Genova Post La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione massa carrara 0585 027167
PUBBLICITA'
Contattaci
Ultimo aggiornamento ore 07.05 del 20 Novembre 2019

Facebook La Voce Apuana Twitter La Voce Apuana RSS La Voce Apuana

Minacce telefoniche all'ambientalista Tetti di Carrara

"Ho appena ricevuto una telefonata dal mondo del marmo...."

Marmo
Minacce telefoniche all´ambientalista Tetti di Carrara
Carrara - Minacciato perché difende le Alpi Apuane. L'ambientalista di Carrara Eros Tetti rispedisce al mittente le intimidazioni ricevute via cellulare, e attraverso un post su Facebook si sfoga raccontando il contenuto della telefonata, segnalata e opportunamente denunciata ai Carabinieri.

"Ho appena ricevuto una telefonata, dal mondo del marmo – scrive sui social Tetti - dove mi dicono di fare attenzione a quello che dico e quello che scrivo perché altirmenti verranno tutti a mangiare a casa mia, sottolineando che sono in tanti e tutti molto arrabbiati di quello che stiamo facendo. Siamo avvezzi alle intimidazioni di ogni sorta, ma non abbiamo intenzione di abbassare il capo davanti alla paura, non abbiamo intenzione di farci intimorire perché questa non é la Toscana che volgiamo. Quindi ribadiamo basta con la deturpazione e la distruzione delle nostre montagne! Diciamolo allora apertamente: del lavoro non frega niente né alla politica né agli imprenditori".

"Se a qualcuno fregasse dei posti di lavoro, si punterebbe alla riconversione economica del territorio, che attraverso un buon uso del marmo, scavato poco e solo in alcune zone di Carrara e lavorato in loco, basterebbe già per rioccupare gli attuali dipendenti, che ricordo sono, in tutte le Apuane qualche centinaio. Allora il rilancio del Parco delle Alpi Apuane, liberato dalle cave, potrebbe produrre più lavoro delle attuali cave, che non solo si mangiano il nostro paesaggio, il nostro ambiente, gli ecosistemi, le nostre falde acquifere ma anche e soprattutto il nostro futuro".

"Lo ripeto dei posti di lavoro non importa a nessuno e questo é bene che lo capiscano anche i cavatori, ai quali é sempre andato tutto il nostro rispetto, ma con tutta franchezza dobbiamo dirvi che state dalla parte sbagliata, pur capendo le vostre paure ed il ricatto occupazionale che fanno pensere sulle vostre teste. Però ricordate che questi vi lasceranno a piedi dopo aver depredato il nostro territorio e le nostre risorse finché potranno".

"Sono più di 10 anni che ci seguite assiduamente, avete visto i nostri flash mob, le nostre manifestazioni, i convegni, le proteste, le denunce di ogni tipo, la stampa nazionale ed internazionale, ci avete seguiti passo passo e sapete che abbiamo fatto il possibile prima di arrivare a questo punto. Ma oggi, nonostante i tanti sforzi, siamo davanti ad un piano cave della regione Toscana che prevede 47 milioni di metri cubi da cavare nei prossimi anni e di una riconversione economica nemmeno se ne parla, questa è una dichiarazione di guerra al nostro futuro e non possiamo rimanere inermi a guardare."
Giovedì 7 novembre 2019 alle 14:38:17
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Massa Carrara





-


























Testata giornalistica registrata presso il tribunale di Massa n° 4/2017
Direttore responsabile: Matteo Bernabè

Contatta la Redazione

Privacy e Cookie Policy

Liguria News