarato soddisfatto l'assessore al Marmo Alessandro Trivelli.

Anche la presidente della commissione consiliare marmo Nives Spattini e il suo vice Stefano Dell'Amico commentano con soddisfazione i numeri: "Questi valori esprimono una vera e propria inversione della tendenza – negativa - che si era consolidata negli ultimi anni, raggiungendo la quantità più bassa nel 2016 con sole 97.000 tonnellate di terre asportate dai bacini marmiferi". A nome del gruppo consiliare, Spattini e Dell'Amico ricordando che il tema dell'asportazione delle terre dal monte era stato inserito sia nel programma elettorale del Movimento5Stelle che nelle linee programmatiche dell'amministrazione. "Sin dall'insediamento, tramite chiare indicazioni scritte da parte del nostro sindaco De Pasquale, gli uffici marmo e ambiente si sono attivati per intensificare i controlli necessari, portando le ispezioni nelle varie cave a cadenza settimanale" dicono i due consiglieri, ricordando che questo "è solo l'inizio di un percorso virtuoso che ci vedrà impegnati a 360° sul tema marmo". Spattini e Dell'Amico concludono evidenziando "il clima collaborativo e positivo che si è creato con gli uffici marmo e ambiente, composti da persone tecnicamente preparate, professionali e disponibili".
Giovedì 14 giugno 2018 alle 13:17:08
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Massa Carrara




-
























Testata giornalistica registrata presso il tribunale di Massa n° 4/2017
Direttore responsabile: Matteo Bernabè

Contatta la Redazione

Privacy e Cookie Policy

Liguria News