Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione massa carrara 0585 027167
PUBBLICITA'
Contattaci
Edizione del weekend

Facebook La Voce Apuana Twitter La Voce Apuana RSS La Voce Apuana

Tentano il furto alla stazione di Avenza: arrestati i due malviventi

L'episodio era accaduto la notte di Pasqua alla biglietteria dello scalo ferroviario. Si tratta di un 34enne e un 20enne domiciliati al campo del Lavello

adesso sono in carcere
Tentano il furto alla stazione di Avenza: arrestati i due malviventi
Carrara - Dopo puntuali e articolate attività di indagine, il personale della Squadra di Polizia Giudiziaria del Commissariato di Pubblica sicurezza di Carrara è giunto all'identificazione e al successivo arresto di due individui, già noti alle forze dell'ordine per reati contro il patrimonio.

Nel merito, gli indagati, entrambi domiciliati al campo del Lavello, rispettivamente di 34 e 20 anni e con pregiudizi e precedenti di polizia, sono stati ritenuti responsabili del tentato furto aggravato con violenza sulle cose compiuto all'interno della Stazione Ferroviaria di Carrara-Avenza durante la notte di Pasqua. I due autori materiali, sottoposti alla misura della custodia cautelare in carcere, inoltre, erano già noti alle autorità poiché gravati da molteplici e specifici precedenti penali, alcuni dei quali peraltro ascrivibili a condotte delittuose del tutto analoghe a quella utilizzata, con significativa callidità, nell'episodio illecito di Pasqua.

Nello specifico, infatti, i due individui, a volto travisato e profittando dell'orario notturno della festività pasquale, oltre che delle limitazioni alla circolazione imposte dal Dpcm per il contenimento dell'epidemia covid-19, una volta essersi introdotti nell'atrio della locale stazione ferroviaria, tentavano di scassinare la cassa della macchina erogatrice dei biglietti utilizzando una spranga in ferro e una pala, senza tuttavia raggiungere l'esito consumativo.

Dai sopralluoghi effettuati dagli operatori della Polizia di Stato e dal successivo esame delle registrazioni delle telecamere cittadine a circuito chiuso si è evinto che i responsabili avevano agito in un arco temporale esiguo, utilizzando, inoltre, l'accorgimento di operare travisati con i cappucci delle giacche che indossavano per poi dileguarsi rapidamente attraverso i binari.

La conseguente attività info-investigativa, sviluppata prevalentemente sull'acquisizione delle immagini, avvalorata dal prezioso e puntuale raccordo informativo con il personale dell'Ufficio Controllo del Territorio ha consentito di pervenire all'identificazione dei due autori dell'azione criminosa.

Le evidenze probatorie acquisite hanno consentito l'emissione da parte giudiziaria di due misure cautelari in carcere, provvedimenti eseguiti dalla Polizia di Stato di Carrara e finalizzati a elidere ogni ulteriore situazione di potenziale rischio per la sicurezza e il patrimonio dei cittadini, garantendo una incisiva risposta repressiva alle esigenze di sicurezza determinate dai consumati episodi delittuosi.

«A margine di ciò – è il commento del Commissariato – si evidenzia come i due soggetti tratti in arresto sono gli stessi che la notte di Natale avevano già compiuto un delitto, con le stesse modalità, in danno di altro ente, auspicando evidentemente, anche in quella circostanza che la notte festiva potesse garantirgli l'impunità. Per contro, l'unica significativa modifica intervenuta sul percorso delittuoso dei due autori dei reati anzidetti, nell'arco di pochi mesi, è stata quella di aggravare la loro posizione giuridica soggettiva, transitando da una misura cautelare più blanda a quella in carcere, ciò a tutta evidenza del costante impegno profuso dalla Polizia di Stato per la tutela della serena convivenza della collettività, conseguita a fronte della puntuale sinergia preventiva e repressiva delle articolazioni operative della Polizia di Stato di Carrara».
Venerdì 22 maggio 2020 alle 12:54:49
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Massa Carrara




-


















Testata giornalistica registrata presso il tribunale di Massa n° 4/2017
Direttore responsabile: Matteo Bernabè

Contatta la Redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Liguria News