Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione massa carrara 0585 027167
PUBBLICITA'
pubblicità massa carrara Richiedi contatto
Ultimo aggiornamento ore 22.19 del 16 Agosto 2018

Facebook La Voce Apuana Twitter La Voce Apuana RSS La Voce Apuana

Se l'autobus diventa un forno: oltre 50 gradi sui mezzi pubblici

Corriere nel caos, tra corse saltate, sedili rotti e disagi. L'odissea dei passeggeri

TEMPERATURE RECORD
Se l´autobus diventa un forno: oltre 50 gradi sui mezzi pubblici
Carrara - Sugli autobus per i paesi a monte il clima si fa rovente. Ieri all’ora di pranzo i termometri segnavano dai 40 ai 54 gradi. Le misurazioni sono state effettuate a mezzi fermi in piazza Sacco e Vanzetti, ma una volta accesi i motori i gradi saranno aumentati. Parliamo dei circa 12 mezzi immatricolati tra il ’93 e il ’94 che portano a Bergiola, Miseglia, Sorgnano, Torano e versano in condizioni a dir poco drammatiche. Oltre ad essere privi di aria condizionata, hanno diversi sedili che si staccano, danni al portabagagli, alle portiere. E uno stato di pulizia non proprio impeccabile. Mancano, inoltre, di gomme da neve o catene per l’inverno.

Al problema degli autobus-fornace ieri si è aggiunto il caos sulle linee: sono saltate le prime corse pomeridiane per Bergiola, Sorgnano e Torano. La linea 75 diretta a Massa è rimasta ferma per almeno un'ora. La linea 51 per il NOA e la 52 diretta a Marinella di corse ne hanno saltate un paio. Disservizi diffusi negli ultimi mesi, ma che ieri hanno raggiunto il culmine. Facendo digerire peggio il rincaro dei biglietti, scattato a 1,50 euro per la tratta urbana dal 1° luglio. Ricordiamo poi di Giacomo Fazzi, il nostro concittadino invalido e abbonato che la sera di Venerdì 27 luglio ha atteso l'ultima corsa per Miseglia (19.40) per più di 40 minuti. È tornato a casa grazie all’interessamento dei servizi sociali e ai vigili. Per Miseglia nei festivi sono disponibili solo due corse pomeridiane. Una notizia che sorprenderà ma non troppo, se si pensa che le linee per Massa non viaggiano nei giorni rossi.

Tornando al parco mezzi, nemmeno i bus nuovi sono esenti da problemi. 5 sono in manutenzione straordinaria per difetti di fabbrica, ma secondo un autista quelli fermi sarebbero almeno 9. Quelli che restano hanno problemi con l’aria condizionata, spesso non funzionante, come nel caso della navetta che porta da San Martino al Comune. Oppure si ritrovano con le spie dei freni accesi. Le rampe per disabili ci sono, ma si attivano manualmente; per utilizzarle gli autisti dovrebbero fermare il mezzo, spegnerlo e sollevarle in prima persona, correndo tutti i rischi del caso.
L'ex consigliere dei cittadini Flavio Franciosi promette battaglia: "Chiedo un intervento immediato del sindaco, del settore competente e di tutti gli organi coinvolti: i mezzi non sono idonei, la sicurezza pubblica e personale degli autisti è a rischio. Un diversamente abile è stato abbandonato." E annuncia esposti alla Procura e al NAS.

Il presidente di Ctt Nord Andrea Zavanella si dichiara consapevole delle problematiche che affliggono Massa-Carrara: "Abbiamo ereditato un parco mezzi vetusto da Atn, un'azienda che abbiamo acquisito a un passo dal fallimento. Ci vorrà del tempo per risolvere i problemi. Poi abbiamo avuto un lotto di nuovi autobus con molti problemi: 5 mezzi sono in manutenzione straordinaria, siamo in causa col costruttore. In ogni caso, su questa Provincia abbiamo già acquistato circa 15 mezzi on fondi europei." Resta il problema degli autobus extraurbani troppo vecchi. "Abbiamo una pianificazione legata al contratto ponte che prevede l’acquisto di 68 autobus, circa 11 dei quali saranno destinati a Massa-Carrara. Cercheremo almeno di raddoppiare il numero chiedendo di estendere il piano d'investimenti." Quanto alle corse che saltano: "Dati alla mano, negli ultimi anni ne sono saltate sempre meno. Abbiamo cominciato ad avere problemi a gennaio per via del lotto difettoso."
Venerdì 3 agosto 2018 alle 08:31:00
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Massa Carrara




-

























Testata giornalistica registrata presso il tribunale di Massa n° 4/2017
Direttore responsabile: Matteo Bernabè

Contatta la Redazione

Privacy e Cookie Policy

Liguria News